Archivio Autore

Cori: dell’Olio e delle Olive 2016

Scritto da Marco Castaldi il . Pubblicato in Aziende, Gastronomia e Cucina, Italia

2/3/4 Dicembre, Complesso Monumentale Sant’Oliva, Cori (LT). Tre giorni dedicati all’olivicoltura locale, ai suoi olii extravergini di oliva di qualità, all’agroalimentare e ai vini di eccellenza coresi

Il 2, 3 e 4 Dicembre si svolgerà a Cori (LT) la II edizione di ‘Cori: dell’Olio e delle Olive’, la vetrina dedicata all’olivicoltura del territorio, per la valorizzazione dei suoi olii extravergini di oliva di qualità, ma anche alla promozione dell’agroalimentare e dei vini di eccellenza locali. La città di Cori è da sempre legata alla coltura e alla cultura dell’olivo e dei suoi prodotti: con le sue 265.000 piante di ulivo su una superficie olivetata di 1.732 ettari che interessa oltre 1000 produttori, rappresenta un centro olivicolo di notevole importanza.

Sarà una manifestazione da vivere e gustare, tra itinerari turistico-culturali ed enogastronomici, con epicentro il Complesso Monumentale di Sant’Oliva. Oltre al concorso ‘L’Olio delle Colline a Cori’ giunto alla 4^ edizione, debutterà il concorso ‘Migliore conservazione Evo’ e verrà riproposto il concorso ‘I consumatori premiano l’olio dei produttori coresi’ attraverso il ‘Consumer test’ o Banco d’assaggio alla cieca. Dopo le fasi preliminari di analisi organolettica e la valutazione degli olii in gara, i vincitori saranno premiati dalle giurie di giornalisti e operatori, consumatori e Panel di Assaggiatori Professionisti del Capol.

Diverse le iniziative dedicate all’educazione alimentare. ‘Scuola di extravergine’ coinvolgerà i bambini dell’asilo nido comunale ‘Il Bruco Verde’ e gli alunni delle classi quinte dell’Istituto Comprensivo Statale ‘Cesare Chiominto’, a riconoscere un vero olio extravergine di oliva. Le degustazioni guidate ed informate dell’olio extravergine e della oliva da mensa ‘Gaeta’ e ‘Itrana bianca’. Il seminario ‘Olio da itrana un grande alleato per preservare la salute. L’analisi organolettica nel percorso di valorizzazione dell’olio extra vergine della cultivar itrana’ con relatori competenti ed esperti del settore.

Si potranno effettuare visite guidate gratuite del Museo della Città e del Territorio di Cori. La sala conferenze ospiterà il convegno ‘Esperienza religiosa e istituzioni ecclesiastiche nella Cori medievale’ e la presentazione del ‘Fondo Banfuso’ allestito nella Biblioteca Civica ‘Elio Filippo Accrocca’. Non mancherà il folklore della bandiera e tra gli appuntamenti da non perdere anche la 7^ Rassegna di polifonia corale ‘Henning Nielsen’. Le due serate dedicate allo Street Food rappresenteranno un’occasione per sperimentare gli ottimi abbinamenti olio/cibo della cucina corese: protagonisti assoluti saranno l’olio EVO di Cori che incontra il Nero Buono di Cori. Negli apposti spazi sarà possibile cenare con menu tipici a prezzo fisso.

L’evento è organizzato dal Capol (Centro Assaggiatori Produzioni Olivicole Latina) e dal Comune di Cori – Assessorato alle Attività Produttive e Delega all’Agricoltura, con la collaborazione della Pro Loco Cori, dell’Associazione culturale Arcadia, della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT) Sez. Latina, dell’Associazione Lumina Vocis, degli Sbandieratori Leone Rampante di Cori, della Società Cooperativa Sociale Utopia 2000 e della Condotta Slow Food Cori e Giulianello.

Interverranno: il Sindaco del Comune di Cori Tommaso Conti; il Presidente dell’Associazione Capol Luigi Centauri; il Presidente della Pro Loco Cori Tommaso Ducci; l’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Cori Mauro De Lillis; la Delegata all’Agricoltura del Comune di Cori Sabrina Pistilli; il Prof. Eugenio Lendaro e il Dott. Andrea Coccia del Dipartimento di Scienze e Biotecnologie Medico Chirurgiche dell’Università ‘Sapienza’ polo pontino; il Dott. Giulio Scatolini, Capo panel C.O.I. (Consiglio Oleicolo Internazionale).

Aziende partecipanti: Frantoio Appetito; Azienda Agricola Biologica Caratelli; Marco Carpineti; Cincinnato; Azienda Agricola I Lori; Olio Extra Vergine Impervio; Azienda Olivicola Catullo Manciocchi; Azienda Olivicola Ubaldo Caucci Molara; Tenuta Pietrapinta; Rossi s.r.l. Ristoranti convenzionati: Trattoria Da Checco; Ristorante Trattoria Da Metardo; Ristorante e Pizzeria Settecamini; Ristorante Zampi.

