Archivio Autore

Grande musica con il concerto solidale “Sonidos de Amistad”

Scritto da Daniele79 il . Pubblicato in Dal Mondo, Musica

Appuntamento con la grande musica al palazzo comunale di Tarquinia.

Nell’ambito dell’8° Meeting Internazionale dei Servizi Aquiloni organizzato dall’associazione Semi di Pace, si svolgerà il 14 giugno, alle ore 21, il concerto solidale “Sonidos de Amistad”, che vedrà esibirsi i musicisti cubani Darleen e Andres Trujillo. Ospiti d’eccezione il compositore Leandro Piccioni e il percussionista Sandro Pippa. Insieme a loro gli allievi dell’Accademia Tarquinia Musica, della Scuola Musicale Comunale di Viterbo, il maestro Luca Purchiaroni con il “Coro Po-Olifonico Cantarquì” e i giovani del Centro di Aggregazione Giovanile della città etrusca.

Lo spettacolo sarà un viaggio tra la musica d’autore dell’isola di Cuba e il moderno rock, passando attraverso la classica e il jazz, in susseguirsi di emozioni che lasceranno certamente il segno nel pubblico. «Sarà una commistione di generi, un caleidoscopio musicale tra artisti di diversa formazione ma accomunati tutti da grande talento e amore per la musica. – spiega Semi di Pace – “Sonidos de Amistad” avrà anche un fine benefico, perché sarà possibile fare delle offerte in favore del progetto della scuola secondaria “Papa Francesco” a Kinshasa, capitale della Rep. Dem. del Congo.

Ringraziamo tutti i musicisti per aver aderito con entusiasmo alla nostra iniziativa».

7° Concorso Musicale Nazionale Città di Tarquinia

Scritto da Daniele79 il . Pubblicato in Musica

1600 studenti; 38 istituti, tra scuole medie e superiori e licei musicali, di tutta Italia; 54 ore di prove concorsuali per 509 esibizioni. Sono gli straordinari numeri del 7° Concorso Musicale Nazionale Città di Tarquinia, organizzato dall’IC “Ettore Sacconi”, in collaborazione con il Comune di Tarquinia e con il patrocinio della Regione Lazio, delle Province di Viterbo e di Rieti. Dal 12 al 17 maggio la città etrusca vivrà di musica con audizioni e concerti che si svolgeranno, senza soluzione di continuità, tra il palazzo comunale e il palazzo dei Priori. La cerimonia di premiazione si svolgerà il 25 maggio, dalle ore 16, nella chiesa di Santa Maria in Castello. A valutare i musicisti la prestigiosa commissione presieduta dal maestro Riccardo Giovannini (conservatorio “Santa Cecilia” Roma) e composta dai maestri Carlo Benedetti (conservatorio “A. Casella” L’Aquila), Riccardo Bonaccini (conservatorio “G. da Venosa” Potenza), Annamaria Bonsante (conservatorio “N. Piccinini” Bari), Giovanni Lorenzo Cardia (liceo musicale “Polo Bianciardi” e liceo “A. Rosmini” Grosseto), Fabio Renato D’Ettorre (conservatorio “G. Puccini” La Spezia), Piero Iacobelli (conservatorio “Santa Cecilia” Roma), Mauro Marcaccio (conservatorio “A. Casella” L’Aquila) e Giampio Mastrangelo (conservatorio “A. Casella” L’Aquila). «Questa edizione segna il definitivo salto di qualità dell’evento, che per la prima volta assume valenza nazionale e rispetto, al 2013, – sottolineano il dirigente scolastico Angelo Maria Contadini e il direttore amministrativo Monia Meraviglia – vede crescere in modo esponenziale il numero delle scuole e degli studenti partecipanti». Il 7° Concorso Musicale Nazionale Città di Tarquinia è suddiviso nelle sezioni di pianoforte, strumenti vari, pianoforte a 4 mani, trio e quintetto, musica d’insieme, chitarra, clarinetto, flauto, violino, violoncello, duo, ex allievi (scuole medie), orchestra, coro, musica d’insieme (ex-allievi e studenti dei licei musicali) e orchestre giovanili miste. «Fra le novità l’apertura di una sezione dedicata alle orchestre miste formate da bambini e ragazzi tra gli 8 e i 25 anni. – affermano il direttore artistico Roberta Ranucci e il coordinatore musicale Giovanni Lorenzo Cardia – A dare ulteriore lustro alla rassegna sarà la partecipazione dell’Orchestra Giovanile di Monte Mario, con il maestro Alfredo Santoloci, direttore del conservatorio di “Santa Cecilia”». Per essere sempre aggiornati sulla manifestazione è possibile visitare la pagina https://www.facebook.com/icsacconi.

