Archivio Autore

inpress

INpress è un ufficio stampa virtuale per la comunicazione di eventi, prodotti o servizi.

Dal 17 al 20/10 Licodia Eubea capitale internazionale del Cinema Archeologico con la IX Rassegna del Documentario e della Comunicazione Archeologica

Scritto da inpress il . Pubblicato in Arte, Cultura, Geografia

Dal 17 al 20 ottobre Licodia Eubea (CT) sarà la capitale internazionale del Cinema Archeologico. Da giovedì 17 ottobre prenderà il via la IX edizione della prestigiosa Rassegna del Documentario e della Comunicazione Archeologica, uno dei più importanti festival cinematografici italiani (l’unico nel sud Italia) dedicato alla divulgazione dell’Antico attraverso le arti visive. Diciotto le opere in concorso, tra documentari, docu-fiction e film di animazione, di cui 7 straniere; 4 anteprime nazionali, oltre 13 ore di proiezioni e un ricco calendario di eventi collaterali.
Sono questi i numeri della manifestazione organizzata negli spazi polifunzionali dell’ex chiesa di San Benedetto e Santa Chiara dall’Associazione Culturale ArcheoVisiva in collaborazione con l’Archeoclub d’Italia di Licodia Eubea “M. Di Benedetto” e con il sostegno della Sicilia Film Commission (programma Sensi Contemporanei).

«Quest’anno – spiegano i direttori artistici Alessandra Cilio e Lorenzo Daniele – il palinsesto dei film in concorso al festival è particolarmente ricco e vario. Andremo alla ricerca dei Neanderthal per comprendere i loro spostamenti e i loro usi e costumi, con le ricostruzioni in 3D calpesteremo il terreno in cui si svolse la battaglia di Canne, ci sposteremo in Giordania per rivivere la battaglia di Jerash, cercheremo di comprendere il significato enigmatico delle stele di Cabeço da Mina in Portogallo, attraverseremo la penisola italiana per raccontare l’esperienza eremitica, e ancora ci inoltreremo sulla riva destra del fiume Danubio alla comprensione della cultura di Vučedol risalente al tardo terzo millennio a.C., ci inabisseremo nei fondali dell’Adriatico per rivivere un capitolo dimenticato dell’Unità d’Italia, la battaglia di Lissa. Questo e molto altro in un festival che consente agli spettatori di viaggiare, conoscere il mondo e scoprire l’Antico attraverso il cinema».

Tre i premi, conferiti nella serata conclusiva: il premio “Archeoclub d’Italia” al film più votato dal pubblico; il premio “ArcheoVisiva” assegnato al miglior film da una giuria di qualità; il premio “Antonino Di Vita” conferito dal comitato scientifico a una personalità che si è distinta nella divulgazione dell’Antico. La Rassegna, infatti, si rivolge non soltanto agli addetti ai lavori ma anche a un pubblico più ampio, con l’obiettivo di trasmettere agli spettatori la passione per la conoscenza del mondo antico e la tutela e valorizzazione dei beni culturali attraverso forme di comunicazione più accattivanti.

Cinema a tema archeologico, dunque, ma non solo: il calendario della manifestazione prevede anche incontri di archeologia, workshop sulla comunicazione dell’Antico attraverso i nuovi media, laboratori didattici per le Scuole, una mostra fotografica (in collaborazione con il gruppo fotografico “Obiettivo Grammichele”), una esposizione di costumi teatrali (con Ariana Talio), visite guidate al Museo etno-antropologico, degustazioni enogastronomiche, escursioni sul territorio e tanto altro. Qui il link al programma completo, con la sinossi dei film in concorso. L’ingresso alla manifestazione è gratuito.

Info e contatti
Rassegna del Documentario e della Comunicazione Archeologica
Licodia Eubea
tel (+39) 0931.994877
mob (+39) 340.4740609
email: direzioneartistica@rassegnalicodia.it
website: www.rassegnalicodia.it

Pet & Breakfast, nasce la prima pensione per gatti in provincia di Ragusa

Scritto da inpress il . Pubblicato in Aziende, Lifestyle

Modica (RG) – Addio stress da vacanza per i possessori di gatti. Da sabato 16 marzo si inaugura Pet & Breakfast, la prima pensione in provincia di Ragusa studiata da Tecnonatura (Piazzale Bruno, SS. 115) per la felicità e il relax dei nostri amici felini. E per quella dei loro proprietari che potranno allontanarsi, per brevi o lunghi periodi, senza il pensiero di dover trovare qualcuno disposto ad accudire il gatto fino al loro ritorno.