Ringraziamenti: Banca di Credito Cooperativo di Roma Agenzia di Cori; Biscottificio Alessi Ernesto; Panificio Ciardi snc; Ciardi Dolci Bontà srl; “Le Bontà” Patrizia Corbi e C.; Azienda Agricola Biologica Filippi Gianpiero; Zafferano di Cori di Quinto Marafini; Vivaio Carmine Parlapiano; Forno di Angela Pistilli; Forno a legna Pistilli Francesco; Panificio Trifelli e Martufi snc.

Marco Castaldi
Addetto Stampa & OLMR

IL PROGRAMMA

Venerdì 2

Palazzetto Luciani – Piazza S. Oliva

Ore 16:00 – 20:00 4° Concorso “L’Olio delle Colline a Cori” 1° Concorso “Migliore conservazione Evo”
Analisi organolettica (Panel test) con valutazione degli olii dei Produttori Coresi a cura del Panel di Assaggiatori del Capol (Centro Assaggiatori Produzioni Olivicole Latina)
Sabato 3

Palazzetto Luciani – Piazza S. Oliva

Ore 10,30 Apertura Banchi dei Produttori Coresi: Degustazione guidata ed informata dell’olio extravergine e della oliva da mensa “Gaeta” e “Itrana bianca” a cura degli assaggiatori Capol.

Ore 10.30 – 11,30 Scuola di extra vergine – Degustazione con i bambini dell’asilo nido “Il Bruco Verde” e gli alunni dell’Istituto Comprensivo Statale “Cesare Chiominto” a cura di Capol (Centro Assaggiatori Produzioni Olivicole Latina)

Ore 11,00 – 12,30 Concorso “L’olio delle Colline a Cori” – premio della Critica
Selezione degli oli delle Aziende Coresi a cura dei giornalisti e degli operatori di settore.

Ore 11.00 – 13.00 Concorso: I consumatori premiano l’olio dei produttori coresi
“Consumer test” – Banco d’assaggio alla cieca a cura di Capol e Pro Loco Cori

Ore 15.30 – 20.00 Apertura pomeridiana I consumatori premiano l’olio dei produttori coresi
“Consumer test” – Banco d’assaggio alla cieca a cura di Capol e Pro Loco Cori

Museo della Città e del Territorio di Cori – Complesso Monumentale di S.Oliva

Ore 15,30 – 17.00 Visita guidata a cura di Ass. Culturale Arcadia

Sala conferenze – Museo della Città e del Territorio di Cori

Ore 16.30 – 18.30 Seminario: Esperienza religiosa e istituzioni ecclesiastiche nella Corimedioevale. Acquisizione e suggestioni storiografiche “Chiesa S. Oliva” a cura di Ass. Culturale Arcadia. Relatore: il Prof. Clemente Ciammaruconi
Presentazione “Fondo Banfuso” a cura della Biblioteca Civica di Cori Elio Filippo Accrocca

Piazza S.Oliva

Ore 20.00 – 23.00 L’olio EVO di Cori incontra il Nero Buono L’angolo della cucina corese – abbinamento olio/cibo (Street Food). Degustazioni – Prodotti di Cori e Olio extravergine di qualità accompagnato dal Nero Buono a cura di Capol Latina in collaborazione con le cantine di Cori: Cincinnato, Marco Carpineti, Pietra Pinta e SLOWFOOD Cori-Giulianello

Domenica 4

Sala Conferenze Museo della Città e del Territorio di Cori

Ore 10.30 -12.30 Seminario: Olio da itrana un grande alleato per preservare la salute. L’analisi organolettica nel percorso di valorizzazione dell’olio extravergine della cultivar itrana a cura di Capol (Centro Assaggiatori Produzioni Olivicole Latina) in collaborazione con la Pro Loco Cori e con la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT) Sez. Latina

Relatori: Prof. Eugenio Lendaro e Dott. Andrea Coccia – Dipartimento di scienze e biotecnologie medico chirurgiche Università “ Sapienza” polo pontino; Dott. Giulio Scatolini – Capo panel C.O.I. (Consiglio Oleicolo Internazionale)

Intervengono: Il sindaco del Comune di Cori Tommaso Conti; il Presidente Associazione Capol Luigi Centauri; il Presidente Pro Loco Cori Tommaso Ducci; l’Assessore alle Attività Produttive Mauro De Lillis, la Delegata all’Agricoltura Sabrina Pistilli

A seguire Premiazioni e consegna degli attestati delle aziende partecipanti. Premio “L’OLIO DELLE COLLINE DI CORI”: i primi tre classificati (giuria consumatori e Panel Capol). Premio della “CRITICA”: primo classificato ( giuria giornalisti del settore). Premio “CONSERVAZIONE OLIO EVO”: primo classificato (giuria Panel Capol). Al termine degustazione olii classificati e prodotti tipici coresi

