Archivio Autore

francescopavolucci

Francesco Pavolucci CEO di Energo Logistic SpA, azienda leader nel settore dell’home delivery specializzata nei servizi d’installazione, montaggio, collaudo e ritiro dell’usato, seguendo su tutto il territorio nazionale consegne di arredi, elettrodomestici e fitness

Francesco Pavolucci: anche Energo Logistic presente su Logistica Management 2018

Scritto da francescopavolucci il . Pubblicato in Aziende

Nel numero speciale di luglio/agosto dell’annuario di Logistica Management Energo Logistic è tra gli operatori a valore aggiunto

Anche Energo Logistic è tra gli operatori a valore aggiunto nell’annuario di Logistica Management 2018 – 2019. Pensato per essere uno strumento di lavoro e consultazione per chi opera e osserva il mondo della logistica l’annuario di Logistica Management si arricchisce da quest’anno di nuove aziende di mercato rispetto alle precedenti edizioni, grazie all’inserimento di 4 nuove categorie di riferimento per chi opera nel settore: Operatori logistici a valore aggiunto, Movimentazione e stoccaggio, Information technology (software / hardware di raccolta dati), Consulenza e formazione.

Sfogliando l’annuario si può trovare nella nuova edizione anche la presentazione di Energo Logistic, l’azienda di San Giovanni in Marignano che da oltre 10 anni opera nel settore dell’home delivery con servizi ad alto valore aggiunto per le consegne di arredi, elettrodomestici e prodotti fitness.

Una presentazione che vuole mettere in evidenza i tratti distintivi dell’ azienda: prenotazione della consegna, track&trace, customer service, consegna certificata e servizi aggiuntivi ad alto contenuto tecnico tra cui installazione, montaggio, collaudo, training e ritiro usato.

“Abbiamo scelto di presentarci grazie a questo importante strumento per valorizzare ancora di più la nostra specializzazione – spiega Francesco Pavolucci, Ceo di Energo Logistic – Per noi è una grande soddisfazione poter essere tra le aziende che rappresentano delle novità nel settore”.

Redazione
Ufficio Stampa Laura Ravasio – Nuova Comunicazione
cell. 348 9330574
ravasio@nuovacomunicazione.com
http://www.nuovacomunicazione.com

Intervista Francesco Pavoluccii,commenti sul grave incidente di Bologna

Scritto da francescopavolucci il . Pubblicato in Aziende

Rischi e sicurezza sulle strade, questo il focus dell’intervista a Francesco Pavolucci, esperto del settore trasporti e CEO di Energo Logistic Spa, azienda specializzata nelle consegne a domicilio qualificate e trasporti di materiale metalmeccanico. Un problema che dopo la tragica esplosione del 6 agosto sulla A14 nei pressi di Bologna, torna in primo piano.

“La notizia e il video ci hanno colpito profondamente – racconta Francesco Pavolucci – Il rischio è sicuramente legato alla tipologia di merce trasportata, ma forse anche alle caratteristiche stesse della nostra viabilità. Anche se devo dire che almeno, per quanto riguarda le autostrade del centro Nord, dove è stata aperta la terza corsia dinamica per le auto la situazione è notevolmente migliorata. Purtroppo, ancora accadono fatti come l’incidente di Bologna, ma da tempo ci sono delle rigide norme di circolazione per i camionisti. Mancano però i controlli.
Noi, titolari di aziende di logistica e trasporti dobbiamo fare la nostra parte: nel nostro caso per esempio abbiamo delle regole ferree per gli austisti che devono frequentare corsi sulle procedure di fissaggio del carico merce. Inoltre, possediamo un parco di automezzi nuovi e un’officina interna che si occupa periodicamente della manutenzione dei mezzi. La sicurezza ci sta particolarmente a cuore ”.

Nell’incidente di Bologna si parla di stanchezza dell’autista. Forse su questa partita bisognerebbe fare di più?
“Sulla regolamentazione dei tempi di guida e riposo degli autisti bisogna essere molto fiscali perché il lavoro dell’autista se è svolto con turni troppo lunghi può essere pericoloso per la sicurezza stradale. Sarebbe importante intervenire dotando di dispositivi di sicurezza i mezzi, soprattutto quelli adibiti a questo genere di trasporto. Noi trasportiamo prodotti pesanti, ossia materiale metalmeccanico, per esempio, e i nostri autisti sono preparati a guidare con la consapevolezza del peso enorme che stanno trasportando”.