 

Il Quartetto Bernini in concerto

Scritto da Daniele79 il . Pubblicato in Musica

Graditissimo ritorno per l’ultimo concerto della rassegna “Il Quartetto d’Archi”, organizzata dalla Fondazione Etruria Mater. Nella loggia di Palazzo Vitelleschi a Tarquinia, domenica 13 aprile, alle ore 17.00, sarà in scena il Quartetto Bernini. L’ensemble proporrà Quartettsatz di Schubert, Concerto a 4 n. 2 in sol minore di Durante e Quartetto KV 387 in sol maggiore di Mozart. Formato da Marco Serino, violino, Yoko Ichihara, violino, Gianluca Saggini, viola, e Valeriano Taddeo, violoncello, il Quartetto Bernini nasce a Roma nel 1998 sulla scia dell’entusiastica spinta di Salvatore Accardo che definisce i suoi componenti “… eredi della grande tradizione cameristica italiana”.

Nominato quartetto in residenza presso l’Accademia Filarmonica Romana, nel 1999 ha l’opportunità di condividere il monumentale progetto dell’integrale Beethoveniano, per l’Accademia Filarmonica Romana. Nello stesso anno Ennio Morricone gli conferisce il Premio Michelangelo. È invitato nei più importanti festival e nelle più rinomate stagioni concertistiche. Importanti compositori hanno dedicato alla formazione i propri lavori. Numerose inoltre le collaborazioni con concertisti di fama mondiale. Il Quartetto Bernini ha svolto tour in Europa, Giappone, Cina, Nord e Sud America. Quest’anno è con Giovanni Sollima in un progetto speciale sul Quintetto D. 956 di Schubert, che prevede la registrazione di un CD (Sollima e Schubert) e la realizzazione di uno “short” film on the road girato tra Viterbo e Budapest.

Curata dal maestro Leandro Piccioni, la rassegna “Il Quartetto d’Archi” è organizzata dalla Fondazione Etruria Mater, in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale e con il Comune di Tarquinia. Per assistere ai concerti (ingresso gratuito) è obbligatoria la prenotazione all’ufficio informazioni turistiche (Barriera San Giusto), chiamando il numero di telefono 0766/849282 o inviando un’email a info@tarquiniaturismo.it.

Il pianista Fabio Capriotti in concerto

Scritto da Daniele79 il . Pubblicato in Musica

Dalla musica classica al jazz, dai ritmi carioca al rock. È quanto proporrà il concerto (ingresso libero) del pianista Fabio Capriotti, domenica 13 aprile, alle ore 17.00, al palazzo comunale di Tarquinia. Musicista di grande talento, Capriotti si diploma con il massimo dei voti al Conservatorio de L’Aquila, con il maestro Drahomira Biligova.

Vincitore di numerose borse di studio, riceve al “Premio Urania” (L’Aquila, ottobre 2012) il riconoscimento speciale “J. S. Bach”. Si esibisce in sale, teatri e contesti di spicco come il Palazzo delle Esposizioni di Roma, l’Accademia Filarmonica Romana e il Festival “La Settimana Mozartiana” a Chieti. Partecipa all’incisione di diverse colonne sonore per cortometraggi realizzati dall’Accademia dell’Immagine di L’Aquila e dal Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.