Piazza S.Oliva

Ore 12.30 Esibizione Folkorica degli Sbandieratori del “Leone Rampante” di Cori

Palazzetto Luciani – Piazza S. Oliva

Ore 16.00 Apertura pomeridiana Banchi dei Produttori Coresi: Degustazione guidata ed informata dell’olio extravergine e della oliva da mensa “Gaeta” e “Itrana bianca” a cura degli assaggiatori Capol

Piazza S. Oliva
Ore 16.00 Visita guidata al Complesso Monumentale di S.Oliva a cura di Ass. Culturale Arcadia
Chiesa di S. Oliva

Ore 18.00 – 20.00 7^ Rassegna di polifonia corale “Henning Nielsen” a cura dell’Associazione Lumina Vocis

Ore 20.00 – 23.00 L’olio EVO di Cori incontra il Nero Buono L’angolo della cucina corese – abbinamento olio/cibo (Street Food). Degustazioni – Prodotti di Cori e Olio extravergine di qualità accompagnato dal Nero Buono a cura di Capol Latina in collaborazione con le cantine di Cori: Cincinnato,Marco Carpineti, Pietra Pinta e SLOWFOOD Cori-Giulianello

Il Mondo a Tavola a Cori: la cucina come fonte di scoperta e integrazione tra popoli e culture

Scritto da Marco Castaldi il . Pubblicato in Cultura, Gastronomia e Cucina, Locale

Il progetto di intercultura dell’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Cori è stato riproposto in occasione del Latium Festival. Grande partecipazione della comunità indiana locale, che oltre a curare i laboratori gastronomici ha accolto con i piatti tipici della sua terra l’Indian Revival Group di Nuova Delhi e il Console indiano per l’educazione e la cultura a Roma Amit Varma.
È giunto a conclusione insieme al Latium World Folkloric Festival – CIOFF® 2016 il progetto di intercultura ‘Il Mondo a Tavola’, ideato dall’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Cori Chiara Cochi e realizzato dai Servizi Sociali, in collaborazione con le associazioni Arcadia, Il Circo della Farfalla Onlus, ANOLF Latina e Festival della Collina, con il supporto dei due centri anziani di Cori e Giulianello e della Pro Loco Cori.
Dopo le riuscite esperienze dei mesi scorsi, questo originale percorso di promozione del dialogo interculturale e di valorizzazione del patrimonio delle Comunità etniche presenti sul territorio attraverso la gastronomia, è stato riproposto dal 3 al 7 Agosto nell’ambito della kermesse del folklore mondiale proveniente da Brasile, Georgia, India, Isole Marchesi, Polonia, Spagna, Sud Africa e Uruguay.
Ancora una volta l’iniziativa ha riscosso una straordinaria partecipazione presso entrambi i centri socio culturali e ricreativi ‘Argento Vivo’ di Cori e ‘Il Ponte’ di Giulianello. Alla fase teorica di conoscenza delle ricette interetniche e alla fase pratica di amalgama degli ingredienti, è seguita la fase conviviale in cui si è mangiato tutti assieme quanto preparato.
A condurre i workshop sono stati i migranti stessi che hanno condiviso i propri saperi e sapori gastronomici con i tanti presenti. Oltre alla rappresentanza rumena, un significativo contributo è stato dato dalla comunità indiana locale che si è aperta al paese e mobilitata con grandissimo impegno.
Non solo si è occupata dei laboratori culinari, ma ha accolto con i piatti tradizionali della sua terra anche l’Indian Revival Group di Nuova Delhi, tra i protagonisti del Latium Festival, e il Console indiano per l’educazione e la cultura a Roma Amit Varma, ricevuto dal Sindaco Tommaso Conti e dal Presidente del Latium Festival Tommaso Ducci nella serata di gala della compagnia indiana.
La cucina come fonte di scoperta e integrazione tra popoli e culture è uno degli aspetti salienti anche del Latium Festival, che con Intercultura in Festa ha offerto al pubblico la possibilità di degustare vini di eccellenza autoctoni Cincinnato e Marco Carpineti e prodotti tipici abbinati alle pietanze preparate dai gruppi internazionali e dalle comunità straniere locali, come quelle siriane proposte dallo chef Zaher Eliass Sabhah.
Marco Castaldi
Addetto Stampa & OLMR

