Archivio Autore

Con automobile.it il vero pilota sei tu!

Scritto da Chili Pr il . Pubblicato in Auto/Moto, Automobili

Le evoluzioni sui tracciati più impraticabili, i sorpassi in pista e le vittorie hanno emozionato milioni di persone in tutto il mondo. Che sia rally o pista, la passione per le auto da corsa non ha età. Chi di voi non ha mai sognato, almeno una volta, di salire a bordo della mitica Lancia Delta? Oppure di provare il brivido della Citroen DS3 WRC, due volte campione del mondo, senza dimenticare la Chevrolet Cruz, che negli ultimi anni ha monopolizzato il Mondiale WTCC? www.automobile.it ama le sportive e offre gli amanti delle quattro ruote oltre mille esemplari delle più importanti marche.

Il mondo delle corse e dei rally ha visto per anni sventolare alta la bandiera italiana. Marchi come Lancia hanno segnato la storia di vittorie leggendarie, ricordi indelebili nella mente degli sportivi. E quando si parla della storica casa torinese, il richiamo è troppo forte verso la vettura che è stata uno dei simboli: la Delta. Con i suoi otto titoli mondiali vinti e le trentacinque vittorie nella storia, il mito della Delta vive ancora: disponibili su automobile.it oltre cinquanta esemplari di quella che è un pezzo da collezione di casa Lancia.

L’Italia, ma non solo. Negli ultimi anni la specialità dei rally ha incoronato come dominatore assoluto Sebastian Loeb, che prima del ritiro ha regalato al marchio Citroen ben nove mondiali, a bordo di vetture come Xsara, C4 e DS3, disponibili sul portale con quasi cinquecento inserzioni. Il ritiro del pilota francese ha aperto il nuovo corso firmato Volkswagen, che nell’ultimo anno si è aggiudicata il titolo iridato con la nuova Polo. Proprio la piccola tedesca, auto dell’anno 2010, vi aspetta su automobile.it con una scelta di oltre cinquecento vetture.

L’emozione dei rally su strada contagia, ancora di più quella delle corse in pista, dove sorpassi e staccate al limite caratterizzano le diverse specialità. Ogni anno, infatti, migliaia di tifosi accorrono all’Autodromo di Monza, per ammirare da vicino le vetture derivate di serie che partecipano nel Mondiale WTCC, in occasione della prima gara del campionato in programma a marzo. Spettacolo ed emozioni sono assicurati, nel vedere all’opera bolidi come la Honda Type R, la BMW Serie 3, oppure la Chevrolet Cluz, dominatrice delle ultime quattro stagioni. Tutte queste vetture e molte altre della Serie, come la Seat Leon, le trovate su www.automobile.it

E allora cosa aspettate? Con automobile.it è facile riscoprire il fascino e la sportività delle quattro ruote: quale sarà la tua?

Italiani e coscienza ecologica: l’auto “green” è ibrida

Scritto da Chili Pr il . Pubblicato in Automobili, Comunicati Stampa, Italia

Non si fa che parlare di eco-sostenibilità, argomento “caldo” per molti automobilisti, per ragioni sia pragmatiche sia morali. Gli incentivi statali all’acquisto di auto green, il costo dei carburanti tradizionali, la possibilità di ignorare le restrizioni di circolazione nei centri cittadini: queste sono le motivazioni pratiche che spingono sempre più italiani a prendere in considerazione l’acquisto di auto ibride o elettriche. A ciò si unisce il consolidarsi di una coscienza ecologica comune, il desiderio di ridurre i consumi e le emissioni, per il bene dell’ambiente (e del portafogli).

Alimentazione tradizionale, ibrida o elettrica: qual è l’auto del futuro? È ciò che vuole svelare la nuova ricerca, datata settembre 2013, commissionata dal portale automobile.it  all’Istituto di Ricerca GfK Eurisko, che ha come oggetto proprio l’eco-sostenibilità alla guida: il campione intervistato è di 265 possessori di auto, di tutta Italia, eterogenei per sesso, età e professione.

Ibrido ed elettrico sono le due scelte più green secondo gli intervistati, e per ragioni ambientali – a cui le donne sono più sensibili – e per motivi di contenimento dei costi – argomento di grande interesse per gli uomini.

Il libero transito nelle ZTL attira soprattutto gli abitanti del Nord-Ovest, così come il desiderio di ridurre l’inquinamento acustico, prerogativa anche degli over 65.