Il Pet & Breakfast per gatti offrirà un ambiente adatto, progettato partendo proprio dall’indole felina, dalle sue abitudini e dalle sue esigenze, con spazi dedicati al suo benessere e al relax. Con personale specializzato e una cura particolare all’alimentazione.

«Il gatto è un attento osservatore che ama scrutare dall’alto il territorio – spiega Marisa Gugliotta, titolare di Tecnonatura – Per questo abbiamo sviluppato dei box in altezza con arricchimenti ambientali di vario tipo: dal ponte tibetano alle scalette, dai nascondigli ai pensili, per dargli uno spazio in cui sentirsi al sicuro e rilassato. Ogni gatto ha a disposizione una lettiera personale, ciotole e tiragraffi. Anche questo oggetto non deve mai mancare in un posto abitato dal gatto, per dargli la possibilità di assecondare le sue esigenze di graffiatura e marcatura. Gli oggetti sono tutti realizzati in legno e materiali naturali. Un sottofondo musicale rafforzerà la sua tranquillità».

La pensione sarà gestita da personale specializzato, capace di entrare in simbiosi con le esigenze del gatto, ma rispettando il suo bisogno di indipendenza. «Il gatto – continua la titolare – nonostante il lungo processo di domesticazione che lo ha portato a trasformarsi in un ottimo animale da compagnia, mantiene comunque un’indole “avventurosa”. Per questo, è necessario fornirgli anche un habitat ricco di stimoli».

Il nostro amico a quattro zampe potrà avere una dieta ricca e nutriente, ma anche continuare a mangiare i cibi preferiti come se fosse a casa: anche questo è un elemento che contribuirà a alla sua serenità. Inoltre, si garantirà cura e igiene del gatto.

In occasione dell’inaugurazione che si protrarrà tutto il giorno, sarà presente dalle 11 alle 13 Valentina Marletta veterianaria e consulente nutrizionale di Tecnonatura. I possessori di gatti potranno visitare la struttura, ricevere informazioni necessarie e anche dei simpatici omaggi per i loro animali.

Info e contattiTecnonatura
S.S. 115 / KM 340,200 – 97015 Modica (RG)
info@tecnonatura.com
0932­ 762750­

StandArtUnico, al via un innovativo servizio per promuovere l’arte

Scritto da inpress il . Pubblicato in Arte, Aziende

Siracusa – Un innovativo servizio che trasforma locali e attività commerciali in una sorta di galleria d’arte diffusa dove gli avventori, affascinati dal piacere estetico e dall’emozione del bello, possono ammirare le opere esposte e persino decidere di acquistarle. È StandArtUnico, il servizio di noleggio di opere d’arte lanciato dal linker art Benedetto Speranza dell’atelier Artigia e già sperimentato con successo da b&b e ristoranti.

StandArt Unico, ancor prima d’essere un nuovo servizio per aziende, attività commerciali e professionisti, è un concetto: l’arte è capace di rendere ogni cosa unica, originale e irripetibile. Ma l’acquisto di opere d’arte comporta spesso rischi e costi proibitivi per le aziende.

Il noleggio, invece, offre maggiori vantaggi a costi assai più contenuti. Noleggiare opere d’arte di artisti affermati, significa trasformare un ambiente impersonale in un luogo esteticamente gradevole, renderlo unico e riconoscibile. Così da differenziarsi sul mercato. Significa anche poter effettuare una rotazione delle opere come nei musei o nelle gallerie d’arte, rinnovando periodicamente l’estetica degli ambienti e stimolando la curiosità artistica dei clienti e invogliarli a tornare. Il canone di noleggio dell’opera è interamente detraibile, come previsto dal Decreto Legge n. 35 del 14/03/2005. E comprende le spese, di trasporto e allestimento. Inoltre,
chi prende a nolo un’opera d’arte ha anche la possibilità di venderla al pubblico, ricevendo una percentuale di intermediazione compresa tra il 10 e il 30 %. Il servizio offre anche la possibilità di personalizzare e rendere unici oggetti d’uso comune, come sedie, panche, ecc. con un tocco d’artista: da standard a unico attraverso l’arte.