Cori e Artena: suggellato il Gemellaggio della Bandiera

Scritto da Marco Castaldi il . Pubblicato in Cultura, Locale

I presidenti degli Sbandieratori dei Rioni di Cori e degli Sbandieratori e Musici Alfieri del Cardinal Borghese di Artena hanno firmato il Patto di Gemellaggio sabato pomeriggio all’apertura del Palio delle Contrade.
Nell’anno del 50° anniversario della loro fondazione, gli Sbandieratori dei Rioni di Cori (LT) si sono gemellati con gli Sbandieratori e Musici Alfieri del Cardinal Borghese di Artena (RM). La cerimonia ufficiale si è svolta sabato 6 Agosto ad Artena, nel parco di Villa Borghese, a margine del Giuramento dei Capitani, atto iniziale del Palio delle Contrade, giunto alla sua 25^ edizione. Il Patto di Gemellaggio è stato firmato dai Presidenti delle due associazioni, Angelo Pianelli e Vito Notarfonso. Erano presenti, tra gli altri, il Sindaco di Artena Felicetto Angelini e per il Comune di Cori l’Assessore Luca Zampi.
Il gemellaggio suggella un consolidato rapporto di stima, amicizia e collaborazione che lega da tempo i due gruppi di sbandieratori, da sempre impegnati nella promozione in Italia e nel mondo dell’antica arte del maneggiar l’insegna, costantemente innovata nel rigoroso rispetto della tradizione. Oltre ad essere stati protagonisti di eventi e scambi culturali comuni, le due compagini di Alfieri sono le uniche rappresentanze del Lazio associate alla F.I.SB. Federazione Italiana Sbandieratori – Antichi Giuochi e Sports della Bandiera, di cui i Rioni di Cori furono tra i cofondatori nel 1966.
L’ufficializzazione del gemellaggio è stata preceduta nel mese i Marzo dalle due giornate di accoglienza ad Artena e poi a Cori, che sono servite per approfondire la conoscenza tra le due scuole di bandiera, differenti tra loro. Guidati dai Direttori Artistici, Andrea Pistilli e Matteo Riccelli, in quell’occasione i ragazzi hanno appreso e sperimentato le reciproche peculiarità. Tipicità, storiche e tecniche, che in buona sostanza scaturiscono dal materiale dell’asta, che determina il maneggio della bandiera. In legno quella corese, con drappo dipinto e cucito a mano, unica in Italia; in fibra di carbonio, piombata e con drappo stampato l’altra.
Marco Castaldi
Addetto Stampa & OLMR

Mar da Lua: Mimmo Epifani in concerto a Cori

Scritto da Marco Castaldi il . Pubblicato in Cultura, Locale, Musica

Appuntamento martedì 2 Agosto, alle ore 21:15 a Piazza S.Oliva. L’evento, proposto nell’ambito del Latium Folk & Ethnic Music Fest – Melodie e Ritmi popolari del mondo – sarà preceduto nel pomeriggio, dalle ore 17, dallo stage-spettacolo di Marilena Gragnaniello “Ballo n’coppo o Tamburo: Tammurriata”.
Alla vigilia dell’apertura ufficiale del Latium World Folkloric Festival CIOFF®, nell’ambito della programmazione del 2016, la giornata di martedì 2 Agosto sarà all’insegna del Latium Folk & Ethnic Music Fest – Melodie e Ritmi popolari del mondo.
Alle ore 17:00, l’incantevole Complesso Monumentale di S.Oliva ospiterà lo stage-spettacolo “Ballo n’coppo o Tamburo: Tammurriata” tenuto da Marilena Gragnaniello, che guiderà i partecipanti nell’apprendimento delle caratteristiche generali dell’uso del tamburo e nella scoperta del complesso e ricco fenomeno della Tammurriata. Lo stage è gratuito: per info e prenotazioni inviare una mail al latiumfestival@yahoo.it oppure al tel. 347 0547181.
Alle ore 21:15 piazza S.Oliva accoglierà Mimmo Epifani con il concerto “Mar da Lua”. Il progetto è il risultato di una collaborazione internazionale tra il portoghese José Barros e il musicista ed etnomusicologo Mimmo Epifani, frutto di una profonda e attenta ricerca, che mette in evidenza le affinità di due culture musicali, quella portoghese e quella del Sud Italia.
Il Latium World Folkloric Festival CIOFF® 2016 ha già proposto nella città lepina diversi appuntamenti. La Parata Mondiale del Folklore nel centro storico di Cori – CIOFF® World Folklore Parade, che è terminata con Serata Folklorica – Folklore Mondiale al Tempio D’Ercole. Poi Traditional Games Day a piazza Signina, il workshop sulla rivalutazione dei Giochi Popolari, inseriti dall’UNESCO nel patrimonio dell’umanità come beni immateriali.
Infine la doppia serata ‘Scenaperta’ con C.A.L.A. – Contemporary Actions Loose Aesthetics, giovani coreografi italiani e stranieri che hanno riempito il giardino del Museo della Città e del Territorio con un mix performante di tradizione e contemporaneità, con l’intento di stimolare la lettura e l’interpretazione di simboli e forme concrete ed astratte.
Tutto ciò in attesa del clou della manifestazione, che si svolgerà a Cori dal 3 al 7 Agosto, con l’apertura e la chiusura del Latium Festival, nel mezzo le serate di gala e gli eventi collaterali e di approfondimento. Un’edizione anche quest’anno caratterizzata dall’altissima qualità dell’organizzazione e dei 7 gruppi internazionali partecipanti per offriranno al pubblico delle performance imperdibili, insieme alle altre compagnie locali.
Marco Castaldi
Addetto Stampa & OLMR