«Un ritorno a Tarquinia è emozionante solo a pensare. – afferma Capriotti – Ringrazio il sindaco Mauro Mazzola, il presidente della commissione consiliare cultura Angelo Centini e il presidente de La Lestra Luigi Gentili per avermi invitato.  In questa città ho lasciato molti ricordi, per avervi frequentato le scuole. Da bambino suonavo la batteria e solo più tardi il pianoforte. Tanto è cambiato il percorso della mia vita tanto con esso è cambiata la musica nelle mie orecchie: onnipresenti i Beatles, Pink Floyd e Queen; poi la canzone, italiana e internazionale, Bach con le variazioni Goldberg, le colonne sonore e il jazz di Kapustin, fino all’incontro con la musica brasiliana grazie a Stefano Bollani. Tutto questo sarà condensato nel mio concerto».

Il concerto è organizzato dall’Associazione Culturale e Artistica La Lestra in collaborazione con il Comune di Tarquinia.

Torna il 12 e il 13 aprile la Festa della Merca – Roccaccia 2014

Scritto da Daniele79 il . Pubblicato in Cultura, Italia, Locale

Si svolgerà il 12 e il 13 aprile la Festa della Merca – Roccaccia 2014. Dopo lo straordinario successo dello scorso anno, si guarda con fiducia alla 46ᵃ edizione.

In via di definizione il programma che sarà ricco di appuntamenti e per tutti i gusti. Torna la Mostra Nazionale del Bovino Maremmano, che festeggia i 18 anni. Saranno confermate le gare equestri, in collaborazione con la Fitetrec-Ante, le attività ludiche e didattiche rivolte ai bambini, i percorsi natura, la mostra cinofila, la seconda edizione del Palio degli Asini, i work shop, e la consegna delle Coltrine d’Oro. Saranno omaggiati i presidenti dell’Università Agraria, che si sono succeduti dal dopoguerra a oggi. Previsto un annullo filatelico speciale.

Un convegno importante sarà dedicato alla lepre, in occasione della presentazione del centro per l’allevamento della selvaggina. Saranno mantenute le attività storiche tra cui la dimostrazione, non cruenta della marchiatura del bestiame, e le gare di cattura del vitello, con regolamenti volti a evitare lo stress degli animali. Sarà rafforzata la collaborazione con i ristoranti e i bar di Tarquinia per la promozione dell’evento.

Molte le partnership con enti e associazioni. «Ci piace sottolineare la collaborazione tra Università Agraria e Pro Tarquinia, che ha permesso in questi ultimi anni di far crescere l’evento in forma esponenziale. – dichiara l’assessore al centro aziendale Renzo Bonelli – La divisione delle competenze è fondamentale per ottimizzare i costi e dare servizi migliori. L’evento, nonostante la crescita, ha ridotto di molto i costi per l’organizzazione. La Pro Tarquinia si occuperà della parte degli stand, della gastronomia, delle questioni logistiche del rilascio delle necessarie autorizzazioni, forte delle capacità e delle esperienze maturate. All’Università Agraria il compito di trasformare Tarquinia, nei giorni dell’evento, nella capitale della Maremma».

In caso di maltempo l’evento sarà rinviato a Pasquetta, il 21 aprile. Le strutture saranno comunque lasciate per chi vorrà godere della Roccaccia in quel giorno di festa.