Insomma, il progetto è concepito in un’ottica tale per cui tutte le parti coinvolte centrano i propri obiettivi. Gli artisti e il noleggiatore aumentano la circolazione delle opere e dunque le probabilità di vendita. Le attività commerciali diventano luoghi unici, più riconoscibili e più attraenti agli occhi dei clienti. Il pubblico, infine, ha un’opportunità in più di fruizione estetica e all’occasione può anche acquistare l’opera. L’iniziativa, che nei Paesi anglosassoni vanta già una lunga tradizione, coinvolge al suo esordio siracusano il ristorante Divino Mare di Via Lanza 10 a Ortigia, accanto all’Antico Mercato, e il B&B Divino Mare apartment che hanno reso uniche le pareti dei locali con alcune opere del maestro Salvatore Accolla.

«Da quando Benedetto ci ha parlato del maestro Accolla – spiegano i titolari Fabrizio e Lucia – abbiamo subito sposato il progetto, che oltre dare visibilità
all’artista riesce a fare da vetrina anche alle nostre strutture. Il percorso che proponiamo parte dalla borgata, dove sono posizionati i nostri appartamenti che si affacciano sul molo di Santa Lucia. Gli ospiti che verranno a trovarci avranno la possibilità di vedere un’esposizione delle opere del maestro siracusano, consultare il catalogo e ricevere informazioni sull’artista nella loro lingua. Daremo, inoltre, la possibilità di utilizzare gratis delle bici per girare la città, che potranno essere ritirate al Divino Mare. Piccolo ma delizioso ristorante all’interno del Mercato di Ortigia, tra i più colorati e folcloristici della Sicilia. All’interno ospitiamo delle tele del Maestro che riempiono le pareti rendendole colorare e bellissime. Alla fine di ogni pasto, regaliamo delle cartoline con opere dell’artista e l’indirizzo di Artigia. Altre idee e collaborazioni sono certo verranno fuori da questo meraviglioso Mondo».

Info e contatti

Artigia Atelier d’Arte
Via Resalibera 2
Siracusa
393 995 9249

Art e Design made in Italy in una popup gallery di Ortigia

Scritto da inpress il . Pubblicato in Arte, Cultura

Siracusa – Uno showroom di respiro nazionale trova una vetrina d’eccezione nell’isolotto di Ortigia. Si tratta di una popup galleria che dal 15 gennaio espone temporaneamente negli esclusivi locali del “Moon – Move Ortigia Out of Normality”, in via Roma 112, a Siracusa. Protagonisti del salone sono originali oggetti di design e veri e propri pezzi d’arte che due note società, la Superego e la Poliedrica, hanno deciso di mettere in mostra in un contesto incantevole come il centro storico di Siracusa.

Il progetto “Moon. PopUp Design & Art Gallery” vede coinvolti, almeno fino ad aprile prossimo, i due brand nel comune intento di riconoscere nel territorio aretuseo una location unica, ricca di interesse turistico e aperta alle novità artistiche contemporanee.

Superego è una società che da anni opera nel campo del design e delle arti decorative, realizzando edizioni limitate, sia come brand Studio Superego sia insieme a designers italiani famosi a livello internazionale come Andrea Branzi, Alessandro Mendini e Massimo Giacon. Con quest’ultimo l’azienda aderisce al progetto “designer toy movement”, un movimento artistico che unisce la carica emozionale del giocattolo agli elementi propri del design, le illustrazioni pop alla icone della cultura di strada.

Poliedrica, con sede a Pomezia (in provincia di Roma), è una società storica nell’ambito dell’arredamento e del design in plexiglass. Ricerca del dettaglio, qualità ed eleganza si concentrano nelle attente soluzioni per la qualificazione degli spazi. Da circa cinquant’anni, l’azienda mette a frutto importanti collaborazioni con famosi artisti ed esperti del design quali Jean-Claude Farhi, Hervé van der Straeten e Benedetta Bruzziches, e significative produzioni per marchi di livello internazionale (Cartier, Calvin Klein, Dolce & Gabbana).

