Archivio Autore

Comprare Oro, Come e Perchè Conviene

Scritto da Max Gold il . Pubblicato in Lifestyle, Mercati

Comprare oro, da quando questo prezioso metallo è stato scoperto, è uno dei modi più sicuri per mantenere il valore del proprio denaro sia nel breve che nel lungo periodo. Questo metodo è stato utilizzato fin dall’antichità per la comodità con il quale questo bene può essere trasportato senza problemi di deterioramento e occupando uno spazio molto limitato.
Anche ai giorni nostri il compro oro è uno dei trend finanziari più ricorrenti nei mercati azionari mondiali, il trend dell’oro è stato spesso uno dei principali protagonisti dei mercati azionari a causa delle cicliche crisi economiche che soventi si abbattano sul sistema finanziario moderno.
Sono sempre di più gli investitori che assicurano il valore dei propri risparmi acquistando oro soprattutto quando pensano di essere prossimi nei momenti di crisi, essendo l’oro considerato da sempre il bene rifugio per eccellenza contro qualsiasi tipo di crisi non solo finanziaria ma anche politica e sociale, capace di mantenere il proprio valore anche durante i conflitti mondiali che si sono verificati nel secolo scorso.
Oltre a difendere il valore del denaro investito l’oro nei momenti di crisi ha dimostrato oltre alle sue uniche qualità di bene rifugio anche la tendenza a crescere di valore parallelamente alla perdita di valore degli altri beni di investimento tradizionali.
Nonostante le sue eccezionali caratteristiche di bene rifugio l’oro è qualcosa di diverso dal classico investimento finalizzato ad ottenere una rendita, questo perché la valutazione oro tende a scendere nelle fasi finanziarie positive quando altri beni aumentano di valore producendo guadagni.
Per chi vuole comprare oro in Italia, un aspetto da non sottovalutare è l’esenzione dal pagamento IVA. Infatti, l’oro è l’unico tipo di acquisto che non prevede il pagamento di questa imposta, che potrebbe rivelarsi particolarmente esosa per acquisti di beni di così alto valore.
Il mercato attuale offre varie possibilità per chi vuole comprare oro per investimento, la distinzione principale da fare è quella che riguarda l’acquisto di oro fisico da quello finanziario, quest’ultimo si può acquistare per mezzo di strumenti finanziari basati proprio sull’andamento della quotazione oro in borsa e permettere di investire qualsiasi cifra senza ritirare nemmeno un oncia di questo prezioso metallo.
Al contrario l’oro fisico si può acquistare sotto varie forme che dovranno essere scelte a seconda delle necessità e del tipo di investimento da effettuare, di seguito elenchiamo le varie forme di acquisto di oro fisico.
I lingotti d’oro sono preferibili per investimenti di grosse cifre di denaro e possano pesare fino kg. 12,5 kg secondo i classici standard dei mercati ufficiali.
Le monete d’oro rappresentano un metodo di investimento adatto per cifre inferiori, queste sono suddivisibili e ciò le rende estremamente pratiche sia nell’acquisto che nella vendita.
Tra gli oggetti in oro acquistabili non possiamo non menzionare i gioielli nei quali il valore dell’oro presente è minore in quanto sono realizzate con leghe auree, più resistenti all’usura dell’oro puro, in questo caso il valore del gioiello dipende anche dalla fattura e dal prestigio dell’oggetto e non esclusivamente dal peso dell’oro contenuto in essi.