L’Arte Applicata al Costume del Carosello Storico dei Rioni di Cori

Scritto da Marco Castaldi il . Pubblicato in Arte, Cultura, Locale

Sabato 30 Luglio l’atto finale della rievocazione storica lepina con il Palio di S.Oliva. Come tradizione le tre Porte del paese si sfideranno, oltre che nella corsa all’anello, anche nella sfilata dei costumi rinascimentali del corteo storico ai quali Porta Ninfina dedica da alcuni anni un Laboratorio di Arte Applicata.
Ultimo atto del Carosello Storico dei Rioni di Cori 2016. Sabato 30 Luglio, nella suggestiva scenografia notturna dello stadio comunale di Stoza si disputerà il Palio dedicato a Sant’Oliva, realizzato quest’anno dal Maestro Luana Milita. Oltre all’attesa corsa all’anello, anima agonistica della rievocazione storica, la competizione tra le tre porte del paese, Ninfina, Romana e Signina, si gioca anche negli addobbi delle contrade e soprattutto nei costumi del corteo storico, che partirà da piazza Signina alle ore 19 per raggiungere il campo di gara dopo aver attraversato i centri storici seguendo il bravium.
Alcuni degli abiti rinascimentali e dei corredi indossati dai figuranti sono delle vere opere d’arte della sartoria artigianale del territorio. Ad essi già da tempo il rione di Porta Ninfina dedica un Laboratorio di Arte Applicata al Costume, che precede la manifestazione, tenuto dal Maestro Luana Milita, dove si studia il costume tra la fine del 1400 e la prima metà del 1500, con il contributo volontario di maestranze che mettono a disposizione la loro professionalità.
Il laboratorio lavora con la stessa minuziosa precisione di una sartoria teatrale e qui si realizzano anche accessori e gioielli accuratamente studiati che arricchiscono e impreziosiscono i costumanti, come quelli indossati in questa edizione dal Priore e dalla Priora di Porta Ninfina, Messer Luigi Nazzari e Madonna Lidia Cioeta. Parte integrante del laboratorio è costituita anche dai giovani che apprendono culturalmente un frammento di storia locale e le tecniche artigianali patrimonio di quest’arte amanuense che presuppone un apprendimento continuo. Il tutto al fine di esaltare quei particolari scenografici dell’età della Rinascenza che caratterizzano il corteo del Carosello Storico dei Rioni di Cori.
Marco Castaldi
Addetto Stampa & OLMR

A Cori C.A.L.A., nuova generazione di coreografi italiani e stranieri

Scritto da Marco Castaldi il . Pubblicato in Arte, Locale, Spettacolo

Il 28 e 29 Luglio al Giardino della città e del territorio doppio appuntamento con gli artisti internazionali del Contemporary Actions Loose Aesthetics. Fino al 3 Agosto inoltre le CollaborActions – One-to-One experiences.
Nei giorni 28 e 29 Luglio, alle ore 21:30, presso il Giardino del Museo della Città e del Territorio di Cori, C.A.L.A. – Contemporary Actions Loose Aesthetics – precederà l’apertura ufficiale del Latium World Folkloric Festival 2016, proponendo per la prima volta sul territorio una nuova generazione di coreografi italiani e stranieri. C.A.L.A. unisce tradizione e modernità, l’una attinge all’altra e viceversa, in un dialogo dove i contenuti sono simili ma è la forma che cambia e il modo in cui questo contenuto viene condiviso con il pubblico. L’intento è quello di stimolare la lettura e l’interpretazione di simboli e forme concrete e astratte.
Artisti provenienti da percorsi e Paesi diversi, verranno ospitati dal Latium Festival per mostrare i loro recenti spettacoli già accolti in diversi palcoscenici Europei e non solo. Tra loro Jija Sohn (Giappone), Aleksandra Lemm (Polonia), Paula Chaves (Colombia), Davide De Lillis (Italia-Germania) e Riccardo Guratti (Italia-Olanda). Il programma verrà inaugurato giovedì 28 Luglio con i primi tre spettacoli. 1/7 di e con Aleksandra Lemm. La domanda principale di questa ricerca è: quali sono le condizioni necessarie/richieste per un danzatore/performer per liberarsi dal controllo e dalla propria autorità?
Rhizophora di Davide De Lillis, Julia Metzger-Traber e Seeds of PossAbility si concentra sul tema dei residui tossici provenienti dalle armi chimiche utilizzate durante la guerra del Vietnam e che dopo 40 anni non si sono ancora dissolti. Una riflessione sugli effetti della guerra e un’ode alla vita, che riesce a fiorire anche nelle circostanze più tossiche. Tamago (uovo) di e con Jija Sohn è una delicata e allo stesso tempo terribile performance. Che da una statua fino alla sua esplosione guida il pubblico in un viaggio articolato, passando continuamente dal reale al virtuale. Assistervi è come andare sulle montagne russe, partecipare ad una lotta e cantare una ninna nanna.
Venerdì 29 Luglio si prosegue con altri due appuntamenti. Cosmodifyme di e con Paula Chaves dove l’artista, dall’iniziale dicotomia tra identità europea e latinoamericana, di colonizzatore e colonizzato, riesce a creare un nuovo mondo dove i entrambi i patrimoni smettono di essere l’uno antagonista dell’altro. Back di e con Riccardo Guratti in collaborazione con Aleksandra Lemm è un luogo potenziale dove il movimento viene trattato come la creazione di una lingua, un vocabolario in divenire, in cui la storia dei corpi e la loro simbologia appare senza mai sostare.
Fino a martedì 3 Agosto Davide De Lillis proporrà le CollaborActions – One-to-One experiences, esperienze alle quali chiunque può partecipare e che avvengono tra performer e spettatore. I due stabiliscono insieme ruoli da ricoprire, azioni da intraprendere e script da seguire durante l’esperienza stessa. La creatività e la capacità di collaborazione dei due Collabor-Actors determinano la natura e il “prodotto finale” di ogni Collabor-Action. Per questo evento è necessario prenotarsi via mail al seguente indirizzo: starway85@gmail.com oppure al numero 334.2600341.
Marco Castaldi
Addetto Stampa & OLMR