L’esposizione al “Moon. PopUp Design & Art Gallery” si apre alla realizzazione di incontri tra artisti di alto spessore creativo. Uno degli eventi in programma è previsto per venerdì 2 marzo alle ore 19 in un contesto già in parte presente: la mostra di opere di Davide Bramante, artista visivo e fotografo siracusano di fama internazionale, e del romano Marco Pettinari, talentuoso pittore, scultore e designer di mobili e complementi di arredo, proveniente dalla scuderia Poliedrica e stretto collaboratore di Superego. Durante la serata, in cui si potrà gustare un piccolo aperitivo e ascoltare buona musica, Davide Bramante presenterà i lavori del fotografo siracusano Alessandro Bella, che si inseriscono nell’ambito di un progetto personale chiamato PIM (Pensieri in Movimento).

Per informazioni:

Moon. PopUp Design & Art Gallery

via Roma 112, Siracusa

marco.pettinari72@gmail.com

+39 333 655 6004

www.poliedrica.net ; www.superegodesign.com

“Natale con l’arte in Via della Spiga”, Guido Cicero espone a Milano nel “quadrilatero” della moda

Scritto da inpress il . Pubblicato in Arte, Cultura

Milano – Dal 15 al 31 dicembre un’opera dell’artista modicano Guido Cicero, dal titolo “Esser donna”, sarà esposta in mostra nei locali della Galleria d’arte contemporanea D Studio, in Via della Spiga 7, nell’ambito della collettiva “Natale con l’arte in Via della Spiga”, a cura di Giorgio Gregorio Grasso, critico d’arte e curatore di alcuni padiglioni della Biennale di Venezia. La mostra sarà inaugurata venerdì 15 alle ore 18, alla presenza dell’artista modicano. Hanno assicurato la loro partecipazione anche diverse Associazioni di siciliani a Milano, tra cui “Casa Giara” con il suo presidente Pippo Puma.

Per Cicero si tratta di un’importante vetrina, dal momento che lo spazio espositivo ha sede in una delle vie più lussuose dello shopping e dell’alta moda, nel celebre “quadrilatero” milanese. L’invito a esporre è arrivato a compimento di un anno ricco di soddisfazioni per l’artista modicano, che ha già “collezionato” la partecipazione alla mostra allestita a Palazzo Ca’ Zenobio degli Armeni a Venezia nell’ambito della 57 Biennale e al “Premio Internazionale d’Arte Contemporanea” della MAG – Mediolanum Art Gallery di Padova. L’opera esposta vuole essere appunto un omaggio alla donna, nel cuore milanese dell’alta moda.

“Esser donna”, dipinta con colori acrilici su tela, è stata realizzata in occasione della scorsa giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Ritrae una figura femminile assorta nei suoi pensieri. L’artista affida la trasposizione su tela di tali sentimenti ed emozioni ai veloci colpi di pennello, agli spruzzi di colore e alle tinte accese che “illuminano” lo sfondo scuro, aprendo un varco che consente allo spettatore di cogliere l’anima e l’essenza del soggetto rappresentato. Nel suo stile pittorico si fondono, in una sintesi originale, suggestioni del post impressionismo e dell’astrattismo, del dripping pollockiano e del realismo.

Inoltre, alcune opere di Guido Cicero dedicate al binomio arte ed eleganza si potranno ammirare dall’8 al 25 dicembre nelle vetrine del negozio di abbigliamento Azzarrelli, sul Corso Umberto I a Modica.

Info e contatti
sito web: http://guidocicero.guidocicero.it/
mail: guidocicero52@gmail.com
cell: 338 8614677

“Quintessenza”, tradizione e Assoluto nelle donne di Eliana Adorno

Scritto da inpress il . Pubblicato in Arte, Cultura

Floridia (SR) – La ceramica come mezzo di espressione dell’anima. “Quintessenza”, personale di Eliana Adorno sarà inaugurata domenica 17 dicembre alle ore 19 al Museo etnografico “Nunzio Bruno” in Piazza Umberto I, 27 a Floridia. Un vernissage che vedrà coinvolti lo staff dell’esposizione permanente floridiana, Daniela Frisone, giornalista e studiosa di avanguardie letterarie siciliane e Sebiano (Sebastiano Failla), batterista e percussionista jazz.