Come è cambiato in questi anni il trasporto su gomma?
“Nella nostra azienda negli ultimi anni abbiamo sviluppato e impostato il nostro lavoro su piattaforme logistiche, sempre più innovative anche dal punto di vista informatico, per poter pianificare consegne in tempi brevissimi e a costi contenuti”.

La movimentazione delle merci su gomma rappresenta in Italia l’85% del volume complessivo dei trasporti, ma l’Europa sta cercando di modificare questo dato nel futuro a favore del trasporto marittimo e su rotaia. Quali sono i vostri progetti per il futuro?
“E’ difficile prospettare cosa succederà in futuro, ma posso dirle che noi stiamo già implementando, in tempi abbastanza brevi, dei centri di smistamento in diverse città del centro nord Italia per migliorare la distribuzione delle merci. Siamo sicuramente attenti all’evoluzione del nostro comparto, in particolare al trasporto intermodale, anche se lo sviluppo infrastrutturale rimarrà un tema centrale.”

Redazione
Ufficio Stampa Laura Ravasio – Nuova Comunicazione
cell. 348 9330574
ravasio@nuovacomunicazione.com
http://www.nuovacomunicazione.com

Francesco Pavolucci: il futuro dei trasporti passa dalla rete

Scritto da francescopavolucci il . Pubblicato in Aziende, Economia

Ad Energo Logistic stanno investendo molto sulle nuove tecnologie. Il futuro, infatti, corre verso un’esecuzione completamente automatizzata dei servizi di trasporto.

La rivoluzione della mobilità passa dalla rete digitale. Parte infatti da Torino la sperimentazione delle prime infrastrutture di trasporto intelligenti italiane, dove, come spiega il MIT (Ministero Italiano Trasporti) in una nota, saranno installati e provati: “sistemi tecnologici per la notifica di eventi pericolosi, avvertimento del passaggio di un utente vulnerabile sulle strisce pedonali, suggerimenti ai veicoli per la velocità consigliata in modo da ottenere il verde semaforico, servizi di parcheggio autonomo, applicazioni per la logistica urbana e per il carico/scarico merci.”

Il progetto Smart Roadintende unire infrastrutture stradali e tecnologiche per agevolare la circolazione di informazioni in real time, snellire il traffico e rendere sempre più agevole la circolazione di auto e veicoli commerciali anche a guida autonoma.
Gli obiettivi dunque sono quelli di migliorare la sicurezza delle strade e dei trasporti, la customer experiencedegli automobilisti, e contribuire alla riduzione del 20% di emissioni entro il 2020. Oltre che inserirsi nel mercato globale dei veicoli connessi, che oggi si aggira intorno ai 40 miliardi di euro.

Questa sperimentazione porterà le Smart Road verso l’Internet-of-Road, ovvero verso l’introduzione di droni in grado di fornire supporto di primo soccorso e pali di rilevamento che possono inviare informazioni utili “sia ai conducenti di oggi, che ai veicoli di domani”.

Ad Energo Logistic, azienda di San Giovanni in Marignano, leader nella logistica sono pronti ad affrontare la sfida del futuro.
La nostra azienda – spiega Francesco Pavolucci CEO di Energo Logistic – stiamo investendo molto sulle nuove tecnologie. Il futuro, infatti, corre verso un’esecuzione completamente automatizzata dei servizi di trasporto”.

Redazione
Ufficio Stampa Laura Ravasio – Nuova Comunicazione
cell. 348 9330574
ravasio@nuovacomunicazione.com
http://www.nuovacomunicazione.com

Francesco Pavolucci: dal 24 giugno la Campagna radiofonica RAEE

Scritto da francescopavolucci il . Pubblicato in Ambiente, Aziende

È partita in questi giorni la campagna radiofonica di sensibilizzazione al corretto trattamento dei rifiuti elettrici ed elettronici. E dal 15 di agosto cambiano le regole.
Francesco Pavolucci CEO di Energo Logistic: l’ampliamento della categoria RAEE porterà molti benefici al sistema in termini di raccolta e riciclo.

La raccolta dei RAEE (i rifiuti elettrici ed elettronici) in Italia è in crescita (il 5% nell’ultimo anno), ma non quanto chiederebbero i vincoli dell’Europa. Attualmente siamo intorno a una raccolta del 40% dell’immesso mentre la richiesta europea è al 45 %.