Le Pepite d’Oro ed i Cercatori di Oro Alluvionale

Scritto da Max Gold il . Pubblicato in Affari, Lifestyle

Le pepite d’oro sono da sempre il sogno di ogni cercatore d’oro, sia che si tratti di cercatori professionisti o semplici appassionati il ritrovamento di una pepita d’oro è il momento magico di questa attività che ripaga degli sforzi fatti.
I cercatori d’oro si differenziano dalla attività mineraria aurifera che utilizza metodi e mezzi industriali, il cercatore d’oro di solito opera presso i fiumi e torrenti alla ricerca del cosiddetto oro alluvionale armato di un setaccio o in alcuni casi con di metal detector con il quale scansiona i letti dei torrenti in secca e le zone circostanti.
Nel corso della storia ci sono anche stati eccezionali ritrovamenti di pepite d’oro fuori misura che hanno reso ricchi i fortunati cercatori, in alcuni casi questi ritrovamenti hanno scatenato delle vere e proprie corse all’oro nelle zone dove sono state rinvenute grandi pepite.
Il record della pepita d’oro più grande appartiene ad un gigantesco blocco d’oro di ben 97 kg, questa enorme pepita è stata trovata nel 1869 nei pressi di Moliagul una piccola località nello stato di Victoria in Australia.
A questa eccezionale pepita fu dato il nome di Welcome Stranger e fu venduta all’epoca per 9000 sterline, una cifra che corrisponde a 3 milioni di dollari considerando il prezzo con il quale si compra oro attualmente.
Questo luogo dell’Australia è conosciuto per essere stato nel XIX secolo un importante bacino di oro alluvionale capace di attrarre migliaia di minatori che lavorarono per anni in questa zona mineraria aurifera.
Ritrovamenti come questo hanno indotto migliaia di persone in tutto il mondo ad intraprendere questo genere di attività sia come professione sia come hobby, nonostante la maggioranza dei cercatori d’oro riescano a trovare solo piccole quantità d’oro anche dopo molte ore di lavoro, la ricerca dell’oro alluvionale è una pratica che permette di trascorrere giornate all’aperto in mezzo alla natura in luoghi molto spesso incontaminati.
La ricerca dell’oro alluvionale senza mezzi industriali è anche una pratica perfettamente sostenibile per l’ambiente in quanto non provoca danni o inquinamento alla natura.
Per separare le piccole parti d’oro dal resto del materiale presente nei fiumi vengano utilizzati vari strumenti che variano a seconda dei casi i più utilizzati sono il canaletto e la balea, utilizzando questi mezzi con i movimenti giusti si ottiene la separazione delle particelle d’oro.
Con questi mezzi manuali per ottenere un grammo di oro è necessario filtrare vari metri cubi di acqua che variano a seconda sia della concentrazione dell’oro presente nelle acque sia dall’esperienza e la bravura del cercatore d’oro.

Oro, i Veri Motivi per cui Cresce di Valore

Scritto da Max Gold il . Pubblicato in Affari, Economia, Mercati

La valutazione oro è cresciuta costantemente in tutto il 2016, quando questo accade è solitamente il segnale che la situazione economica e finanziaria globale risente di varie negatività che portano incertezza e calo della fiducia da parte degli investitori.
Per capire meglio l’andamento futuro del valore dell’oro proviamo ad esaminare alcuni dei fattori standard che generalmente tendano a spingere al rialzo il prezzo dell’oro.
Domanda in Aumento
Come tutti gli altri beni di investimento e non anche il prezzo dell’oro è determinato dalla legge della domanda e dell’offerta, nel 2016 la domanda di oro è aumentata almeno di un quinto, questo ha inevitabilmente messo sotto pressione chi produce il prezioso metallo giallo facendo aumentare il prezzo aureo.
Uno dei fattori che ha contribuito all’aumento della domanda nel 2016 è stata la crisi delle borse cinesi che hanno spinto molti investitori privati ed istituzionali a comprare oro per difendere il valore dei capitali.
Dollaro debole
Il dollaro sta avendo un andamento al ribasso che sembra poter continuare per un periodo relativamente lungo, solo un intervento della Federal Reserve Americana potrebbe portare ad un aumento del valore del dollaro ma vista la situazione di debolezza finanziaria globale sarà difficile che l’istituto americano adotti politiche che portino il dollaro a crescere di valore.
In questo contesto di debolezza del dollaro, l’oro avrà forti possibilità di crescere di valore portandosi ad una quotazione oro sempre più alta nel corso dell’anno.
Rendimenti negativi
Il contesto finanziario mondiale rimane caratterizzato da una situazione negativa e instabile, questo ha portato molti titoli di stato che vengano utilizzati per investimento ad avere rendimenti negativi.
L’aumento dei titoli di stato internazionali considerati a rischio e le perdite finanziarie sempre più frequenti tendano a spingere gli investitori verso asset più sicuri determinando una crescita degli acquisti di oro da investimento.
Insicurezza mondiale
Il permanere dell’insicurezza nello scenario finanziario globale sta determinando negli investitori un sentimento di fiducia sempre più difficile da contrastare, anche i continui tentativi delle banche centrali di rassicurare i mercati azionari sembrano ormai non ottenere molti risultati nel fermare una crisi di sfiducia crescente.
Basta una qualsiasi notizia economica negativa per provocare ulteriori crisi di panico e relativa vendita immediata di asset che in una situazione normale sarebbero considerati sicuri.
Per questo motivo gli investitori cercano riparo dall’incertezza acquistando oro che da sempre è considerato uno dei beni rifugio più sicuri in assoluto, l’oro si è dimostrato nel tempo essere un bene praticamente inattaccabile non solo dalle crisi finanziare ma anche dalle crisi politiche e sociali più gravi.