Una sessantina di opere dell’artista della ceramica e del decoro Eliana Adorno verranno presentate nell’ambito delle iniziative promosse nel territorio ibleo dal Centro studi di Ricerche popolari Xiridia, ente privato gestore del museo. La direzione del Museo etnografico “Nunzio Bruno”, che dal 2005 raccoglie il lavoro di ricognizione sull’antica vita contadina, da anni intesse una fitta rete di partenariati con istituzioni scolastiche e culturali ma soprattutto si distingue per aver contribuito alla fondazione della “Rete museale della cultura iblea” (REMCI) e del “Sistema Rete museale Iblei”, per la quale svolge la funzione di coordinamento.

Tra le tappe più significative del percorso artistico di Eliana Adorno spicca il suo intervento nel 2003 alla collettiva “La Table du Musèe” al Museum Expressions al Palais des Congrès di Parigi, dove nel 2005 partecipa alla mostra “La Sicilia”. Quelli furono gli anni in cui il Palais des Congrès espone in modo permanente le opere dell’Adorno nell’ambito di “Casa Sicilia”, grazie a un partenariato con il Museo regionale della ceramica di Caltagirone. Una menzione d’onore spetta alla presenza dell’artista nel 2005 all’allestimento “Tra Vele e Venti, rotte mediterranee della ceramica” in occasione dell’American’s Cup, a Trapani. Nel 2007 Eliana Adorno è nominata tra le “Eccellenze artigiane iblee” nella mostra permanente dell’artigianato artistico alla Camera di Commercio di Siracusa e l’anno successivo nell’ambito di un’esposizione permanente di manufatti in ceramica e vetrofusione alla Galleria dell’eccellenza artigiana ne “La Cittadella del Mastro Artigiano”a Prarolo (VC).

Il titolo della mostra celebra il concetto di “etere” o “quintessenza”, che nella filosofia aristotelica rappresentava il quinto elemento, dopo l’aria, l’acqua, la terra e il fuoco. Il più puro, l’immateriale o lo spirituale, che nella concezione artistica di Eliana Adorno rievoca la sacralità della donna in quanto simbolo di bellezza terrena, di maternità come tradizione, di specchio dell’Assoluto poiché è assimilabile a un’entità sfuggente e permanente. Come scrive Daniela Frisone nel testo presente nella brochure della mostra: «Un accostamento sinergico che allude all’essere femminile in quanto madre, sorgente di vita e sentiero indecifrabile di bioritmi alchemici. E l’alchimia è una delle fonti che inconsciamente gravitano nell’opera di Eliana Adorno. Non è magia nel senso sintattico del termine, la sua è evocazione, rito interdetto, pensiero naturalmente indefinito. I colori gravitano attorno ai corpi presagendo sentimenti, e più sono freddi più sanno di etere, di assoluto. Caldi, piuttosto, rientrano nel dominio dell’umano, della falce di grano, del succo della vite, del sapore del fiato. E le fasce sono corde che opprimono i silenzi, le parole non dette, le ansie taciute».

Durante il vernissage di “Quintessenza” Sebiano, musicista jazz di alta formazione artistica che vive e lavora tra Floridia e Milano, dove si esibisce in teatri come il Dal Verme e lo Strehler, riprodurrà i suoni liquidi ed evocativi degli udu, strumenti antichissimi presenti in tutte le culture del mondo. Abilmente realizzati da Eliana Adorno, gli udu erano utilizzati nell’antichità per portare l’acqua e venivano suonati nei rituali funerari esclusivamente dalle donne.

La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 7 gennaio 2018 tutti i giorni (compresi i festivi) dalle ore 17 alle 20.

Info e contatti
Ceramiche e Decori
Via Silvio Pellico, 76 – Floridia (Sr)
339 2673235
https://www.facebook.com/eliana.adorno.7

Museo etnografico Nunzio Bruno
Piazza Umberto I, 27 – Floridia (Sr)
389 5122009
www.museofloridia.it