Gli Sbandieratori del Leone Rampante di Cori alle Olimpiadi del Folklore in Messico

Scritto da Marco Castaldi il . Pubblicato in Cultura, Locale, Spettacolo

Dal 30 Luglio al 7 Agosto gli Sbandieratori del Leone Rampante di Cori rappresenteranno l’Italia alla prestigiosa Folkloriada, le Olimpiadi del Folklore di Zacatecas in Messico. Nel mentre saranno impegnati anche nel Latium World Folkloric Festival. Ad Ottobre l’importante partecipazione al 46° CIOFF® World Congress.
Si preannuncia una stagione ricca di eventi e di grandi responsabilità per gli Sbandieratori del Leone Rampante di Cori. Importantissima è la partecipazione alla Folkloriada a Zacatecas in Messico. I Leoni saranno i rappresentanti italiani alle Olimpiadi del folklore, la più importante manifestazione del CIOFF® Mondiale che si svolge ogni 4 anni, organizzata dalla Sezione del CIOFF® Messico in collaborazione con il Ministero della Cultura messicano.
Anche in questa edizione, per la seconda volta consecutiva dopo la Korea del Sud nel 2012, gli Sbandieratori del Leone Rampante porteranno in alto il nome di Cori e dell’Italia alla “fiesta del mundo”. Dal 30 Luglio al 7 Agosto Zacatecas sarà il punto di convergenza di oltre 2 mila danzatori e musicisti da più di 50 Paesi dei 5 continenti che condivideranno il folklore dei loro popoli, per poi proseguire con tour messicano che li porterà a partecipare al Festival di Monterrey e al Festival di Città del Messico.
Durante questa grande manifestazione 3 giovani sbandieratori sono stati designati dal CIOFF® Giovani Italia come rappresentanti italiani durante il 7th CIOFF® World Youth Forum e a presentare le attività che il movimento italiano ha raccolto durante gli ultimi anni. Un altro importante avvenimento è il First World Forum of Directors dei gruppi folkloristici e dei Festival Cioff® che vedrà interessato come capogruppo dirigente Alessandro Saccucci.
Contemporaneamente gli Sbandieratori del Leone Rampante sono già all’opera nella decima edizione del Latium World Folkloric Festival, che li vede protagonisti sia nell’organizzazione vera e propria dell’evento, che nelle esibizioni. Il primo appuntamento è la serata Notte Bianca tra Folklore e Musica Etnica del 27 Luglio, in cui si esibirà la squadra olimpionica, che avrà così l’opportunità di salutare il paese e il Festival prima della partenza messicana. Gli altri appuntamenti sono il 3 e il 7 Agosto, apertura e chiusura del Latium World Folkloric Festival, in cui un’ulteriore squadra di Leoni salirà sul palco del Festival corese.
Sulla scia dell’adesione a pieno titolo nel CIOFF® Mondiale e Italiano, il Leone Rampante parteciperà attivamente al 46° CIOFF® World Congress che si terrà in Italia a Fiuggi dal 3 al 13 Ottobre 2016 e vedrà coinvolte le cariche massime del CIOFF® Mondiale e delle numerosissime Sezioni straniere. Si delinea quindi un periodo denso di oneri e onori che ha alla base l’integrazione, la condivisione il confronto tra giovani di tutto il mondo, linee guida del Progetto Giovani Nel Mondo di cui gli Sbandieratori del Leone Rampante di Cori sono promotori.
Marco Castaldi
Addetto Stampa & OLMR

I Torneo Baby Palio: i bambini dei tre Rioni di Cori e la Comunità si sfidano a calcio a 5