Il Quartetto Noûs in concerto a Tarquinia

Scritto da Daniele79 il . Pubblicato in Musica, Spettacolo

Il Quartetto Noûs sarà il protagonista del terzo concerto della rassegna “Il Quartetto d’Archi”. Nella Loggia di Palazzo Vitelleschi a Tarquinia, domenica 30 marzo, alle ore 17.00, Tiziano Baviera, violino, Alberto Franchin, violino, Sara Dambruoso, viola, e Tommaso Tesini, violoncello, si esibiranno in Sei Bagatellen op.9 per quartetto d’archi di Webern, Quartetto in Sol minore op.10 C. di Debussy e Quartetto in Fa maggiore op.59 n°1 di Beethoven. Il Quartetto Noûs si è costituito all’interno del Conservatorio della Svizzera Italiana e ha seguito i corsi di perfezionamento di Aldo Campagnari, Carlo Chiarappa, Bruno Giuranna e Massimo Quarta. Nel 2012 l’ensemble ha vinto il Primo premio del Concorso Internazionale “Luigi Nono” di Venaria Reale. Inoltre, è stato ammesso a frequentare l’Accademia “Walter Stauffer” di Cremona, nella classe di musica da camera del Quartetto di Cremona. Nel marzo 2012, è stato invitato a esibirsi nell’ambito della rassegna “I concerti del Quirinale”, con diretta radiofonica su Radio 3. Ha inaugurato l’edizione 2013 dello “Stradivari Festival” di Cremona e, nello stesso anno, è stato invitato come quartetto in residence al “Festival Ticino Musica” di Lugano. Curata dal maestro Leandro Piccioni, la rassegna “Il Quartetto d’Archi” è organizzata dalla Fondazione Etruria Mater, in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale e con il Comune di Tarquinia. Per assistere ai concerti (ingresso gratuito) è obbligatoria la prenotazione all’ufficio informazioni turistiche (Barriera San Giusto), chiamando il numero di telefono 0766/849282 o inviando un’email a info@tarquiniaturismo.it.

Concerto “Suoni per l’Africa – C’è Vita… nell’AriA”

Scritto da Daniele79 il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Musica

Domenica 23 marzo, alle ore 18.00, nel complesso monumentale San Sisto (via Tirrenia) a Montalto di Castro, andrà in scena “Suoni per l’Africa – C’è vita… nell’AriA”, una raccolta di brani tratti da opere liriche e arie napoletane portate sul palco da Loredana Margheriti, soprano, Fabrizio Poletti, baritono, e Lino Loddi, tenore, accompagnati al pianoforte dal maestro Riccardo Schioppa.

Il concerto (ingresso libero), organizzato dall’associazione Semi di Pace International e dal Comune di Montalto di Castro, con il patrocinio della Regione Lazio, della Provincia di Viterbo e della Diocesi di Civitavecchia – Tarquinia, è a sostegno del progetto “Casa mamma dell’amore”, la costruzione di una scuola secondaria dedicata a Papa Francesco per 600 ragazzi/e a Mikondo, quartiere di Kinshasa, capitale della Repubblica Democratica del Congo.

La manifestazione rientra nell’ambito dell’ottava edizione dell’iniziativa di solidarietà “Una colomba per un sorriso”. «La scuola a Kinshasa è una delle priorità dell’associazione in campo internazionale. – dichiara Semi di Pace International – Vogliamo dare un futuro migliore a tantissimi giovani, garantendo il diritto all’istruzione. Il nostro impegno inizia a dare suoi risultati. Alla fine di febbraio, infatti, è stata posta la prima pietra ed è stato dato il via ai lavori».

“Suoni per l’Africa – C’è vita … nell’AriA”

Scritto da Daniele79 il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Dal Mondo, Musica

Domenica 23 marzo, alle ore 18.00, nel complesso monumentale di San Sisto a Montalto di Castro (VT), andrà in scena “Suoni per l’Africa – C’è vita …nell’AriA”, una raccolta di brani tratti da opere liriche e arie napoletane portate sul palco dagli artisti Loredana Margheriti (soprano), Fabrizio Poletti (baritono) e Lino Loddi (tenore), accompagnati al pianoforte dal maestro Tiziano Leonardi.

Il concerto (ingresso libero), promosso dall’associazione Semi di Pace International, con il patrocinio della Diocesi di Civitavecchia – Tarquinia, la Provincia di Viterbo e il Comune di Montalto di Castro, rientra nell’ambito dell’ottava edizione dell’iniziativa di solidarietà  “Una colomba per un sorriso”.