Il Centro di Coordinamento RAEE per cercare di raggiungere l’obiettivo ha lanciato in questi giorni una campagna di informazione radiofonica per sensibilizzare la popolazione rispetto all’importanza di inviare i prodotti a fine vita verso un percorso di trattamento adeguato.

La campagna radio ideata dal CdC RAEE è molto originale, soprattutto perchècoinvolge importanti DJ italiani (da Ringo di Virgin a Paoletta di Radio Italia, da Anna Pettinelli di Rds a La Pina di Radio Deejay) che si sono prestati come testimonial a dimostrazione del fatto che questa è una campagna di dimensione sociale.

Questa campagna arriva in un momento importante: il prossimo 15 agosto infatti cambierà a livello europeo la categorizzazione dei RAEE che si amplierà e ricadranno nel novero dei RAEE praticamente tutti gli oggetti con una spina da collegare alla corrente.

“Questa campagna è molto importante – commenta Francesco Pavolucci, CEO di Energo Logistic azienda leader nella consegna e installazione a privati di elettrodomestici e altri prodotti voluminosi con ritiro e smaltimento RAEE –Sicuramente inoltre l’ampliamento della categoria RAEE porterà molti benefici al sistema in termini di raccolta e riciclo. Con questa Campagna poi aumenterà la consapevolezza che la raccolta in particolare nell’uno contro uno – ritiro RAEE eseguito gratuitamente dalla grande distribuzione, in virtù dell’acquisto da parte del consumatore di un nuovo prodotto – è molto importante per il futuro del nostro pianeta.
La previsione di Energo Logistic è di poter eseguire nel 2018 circa 95.000 ritiri RAEE, in prevalenza grandi elettrodomestici usati”.

La raccolta e il trattamento dei RAEE sono dunque attività importanti, non solo perché i rifiuti elettronici non vengono così dispersi nell’ambiente ma anche e soprattutto perché vengono correttamente riciclati diventando materia prima seconda per nuove produzioni, liberando quindi nuove risorse utili.

Compito di tutti quindi, quello di cercare di raggiungere gli obiettivi, non solo perché ce lo chiede l’Europa ma perché recuperare materiale che può essere nuovamente immesso nei cicli produttivi con conseguente risparmio energetico e diminuzione di emissioni C02 è un dovere civico e va a favore della salute dell’ambiente.

Redazione
Ufficio Stampa Laura Ravasio – Nuova Comunicazione
cell. 348 9330574
ravasio@nuovacomunicazione.com
http://www.nuovacomunicazione.com

Francesco Pavolucci: E-commerce in Italia occorre un patto con la logistica

Scritto da francescopavolucci il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Internet

Francesco Pavolucci, CEO di Energo Logistic, spiega l’importanza di modificare da parte di chi si occupa di logistica la gestione delle consegne: devono essere programmate per evitare viaggi a vuoto che determinano il traffico.


L’e-commerce in Italia è in forte crescita, ma ha bisogno di pensare ad un patto con la logistica che è il “collo di bottiglia” dove spesso si blocca la scelta dell’acquisto. La mancata consegna e l’aumento del traffico sono le criticità presenti nel settore.
Secondo l’Osservatorio del Politecnico di Milano le spedizioni in Italia nel 2018 saranno circa 230 milioni e la crescita prevista dell’e-commerce sarà del 15% in più rispetto al 2017 con un valore assoluto di 27 miliardi di euro e una quota del 6,5% sul totale degli acquisti.

Per gli esperti questa crescita sarà inarrestabile e richiederà presto di ripensare alle città con un intervento istituzionale. Così come renderà necessario risolvere alcune criticità in grado di rivoluzionare soprattutto il sistema della logistica urbanadell’ultimo miglio, con particolare attenzione alla riduzione del traffico, alle emissioni nocive per l’ambiente e alla customer satisfaction.

Distribuzione e spedizioni in Italia: come deve cambiare la logistica?
“In tema e-commerce, uno studio di UPS ha dimostrato infatti che il 58% dei clienti disinformati sulla data di consegna abbandona l’acquisto online. L’informazione relativa ai tempi di consegnarisulta quindi non importante, ma essenziale. – spiega Francesco Pavolucci, CEO di Energo Logistic – Considerate quindi le esigenze sempre più stringerti di chi acquista on line, la nostra azienda ha già iniziato nelle principali città italiane a garantire ai propri clienti il giorno e la fascia oraria di consegna del prodotto, in modo che il consumatore possa scegliere in fase di acquisto articolo quando farsi consegnare il prodotto”.