Scritto da Marco Castaldi il . Pubblicato in Calcio, Locale

Venerdì 29 e sabato 30 Luglio, dalle ore 10:00, palla al centro nel campetto sportivo della scuola calcio ASD Montilepini di via del Soccorso. Dopo lo svolgimento della finale i giocatori delle quattro squadre potranno assistere gratuitamente al Palio di S.Oliva che si svolgerà sabato 30 Luglio dalle ore 19:00 allo Stadio comunale di Stoza.
Prima dell’attesissimo Palio di S.Oliva le tre contrade di Cori (Porta Ninfina, Porta Romana, Porta Signina) e la Comunità si sfideranno in un quadrangolare di calcio a 5 nel I Torneo Baby Palio organizzato nell’ambito del programma del Carosello Storico dei Rioni di Cori dall’ASD Montilepini Calcio, società affiliata con U.S. Latina Calcio e Academy Coaching Calcio Italia, patrocinato da Opes Italia e Broker Sport. Venerdì 29 e sabato 30 Luglio, dalle ore 10:00, palla al centro nel campetto sportivo della scuola calcio di via del Soccorso.
Per una volta niente costumi rinascimentali, cavalli e pugnali. Cavalieri e cortigiani siederanno in panchina, al loro posto scenderanno in campo i piccoli delle categorie 2005/06, 2007/08, 2009/10, con i completi sportivi realizzati per l’occasione. Dopo le epiche battaglie folkloristiche, tra maestose sfilate, entusiasmanti corse all’anello e allegre feste di porta, va in scena lo sport, con l’originale derby stracittadino. Quattro formazioni si affronteranno per difendere e onorare i propri simboli e colori. Sugli spalti la solita bolgia. Il caldissimo tifo dei contradaioli accoglierà i giocatori a suon di motti e li sosterrà in ogni match intonando i tradizionali inni rionali.
Chi alzerà al cielo il trofeo I Torneo Baby Palio? I rossoblu che si sono aggiudicati il palio Madonna del Soccorso 2016 o i gialloceleste che lo stesso palio l’hanno vinto nel 2015? I gialloverdi che lo scorso anno conquistarono il Palio di S.Oliva oppure i giallorossi della Comunità che nel corteo storico precede sempre le tre porte? Quattro agguerriti contendenti, un solo vincitore. Sarà una grande festa all’insegna del sano agonismo e del fair play. Dopo la gara il terzo tempo suggellerà l’amicizia tra i concittadini delle tre diverse contrade del paese.
Nelle due giornate i partecipanti e i loro familiari potranno mangiare al punto ristoro del campo o nei ristoranti convenzionati (Jo Botto, Checco, Zampi) a prezzo e menù tradizionale concordati. Dopo lo svolgimento della finale di sabato i bambini delle quattro squadre potranno assistere gratuitamente al Palio di S.Oliva che si svolgerà dalle ore 19:00 allo Stadio comunale di Stoza. Per maggiori informazioni ed iscrizioni: 339.7193718 – 393.3367162.
Marco Castaldi
Addetto Stampa & OLMR

Da Cori a Tortosa: viaggio nel Rinascimento spagnolo con gli Sbandieratori dei Rioni

Scritto da Marco Castaldi il . Pubblicato in Cultura, Locale

Dal 21 al 24 Luglio i maestri nell’arte del maneggiar l’insegna contribuiranno a ricreare atmosfere d’altri tempi in una delle rievocazioni storiche più importanti della Spagna.
Nell’anno del 50° anniversario della loro fondazione, prosegue il tour internazionale degli Sbandieratori dei Rioni di Cori. Prossima tappa, la Spagna, dove sono attesi in Terragona, nella città di Tortosa per la Festa del Rinascimento che si svolgerà dal 21 al 24 Luglio. È dal 1996 che a metà di questo mese, nella località sita nella comunità autonoma della Catalogna, le lancette tornano indietro nel tempo, al XVI secolo.
Durante questi giorni le strade e le facciate della cittadina che si specchia nel fiume Ebro vengono decorate con arazzi, tappeti, torce e stendardi; gli abitanti indossano abiti d’epoca e coccarde con i colori dei diversi quartieri; i commercianti espongono nelle bancarelle all’aperto e nei ristoranti si preparano le ricette di una volta. Una comunità intera partecipa attivamente a questa rievocazione, ricreando l’ambiente tipico rinascimentale e un’atmosfera che esalta i tesori architettonici e multiculturali custoditi entro le sue mura medievali.
Il programma comprende diverse attività e una serie di spettacoli che coinvolgono artisti e attori, durante i quali è consuetudine anche dare dimostrazione al pubblico di professioni, usi e tradizioni di un’antica quotidianità. Uno dei principali momenti di attrazione della manifestazione è il Desfile y Parada de Armas en Honor de las Banderas de la Ciudad y la Veguería che si snoda in un tripudio di suoni e di colori attraversando l’affascinante centro storico di Tortosa.
In una simile cornice storica non potevano mancare gli Sbandieratori dei Rioni, eredi e custodi di quell’arte del maneggiar l’insegna presente a Cori fin dal XV secolo, oggi sapientemente innovata nel rigoroso rispetto della tradizione. I Rioni arricchiranno la Festa del Rinascimento di Tortosa con la loro maestria nel riproporre il giuoco della bandiera, di origine militare e religiosa, con costumi, insegne, strumenti musicali e simbologia che rispecchiano fedelmente quelli della seconda metà del 1500.
Marco Castaldi
Addetto Stampa & OLMR