Premio Vitaliano Brancati, consegnati a Torino i riconoscimenti per il 2017

Scritto da inpress il . Pubblicato in Cultura

Torino – Il Circolo della Stampa di Torino, ieri sera, ha ospitato la cerimonia di consegna del prestigioso Premio internazionale di giornalismo ‘Vitaliano Brancati’. Il premio, giunto alla settima edizione, viene organizzato fin dal 2004 dall’associazione culturale ‘Vitaliano Brancati’ tra Pachino, paese di nascita dello scrittore, Siracusa e Torino, per promuoverne la figura e l’opera. A ricevere l’importante riconoscimento per il 2017 sono stati Andrea Restek, giornalista e fotoreporter di guerra, Michele Ruggiero, giornalista RAI, e Alessandro Galavotti, responsabile della redazione torinese dell’ANSA. Premi speciali, inoltre, sono stati assegnati allo psichiatria Alessandro Meluzzi, al criminologo Biagio Carillo e allo scrittore Antonio Foccillo.
La serata è stata presentata da Giovanni Firera, presidente dell’associazione culturale Vitaliano Brancati e da Giuseppe Baldino, Presidente pro-tempore del Premio. Madrina della serata è stata l’onorevole Paola Bragantini.

«Questa settima edizione – ha dichiarato Giovanni Firera, presidente dell’Associazione culturale – ha visto giornalisti e scrittori d’eccellenza premiati nel nome di Vitaliano Brancati. Il Circolo della Stampa è stato il luogo ideale per parlare del grande scrittore siciliano. Il rispetto della verità nel mondo del giornalismo come antidoto alle fake news è stato l’argomento che ha caratterizzato la serata di premiazione. Un grazie al Presidente del Premio della serata, Giuseppe Baldino, grande uomo di cultura piemontese, che si è calato perfettamente nei panni del pensiero Brancatiano. La madrina , l’On. Paola Bragantini, è stato poi il giusto corollario a una serata di prestigio dedicata a Vitaliano Brancati».

Per Baldino, Presidente pro-tempore del Premio Brancati si è trattato di «Una serata particolare, sia nel ricordare le opere e il pensiero del grande scrittore siciliano Vitaliano Brancati, sia per i grandi personaggi presenti alla manifestazione di premiazione. È stato un grande onore, anche se per una sera, vestire i panni di Presidente del Premio Brancati. Uno scrittore che ho sempre letto ed apprezzato. Una serata , per certi versi, magica dove il linguaggio della cultura ha unificato storie, uomini e pensieri».

Nell’albo d’oro del premio figurano, per le passate edizioni, Laura Cannavò, giornalista Mediaset; Filippo Cosentino, giornalista RAI; Lorenzo Del Boca, già presidente dell’Ordine Giornalisti; Mustafà Nano, scrittore e giornalista albanese (Pachino, 2005); Giovanni Minoli, giornalista e conduttore Rai; Paola Saluzzi, giornalista e conduttrice TV; Franco Siddi, presidente della Federazione nazionale della Stampa Italiana; Younis Tawfik, scrittore e giornalista iracheno (Siracusa, 2007); Magdi Cristiano Allam, parlamentare europeo e giornalista; Gianni Oliva, storico; Giorgio Calabrese, nutrizionista; Gigi Ronsisvalle, FNSI (Pachino, 2011); Bruno Bernardi de La Stampa; Darwin Pastorin, direttore Quartarete tv; Giovanni Rossi, presidente nazionale FNSI; Salvatore Tropea de La Repubblica; Carlo Morrone, editore (Torino, 2014); Massimo Giletti, giornalista e conduttore Rai; Corradino Mineo, direttore Rai News 24; Ettore Boffano, vicedirettore de Il Fatto Quotidiano e Tonia Cartolano, inviata Sky TG 24 (Pachino, 2015); Alessandra Comazzi, giornalista, critico televisivo de La Stampa, presidente dell’Associazione Stampa Subalpina; Beppe Fossati, direttore responsabile di Cronacaqui; Gianpaolo Ormezzano, già direttore responsabile di Tuttosport, editorialista de La Stampa, commentatore e opinionista televisivo (Torino, 2016).
(foto di Tommaso Chiarella)

Info e contatti
Giovanni Firera
Associazione culturale “Vitaliano Brancati”
Via Volpiano 5 – Torino. Tel. 393 9066586

“Oltre”, le poesie di Roberta Gelsomino nel solco di Alda Merini

Scritto da inpress il . Pubblicato in Libri

Versi che riflettono un vissuto profondo e intenso e raccontano tra le righe l’esperienza diretta della malattia psichiatrica. Li ha scritti la poetessa milanese Roberta Gelsomino in “Oltre”, una raccolta di poesie, pubblicata dalla casa editrice Eventualmente di Nicola Rampin, con sede a Comiso, in Sicilia.
La piccola casa editrice indipendente, nel corso dell’attività di scouting di giovani autori e nuovi talenti, è riuscita a trovare in Roberta Gelsomino un’autrice dalle grandi potenzialità, il cui percorso biografico e letterario sembra ripercorrere quello della poetessa e scrittrice Alda Merini.