Caratteristiche dell’Oro che Non Tutti Conoscono

Scritto da Max Gold il . Pubblicato in Affari

Nonostante l’oro sia uno dei metalli più conosciuti al mondo non in molti conoscano le sue moltissime caratteristiche che lo rendano un metallo non solo prezioso ma anche estremamente adattabile per molti utilizzi.
L’oro è un metallo prezioso di grande valore che viene molto utilizzato nella gioielleria ma anche in settori estremamente strategici per la vita dell’uomo come il campo medico e quello dell’elettronica.
Chi compra oro di solito non acquistano questo metallo per le proprie necessità mediche o per crearsi un dispositivo elettronico, le persone che acquistano oro lo fanno sotto forma di gioielli o oggetti da sfoggiare o nel caso si vogli acquistare oro da investimento sotto forma di monete e lingotti.
Le persone acquistano gioielli ed oro da investimento ma nonostante ciò non tutti sanno alcune cose importanti su questo prezioso metallo giallo, una delle cose principali da conoscere sono i carati: i carati servano come unità di misura della purezza dell’oro, per oro a 24 carati si intende oro puro al 100%.
Solitamente la maggioranza dei gioielli in oro in italia vengano realizzati con leghe auree con il 75% di oro puro mescolate con altri metalli, i quali servano per rendere gli oggetti sufficientemente duri in quanto l’oro è comunque un metallo troppo morbido per essere utilizzato puro.
Al contrario lingotti o monete da investimento vengano realizzate con leghe vicine ai 24 carati, questo viene fatto per minimizzare il costo della manodopera massimizzando la quantità di oro dell’oggetto.
Ci sono anche cose interessanti di carattere generale da sapere sull’oro che pur non essendo di utilità quotidiana per la maggioranza delle persone è bene sapere per comprendere meglio la storia e la diffusione di questo prezioso metallo.
Non tutti sanno che di tutto l’oro estratto quasi la metà viene utilizzato il 49% per realizzare gioielli e che il 20% di questo serve per le decorazioni del saree l’abito tradizionale indiano.
La maggioranza dell’oro proviene dal Sudafrica e il 40% di questo arrivi dal bacino di Witwatersrand che Si trova nella zona dell’altopiano centrale del paese, ad altitudini comprese fra 1700 e 1800 sul livello del mare.
Per quanto riguarda il valore si calcola che fatte dovute proporzioni l’oro abbia raggiunto la sua valutazione più elevata nel 1980 quando raggiunse circa 850 dollari l’oncia che secondo i calcoli equivarrebbe a 9000 dollari di oggi, la quotazione più alta in assoluto è stata invece raggiunta nel 2011 quando arrivo a 1900 dollari l’oncia.
Un’altra cosa che è bene sapere sull’oro è che questo metallo prezioso è considerato uno dei beni rifugio per eccellenza, si dice che il valore dell’oro sia in grado di resistere alle crisi economiche e politiche più gravi. L’oro è talmente diffuso ed apprezzato in tutto il mondo tanto da essere quasi considerato una valuta a se stante molto più stabile delle altre, uno dei suoi punti di forza è la facilità con la quale questo prezioso metalli può essere rivenduto in ogni parte del mondo.