La manifestazione è a sostegno del progetto “Casa mamma dell’amore”, ovvero la costruzione di una scuola secondaria dedicata a Papa Francesco per 600 ragazzi/e di Mikondo, quartiere di Kinshasa, capitale della Repubblica Democratica del Congo.

Semi di Pace lancia l’8ᵃ edizione dell’iniziativa “Una colomba per un Sorriso”

Scritto da Daniele79 il . Pubblicato in Comunicati Stampa

Costruire la scuola secondaria dedicata a Papa Francesco a Mikondo, nel cuore di Kinshasa‚ capitale della Repubblica Democratica del Congo, e garantire il fondamentale diritto all’istruzione a 600 ragazzi e ragazze. È questo l’obiettivo dell’8ᵃ edizione nazionale dell’iniziativa “Una colomba per un Sorriso” promossa da Semi di Pace. Fino a Pasqua, l’associazione sarà impegnata nel vendere le colombe solidali della Maina, mentre domenica 23 marzo i volontari saranno presenti tutto il giorno con banchetti nelle principali piazze e chiese di Tarquinia e Civitavecchia.

«“Una Colomba per un Sorriso” vuole offrire, attraverso l’istruzione, un futuro migliore a tantissimi giovani di un Paese tra i più poveri del mondo. – sottolinea Semi di Pace – Un Paese dove i ragazzi sono spesso reclutati come soldati mercenari e le ragazze cadono nella rete dello sfruttamento della prostituzione».

Per chi fosse interessato all’acquisto‚ le colombe sono disponibili in scatole da 12 pezzi e possono essere ritirate presso la Cittadella (Loc. Vigna del Piano snc) o spedite a domicilio, ordinandone almeno due. I tempi per la consegna sono di 10 giorni. Per riceverle, occorre inviare a progettiinternazionali@semidipace.org un’email contenente l’ordine del quantitativo, la qualità, l’indirizzo esatto per la consegna, il nome‚ il cognome e il numero di cellulare del referente.

Per tutte le informazioni è possibile chiamare le responsabili dell’iniziativa Anna Garavaglia (tel. 373.7199111), Diana Rodriguez (tel. 366.8076555) ed Erika Biagioni (tel. 373.7195266), o visitare il sito internet www.semidipace.org (sezione notizie).

Artetruria propone visite guidate scontate per le donne l’8 marzo

Scritto da Daniele79 il . Pubblicato in Cultura, Italia, Viaggi

“I colori degli Etruschi” a tinte rosa.

L’associazione Artetruria, sabato 8 marzo, proporrà le visite guidate alle tombe dipinte delle Pantere, degli Auguri, dei Tori, del Barone, e degli Aninas a costo ridotto per le donne. Sono previste due partenze dalla necropoli del Calvario: la prima alle ore 10, la seconda alle ore 15. Sarà indispensabile avere l’auto.

«Le tombe sono capolavori dell’arte etrusca. – sottolinea Artetruria – Vistarle e ammirarle sarà un modo diverso per trascorrere la festa dell’8 marzo». La tomba delle Pantere è una delle più antiche; la tomba degli Auguri è considerata dagli studiosi uno fra i più importanti monumenti della pittura parietale etrusca; la tomba degli Aninas, appartenuta all’omonima famiglia aristocratica etrusca, è composta di un’unica grande camera che ha dipinte, ai lati della porta, le figure di due demoni della morte; la Tomba dei Tori è formata da un ampio atrio sul quale si affacciano due celle funerarie; la tomba del Barone presenta una stanza funeraria molto grande e le figure rappresentate sono poche e distribuite simmetricamente.

Per informazioni e prenotazioni è possibile chiamare il numero di telefono 331/8785257.
Per conoscere l’attività dell’associazione Artetruria si può visitare il sito internet www.artetruria.it (email artetruria@alice.it) e la pagina facebook.