Roberta Gelsomino (Milano, 1979), diplomata in Grafica pubblicitaria, annovera tra le sue passioni la scrittura, l’arte e il disegno. “Oltre” è il suo sesto libro di poesie. Lo precedono “Pietre” (2013), “Fiammelle” (2014), “Per anche solo un cuore” (2015), “Primavera” (2015), “Diamanti” (2016), tutti pubblicati dalla casa editrice ragusana. «Il mio percorso accidentato – spiega l’autrice – mi ha confinata all’esperienza psichiatrica. Ma ho deciso di prendere in mano la mia vita e venire al mondo, anche se sono giorni difficili. Mi piace tantissimo disegnare e scrivere, risorse magiche che utilizzo anche in questi giorni. Il nuovo libro è il frutto di tutto questo: è una raccolta di poesie che ho selezionato tra quelle scritte dal 2016 al marzo 2017. “Oltre” non solo verso i miei sogni, ma anche oltre i miei limiti mentali che sto affrontando giorno dopo giorno. Le poesie raccontano questo andare “oltre” in molti altri aspetti della vita».

“Oltre” fa parte della collana di poesie “Frangipani” che raccoglie opere di autori italiani emergenti. Il volume comprende venticinque liriche, tutte improntate all’esperienza personale dell’autrice. I versi si accompagnano a disegni e acquerelli della stessa autrice che li arricchiscono e li completano. Tra i temi emergono prepotenti il disagio (ne “La forza del cuore”, l’autrice si definisce «bruco e di colori spenti» in un mondo che non le appartiene), la fragilità e la vanità dell’esistenza, in quello che assomiglia sempre più a un immenso formicaio brulicante. Nella lirica “Formiche” si legge: «Corrono, le formiche corrono avanti e indietro indefesse senza troppa sosta (…) ma dove andate tutti … osservo io formica d’altro mondo passeggio con la mia foglia, quasi mi calpestate (…) Rallenta un istante, frettoloso viandante, dimmi dove vai …». Accanto a questi sentimenti opprimenti, ci sono anche la voglia di rinascere, di riappropriarsi delle speranze mai perdute e di intraprendere – scrive l’editore Nicola Rampin – un «cammino che supera le barriere umane, soprattutto interiori e proprie, come rabbia, bisogni o incertezze». La Gelsomino, riesce a «condividere i sentimenti e pensieri, nell’esistenza che è sempre un susseguirsi di sfide» .

Il libro è già disponibile nelle migliori librerie, o su IBS, Amazon e sui principali bookshop on line, oltre che sul sito dell’editore http://www.edizionieventualmente.it/
(F.C.)

Info e contatti
Editrice Eventualmente
Viale della Riscossa, 2, 97013 – Comiso (RG)
tel. 333 5025424
info@eventualmente.it
Booktrailer: https://youtu.be/EZSvi6qA5zI

 

Il patrimonio storico delle imprese come leva del marketing, master lecture a Casa Imbastita

Scritto da inpress il . Pubblicato in Aziende, Economia

Scicli (RG) – Il patrimonio storico delle imprese come leva del marketing, master lecture a Casa Imbastita
La volatilità delle imprese sta moltiplicando il valore dei brand storici. Ma fino a che punto le aziende sono consapevoli delle opportunità e degli strumenti offerti dall’Heritage Marketing per creare nuovi canali di comunicazione e di vendita? Ne parlerà Giovanni Criscione, storico e giornalista, nell’ambito di una Master lecture dal titolo “Alle radici del futuro. Heritage Marketing e valorizzazione del patrimonio storico di un’impresa”, in programma giovedì 6 ottobre alle ore 18,00 a Casa Imbastita Relaxbusiness (Contrada Imbastita 2/e).