L’Arte dell’Oro a Firenze

Scritto da Max Gold il . Pubblicato in Arte, Aziende

L’arte della lavorazione dell’oro a Firenze affonda le proprie radici in un passato lontano che si può datare intorno ai primi secoli dell’anno mille quando si formarono le prime corporazioni delle arti e dei mestieri, parallelamente agli altri mestieri si formo anche quella della lavorazione dell ‘oro.
In quel periodo il lavoro degli orafi Firenze era regolato dallo statuto dell’Arte della Seta, in quanto molti lavori erano rappresentati da decorazioni in oro, argento e pietre preziose che servivano ad abbellire i capi di abbigliamento delle persone più facoltose.
In quel periodo l’oro oltre ad essere utilizzato per le decorazioni fu molto usato per la creazione di oggetti sacri commissionati dalle autorità ecclesiastiche dell’epoca che potevano contare su uno stato di agiatezza di rilievo, questo genere di opere è ancora oggi presente in musei e chiese come testimonianza del grande patrimonio d’arte orafa che la chiesa di quel periodo ha lasciato come testimonianza del suo passato.
L’arte orafa a Firenze conobbe un periodo particolarmente significativo durante il periodo mediceo, in quell’arco di tempo conosciuto come il rinascimento anche le lavorazioni dell’oro acquisirono nuovo impulso con il grande maestro orafo Benvenuto Cellini che con il suo trattato diede ampio resoconto delle tecniche orafe utilizzate dagli orafi fiorentini del tempo.
Sotto il governo della famiglia dei Medici nacquero i laboratori orafi granducali in San Marco per essere successivamente trasferiti presso la Galleria degli Uffizi, prima della loro sistemazione definitiva sul ponte vecchio, quando con la costruzione del corridoio Vasariano si decise di aumentare il prestigio della zona trasferendo tutti gli artigiani dell’oro e le maestranze in unica zona.
Tale operazione fu possibile quando si decise di spostare le botteghe dei macellai dal ponte vecchio poiché all’epoca erano solite essere fonte di odori maleodoranti che mal si addicevano alle importanti frequentazioni del ponte vecchio di quel periodo, il corridoio Vasariano fu costruito e molti erano i personaggi potenti che facevano visita alla potente famiglia fiorentina.
Con il passare del tempo l’arte della lavorazione dell’ oro a Firenze è stata oggetto di numerose influenze tra le quali quella barocca, nonostante il susseguirsi delle correnti artistiche come ancora oggi testimoniato dalla produzione orafa attuale l’arte dell’oro ha comunque mantenuto il suo inconfondibile stile caratterizzato dalla semplicità e dalla precisione delle lavorazioni, che può essere anche oggi ammirato e acquistato presso le botteghe orafe del ponte vecchio.
Un altra testimonianza della grande tradizione Fiorentina nella lavorazione dell’oro è la presenza in città di importanti scuole orafe presso le quali giungano studenti da tutto il mondo per apprendere le tecniche di lavorazioni degli orafi fiorentini uniche nel loro genere.

Il mercato dei compro oro

Scritto da Max Gold il . Pubblicato in Affari

Con l’apertura di un gran numero di compro oro la concorrenza si è fatta altissima e i vari operatori la combattono a suon di campagne pubblicitarie sempre più visibili e prezzi d’acquisto in costante rincorsa tra loro per riuscire ad accaparrarsi il maggior numero di persone che intendano vendere i propri oggetti e gioielli in oro. Nonostante i luoghi comuni il settore compro oro oggi è uno dei settori più trasparenti ai potenziali clienti, infatti basta una semplice ricerca su Internet per sapere il prezzo attuale dell’oro e confrontarlo con i prezzi dei vari operatori che pubblicano il proprio prezzo di acquisto su siti Internet, giornali di offerte e cartelloni pubblicitari, il margine di guadagno dei compro oro si attesta su pochi euro per grammo e solo riuscendo a comprare notevoli quantitativi del prezioso metallo giallo si può ottenere un guadagno sufficiente. I compro oro dopo aver accantonato una certa quantità di oggetti e gioielli d’oro si rivolgano direttamente ai banchi di metallo autorizzati alla fusione ottenendo un prezzo di qualche euro superiore per ogni grammo rispetto al costo di acquisto, questa differenza rappresenta il guadagno dei compro oro, le fonderie a loro volta dopo le varie lavorazioni rimettano in commercio l’oro al prezzo del momento che sarà riacquistato dall’industria o direttamente dagli investitori che desiderano fare un investimento in lingotti.