Il Latium Festival avrà il logo del Giubileo della Misericordia

Scritto da Marco Castaldi il . Pubblicato in Religione

L’ambito riconoscimento è stato comunicato da Monsignor Rino Fisichella al Presidente Tommaso Ducci, mentre si stanno ultimando i preparativi dell’edizione 2016 in programma dal 26 Luglio al 7 Agosto. Attesi 8 gruppi internazionali da tutti i Continenti.
Sarà un Latium Festival – Musiche e Danze popolari del mondo per una cultura della Pace – CIOFF® edizione 2016 targato Giubileo della Misericordia – Misericordes Sicut Pater. Il Festival di Cori – e non solo – ha ottenuto il patrocinio dell’evento più importante dell’anno. L’Arcivescovo Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione, nominato da Papa Francesco guida del Giubileo della Misericordia, lo ha comunicato personalmente al Presidente Tommaso Ducci, che ne aveva fatto richiesta: «Rilevando l’indubbio valore culturale dell’iniziativa, con piacere concedo il patrocinio di questo Dicastero all’iniziativa. Al contempo, autorizzo l’uso del logo ufficiale del Giubileo».
Grande soddisfazione da parte degli organizzatori ufficiali del Festival, in primis il Comune di Cori, la Pro Loco di Cori e l’Associazione Culturale “Festival della Collina” di Cori. «Nell’ambito delle cose che saranno organizzate durante l’edizione 2016 della kermesse del folklore mondiale legata al CIOFF® e all’UNESCO – spiega Ducci – abbiamo ritenuto necessario insieme all’Amministrazione comunale di Cori chiedere questo patrocinio. Così abbiamo scritto una lettera al Rev.mo Monsignor Rino Fisichella, pensando che il Festival non solo dovesse essere promosso nell’ambito del Giubileo della Misericordia, ma avere anche il marchio».
La risposta non era scontata: per ottenere questo patrocinio bisogna organizzare iniziative in linea con lo spirito del Giubileo, in attinenza con la pace e il dialogo interculturale – tra le altre cose – e senza fini di lucro. «Potremo mettere il marchio del Giubileo nei manifesti, nella brochure, nei pieghevoli – continua Ducci – usarlo per le iniziative». Sempre però dopo il placet del Vaticano, molto scrupoloso da questo punto di vista, perché il logo è ambito. Il prestigioso riconoscimento è giunto dopo l’adesione della Presidenza della Repubblica e dei Patrocini della Commissione Nazionale Giovani per l’Unesco, dall’Associazione Europea delle Vie Francigene, del Comitato Via Francigena del Sud e dalla Fondazione Roffredo Caetani di Sermoneta.
Tutto ciò mentre si stanno effettuando gli ultimi preparativi prima dell’inizio del Latium Festival 2016 che si svolgerà dal 26 Luglio al 7 Agosto, e che ospiterà 8 gruppi internazionali provenienti da tutti i Continenti. Un’edizione che si prospetta tra le più interessanti di sempre. Nell’anno in cui Papa Francesco invita i fedeli a riscoprire i Cammini di Fede e a compiere un breve pellegrinaggio verso la Porta Santa, come segno del desiderio profondo di vera conversione, appello promosso anche dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, l’Organizzazione del Latium Festival ha predisposto una serie di iniziative per il raggiungimento degli obiettivi giubilari.
In particolare, la mattina del 3 Agosto, tutti i gruppi del Festival parteciperanno all’Udienza pubblica di Sua Santità in Vaticano, con il sostegno spirituale di Don Giorgio Lucaci. Nella mattinata del 7 Agosto invece sarà celebrata la Messa Solenne domenicale, sempre da don Giorgio Lucaci, presso la Collegiata di Santa Maria della Pietà a Cori, una delle più antiche ed importanti chiese della città coinvolte nei secoli passati dai Cammini di Fede, con la partecipazione diretta dei gruppi internazionali, tra letture e canti, anche di diversa estrazione religiosa, all’insegna della pace, del dialogo interculturale ed interreligioso.
Infine, il 3 Agosto si terrà la Conferenza: “Pellegrini, ponte tra mondi diversi” con l’intervento di rappresentanti della Chiesa, della Diocesi Latina – Terracina – Sezze – Priverno e di esperti nel campo dei cammini e delle tradizioni popolari, come il dott. Marco Aguiari, Presidente del Comitato Via Francigena del Sud, oltre all’evento “Mille Passi lungo la Via Francigena” con la riscoperta in ambito locale delle chiese visitate nei secoli dai pellegrini e dei maggiori monumenti architettonici di Cori. «Abbinando il Latium Festival al Giubileo della Misericordia – conclude Ducci – avremo un grande valore aggiunto dal punto di vista della promozione territoriale».
Marco Castaldi
Addetto Stampa & OLMR