Infatti tra i servizi aggiuntivi alla consegna che i consumatori considerano più interessanti sono proprio quelli che permettono di ridurre i disagi insiti nella consegna a domicilio come la consegna al piano, la prenotazione della consegna in date e orari prestabiliti e punti di ritiro alternativi al domicilio.
In merito a quest’ultimo servizio secondo i sondaggi di Netcomm, il 76,4% dei pacchi viene ancora ritirato presso la propria abitazione e solo il 9% in punti di consegna alternativi.

Quindi se la consegna è l’elemento che maggiormente incide sulla soddisfazione complessiva dell’e-shopper, le modalità di ritiro avranno presto un peso decisamente maggiore rispetto all’attuale, considerando che è la logistica l’elemento cruciale per l’e-commerce in Italia.

A cura di:
Ufficio Stampa Laura Ravasio – Nuova Comunicazione
cell. 348 9330574
ravasio@nuovacomunicazione.com
http://www.nuovacomunicazione.com

Francesco Pavolucci, Energo Logistic Spa +15% nell’attività di Home Delivery e trasporto

Scritto da francescopavolucci il . Pubblicato in Aziende, Economia

Energo Logistic Spa, azienda leader nel settore delle consegne a domicilio qualificate, ha presentato la relazione di gestione del bilancio 2017, che ha evidenziato l’importante incremento dei ricavi rispetto all’anno precedente.

Energo Logistic Spa, l’azienda di San Giovanni in Marignano specializzata nel settore Home Delivery e Trasporto di materiale metalmeccanico chiude il bilancio 2017 con quasi il 15% in più dei ricavi.
Energo Logistic Spa ha infatti presentato la relazione di gestione del bilancio 2017, che ha evidenziato l’incremento dei ricavi rispetto all’anno precedente.

Nel corso dell’esercizio appena concluso l’azienda di San Giovanni in Marignano ha consolidato ricavi per oltre 11.600.000 euro con un incremento di quasi 1.300.000 euro rispetto al 2016, registrando un margine operativo lordo pari al 4.43%.

Anche la posizione finanziaria netta risulta migliorata, avendo visto decrescere complessivamente l’esposizione per oltre 300.000 euro, nonostante siano stati incrementati gli investimenti in attività di ricerca e sviluppo soprattutto per la BU Home Delivery on-line.

Negli ultimi tre anni Energo Logistic Spa ha prestato particolare attenzione, attraverso un’attività di compliance supportata da investimenti di notevoli entità, a questa innovativa attività di logistica, finalizzata per lo più alla grande distribuzione, ritenendo indispensabile ampliare anche “on line” le proprie competenze.

Francesco Pavolucci, Ceo di Energo Logistic, sottolinea come sia proseguito anche quest’anno l’investimento dell’azienda nella parte software: “Anche quest’anno infatti Energo Logistic ha investito ingenti somme di denaro per proseguire la realizzazione del suo gestionale che è parte fondamentale e determinante nei processi di sviluppo, controllo e certificazione dei servizi eseguiti per i propri clienti. Per la società questo investimento è di estrema importanza perché riuscirà a fornire quei dati necessari affinché il management aziendale possa prendere le decisioni più opportune ed in tempi sempre più rapidi.

Il fatturato conseguito dalla Energo Logistic Spa nell’anno appena concluso è composto all’80,5 % da attività di trasporto e di consegne, dal 19,5 % da servizi di global service ed altri ricavi.
Energo Logistic Spa anche nel corso dell’esercizio 2017, ha implementato l’attività di formazione del personale ritenendo di estrema importanza di avere personale altamente specializzato, con formazione continua in modo che sia preparato ad affrontare le nuove sfide aziendali.
L’incremento dei ricavi della Energo Logistic Spa conferma la solidità e la solvibilità della stessa con un miglioramento complessivo nella composizione qualitativa del patrimonio societario, evidenziato dai principali indici di bilancio.

A cura di:
Ufficio Stampa Laura Ravasio – Nuova Comunicazione
cell. 348 9330574
ravasio@nuovacomunicazione.com
http://www.nuovacomunicazione.com

Rimini Wellness 2018, Energo Logistic presenta la sua Home Delivery Integrata

Scritto da francescopavolucci il . Pubblicato in Aziende, Sport

Francesco Pavolucci, CEO di Energo Logistic, si propone ai maggiori produttori di macchine per lo sport come unico interlocutore logistico per la consegna dei prodotti fitness.