Dagli anni Novanta a oggi è cresciuta la diffusione e l’importanza degli anniversari aziendali, dei musei e degli archivi storici delle imprese con raccolte e collezioni d’epoca, dei libri e delle campagne pubblicitarie incentrate sulla storia di un brand. Sempre più spesso, inoltre, la data di fondazione dell’azienda compare nel marchio aziendale. E si assiste alla riedizione di prodotti del passato in stile vintage, mentre le multinazionali fanno incetta di marchi storici italiani. Tutto ciò ruota attorno all’Heritage marketing, un fenomeno in ascesa che genera importanti volumi d’affari in Italia e all’estero.

Il passato, la storia e la tradizione di un’azienda hanno dimostrato di poter influenzare positivamente i processi e le relazioni sul mercato, offrendo ai consumatori un messaggio di solidità e affidabilità. Il relatore, attraverso l’analisi di casi aziendali e l’esame degli strumenti di Heritage Marketing, mostrerà come l’eredità storica di un’impresa può divenire un vantaggio competitivo sul mercato.

Giovanni Criscione, dottore di ricerca e cultore di storia contemporanea, è autore di numerose pubblicazioni e di apprezzate monografie d’impresa e collabora con l’Osservatorio Monografie d’impresa di Verona.

L’ingresso è gratuito e aperto a tutti, ma poiché i posti sono in numero limitato è necessario prenotarsi al seguente link http://www.casaimbastitacampus.it/59/

Info e contatti
Casa Imbastita Campus
Contrada Imbastita 2/E – Scicli (RG)
Tel.: 334 62 11 745
info@casaimbastitacampus.it

Inkspiration: il caso Ink. Nuove strade per il tuo business

Scritto da inpress il . Pubblicato in Aziende, Lifestyle, Tecnologia

Valerio Tagliacarne, CEO di Ink Pezzi UniciPadova – Da 4.000 a 450.000 “mi piace” organici sulla Pagina Facebook in meno di due anni. Non è una rock star. Né un idolo degli stadi. Ma un’azienda che realizza gioielli personalizzati con scritte e disegni. Si chiama Ink Pezzi Unici, ha sede a Pavia, ed è diventata un caso di studio per il mondo della vendita online.
Il suo guru, Valerio Tagliacarne, CEO e fondatore, spiegherà come ha fatto in un seminario dal titolo “Inkspiration: il caso Ink. Nuove strade per il tuo business”, in programma mercoledì 26 ottobre alle ore 15,30 presso l’Hotel SB di Padova (Via S. Marco, 11/A). L’evento è organizzato da Casa Imbastita Campus, una società di alta formazione manageriale e di consulenza di direzione per piccole e medie imprese.

Tagliacarne, imprenditore pavese, racconterà in quattro ore di formazione, come l’azienda di gioielli fondata nel 2008 è riuscita a rivedere il proprio modello di business e a “decollare” sfruttando al meglio le opportunità del web. E soprattutto fornirà strumenti pratici e d’immediata applicazione per far crescere la popolarità delle pagine aziendali e aumentarne le conversioni con una corretta strategia di social media marketing. Il seminario è rivolto a imprenditori, manager e professionisti. Per partecipare è necessario completare l’iscrizione su questo link.

«L’utilizzo degli strumenti digitali – spiega il CEO di Ink Pezzi Unici – non solo accelera la propagazione delle idee vincenti ma permette di ascoltare e individuare esigenze, problemi e suggerimenti che in passato avrebbero richiesto un dispendio di tempo, energie e denaro non sostenibile dalla maggior parte delle piccole e medie aziende. È il tempo degli “Home made brand” idee fatte in casa che, inizialmente se le filano in dieci e poi diventano un fenomeno sociale».

Un successo che fa scuola, quello di Ink Pezzi Unici. Tanto che Casa Imbastita Campus ha deciso di proporre il seminario di Valerio Tagliacarne anche nelle proprie sedi di Scicli (RG) e Ceglie Messapica (BR) rispettivamente il 2 e il 16 novembre prossimi.

Info e contatti
Casa Imbastita Campus
Silvia Brandolin (ufficio marketing)
cell. 334 6136115
s.brandolin@casaimbastitacampus.it
http://www.casaimbastitacampus.it/