Anche quest’anno Energo Logistic, l’azienda leader nel settore delle consegne a domicilio qualificate sarà presente al Rimini Wellness 2018, che si terrà dal 31 Maggio al 3 Giugno, per conoscere le novità del wellness hi-tech e presentarsi ai maggiori produttori di macchine per lo sport come unico interlocutore logistico per la consegna prodotti fitness.

Energo Logistic è infatti partner di importanti aziende del settore fitness e si avvale di personale qualificato sia per la consegna che per l’installazione di prodotti per il fitness.

Gli installatori Energo, una volta istruiti dalle aziende produttrici, poi sono completamente in grado di procedere al montaggio di ogni tipo di macchinario e al suo successivo collaudo.

Inoltre contestualmente alla consegna Energo provvede anche al ritiro di attrezzi usati da destinare allo smaltimento come rifiuto ingombrante.

Realtà aumentata, allenatori digitali, app, sistemi intelligenti per programmi personalizzati di allenamento caratterizzano le nuove attrezzature della palestra 4.0. Il modo di tenersi in forma e prendersi cura del proprio corpo è decisamente cambiato: l’acquisizione automatica dei dati di allenamento e i dispositivi indossabili sono sempre di più presenti sul mercato del fitness. Energo azienda sempre al passo con tempi si è qualificata per rispondere a tutte le esigenze del settore e a Rimini Wellness presenterà il suo fiore all’occhiello: il servizio home delivery integrata.

Si tratta soprattutto della consegna “chiavi in mano”, ormai indispensabile per i prodotti della wellness industry 4.0 sempre più interconnessi e sofisticati dal punto di vista tecnologico.

Francesco Pavolucci, CEO di Energo Logistic: “Per questo alla grande kermesse del benessere Energo Logistic si propone come partner ideale per le aziende che ricercano servizi di qualità e che che intendono conquistare anche il mercato digitale dell’home gym, attraverso la vendita online e la consegna prodotti fitness direttamente a casa degli sportivi italiani“.

A cura di

Ufficio Stampa
Laura Ravasio – Nuova Comunicazione
cell. 348 9330574
ravasio@nuovacomunicazione.com
http://www.nuovacomunicazione.com

Energo Logistic, CEO Francesco Pavolucci, diventa Partner dell’Osservatorio Contract Logistics 

Scritto da francescopavolucci il . Pubblicato in Aziende

Energo Logistic diventa partner dell’Osservatorio Contract Logistics “Gino Marchet”. Il gruppo verticale di lavoro degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano, che dal 2011 analizza il settore della logistica conto terzi in Italia, al fine di diffondere pratiche di eccellenza nella distribuzione e nella gestione della supply chain.

Come rivela il Direttore dell’Osservatorio Contract Logistics, l’Ing. Damiano Frosi: “Siamo molto contenti che il board dell’Osservatorio Contract Logistics si arricchisca della presenza di Energo Logistic, che potrà portare al tavolo le sue competenze e l’esperienza su servizi specifici a valore aggiunto (come la consegna con installazione, ritiro dell’usato, smaltimento RAEE), aiutandoci a innalzare la cultura logistica e far conoscere le best practice del settore”.

Una collaborazione importante, che nasce dalla volontà dell’azienda logistica, leader nell’home delivery integrata, di sostenere la Ricerca 2018 e partecipare attivamente, con la propria esperienza e competenza, ai tavoli di lavoro sull’evoluzione del mercato italiano dell’outsourcing.

Per Energo Logistic sarà importante condividere i propri risultati e confrontarsi con associazioni, aziende e imprenditori interni alla filiera, sullo sviluppo della logistica conto terzi, con particolare riferimento ai nuovi servizi aggiuntivi nel canale B2B2C, alla centralità della costumer experience e alla gestione della Supply Chain.

Francesco Pavolucci CEO Energo Logistic“siamo molto lieti di far parte dell’edizione 2018 dell’Osservatorio Contract Logistics “Gino Marchet”. Partecipare ai workshop e sostenere la ricerca sull’evoluzione della logistica conto terzi significa per noi avere la possibilità di cogliere i principali trend di settore oltre che dare un contributo allo sviluppo di soluzioni innovative in grado di rendere più competitive le aziende italiane e più efficiente il sistema distributivo del nostro paese.”

A cura di

Ufficio Stampa Laura Ravasio – Nuova Comunicazione
cell. 348 9330574

ravasio@nuovacomunicazione.com
www.nuovacomunicazione.com