Cosa frena gli italiani dall’acquisto di un veicolo eco-sostenibile? Il costo maggiore, che “spaventa” soprattutto le donne, e, per quanto riguarda in particolare l’auto elettrica, la durata/ricarica della batteria.

Innanzitutto, quale sarebbe il “carburante del futuro”?

Per il 29% del campione, sarebbe l’ibrido, ovvero una soluzione combinata che preveda motore elettrico e a benzina; questa percentuale sale al 37% al Nord-Ovest. Rimane forte anche la benzina (19%), al secondo posto, seguita dall’alimentazione esclusivamente elettrica (14%, con un picco del 20% al Sud), a pari merito con diesel, e poi il metano con il 13%. In coda GPL al 6% e idrogeno, alimentazione alternativa apprezzata soprattutto al Centro Italia (6%). L’età del guidatore è una discriminante nella scelta: se i neopatentati tra i 18 e il 24 anni scelgono soprattutto il metano (35%), gli over-65 sono orientati all’elettrico (31%).

Il 30% degli intervistati totali è favorevole all’acquisto di un veicolo ibrido. Ma perché comprare un’ibrida?

La tutela ambientale entra in gioco come risposta di maggioranza: il 65% lo farebbe proprio per ridurre le emissioni di CO2, dato che sale addirittura all’81% al Nord-Est. Più green le donne, poiché ben il 72% sostiene che il taglio sulle emissioni è il maggiore vantaggio dell’ibrido, mentre gli uomini prediligono le motivazioni più “funzionali”: il grosso taglio sulla spesa per il carburante è fondamentale per il 55% del campione maschile. Il libero transito nelle ZTL fa gola soprattutto al Nord-Ovest (43%), ovviamente in particolar modo nelle aree metropolitane (44%).

Ben il 70% degli intervistati, complessivamente, spenderebbe di più, pur di avere un’auto dalla forte coscienza ecologica. Il 35% arriverebbe a pagare il 5% in più, il 33% si spingerebbe al 10% in più di una normale auto a benzina, il 2% persino il 20% in più. I più coscienziosi sono gli abitanti del Nord-Est: il 4% arriverebbe a spendere oltre il 20% in più, pur di avere un veicolo ibrido.

L’auto elettrica, invece, viene apprezzata per altre ragioni: il 57% l’acquisterebbe pur di ridurre l’inquinamento acustico, soprattutto se persone agées (72%) e nelle grandi città del Nord, dove il dato sale al 67%. Tra i maggiori handicap di una vettura elettrica ci sono le problematiche legate alla batteria: durata limitata (lo annovera come svantaggio il 40% del totale), scarsità di punti di ricarica (33%) e tempo necessario alla ricarica (26%). Il costo troppo elevato del veicolo elettrico è citato dal 40% degli intervistati, soprattutto dalle donne (57%) e nella fascia d’età tra i 55 e i 64 anni (71%). Al Sud, invece, il 38% lamenta una troppo limitata scelta di marche e modelli. Paradossalmente, uno dei maggiori plus dell’auto elettrica, la sua silenziosità, è percepito come uno svantaggio: sarebbe considerato un pericolo per l’incolumità dei pedoni in strada dal 5% del totale, con un picco tra gli uomini (7,5%), tra i 25 e i 34 anni (14%) e più al Sud (11%) rispetto al Nord (4%).

A quanto emerge dal sondaggio, tra ibrido ed elettrico, quindi, nella “battaglia” per il titolo di “alimentazione alternativa del futuro”, è l’ibrido a trionfare, per ragioni ambientali, economiche e pratiche.

Quattro ruote… retrò

Scritto da Chili Pr il . Pubblicato in Automobili, Aziende

Gli anni passano, le auto restano. La riscoperta delle vetture storiche ottiene sempre più apprezzamenti da parte degli amanti delle quattro ruote. Oltre a richiamare l’attenzione degli automobilisti, l’auto d’epoca è un mix di classe, eleganza e fascino, per distinguersi e avere uno stile unico anche alla guida.

In un momento particolare come quello attuale, in cui il mercato risente della crisi, l’acquisto di una vettura vintage è ritenuto un investimento interessante. A testimoniarlo è il noto quotidiano statunitense “Wall Street Journal”, secondo il quale, nell’ultimo decennio, l’auto storica ha riscontrato un aumento del proprio valore del 5% annuo.

Avere nel proprio garage una Porsche 636 Cabriolet o un’intramontabile Alfa Giulietta Spider, che ha segnato la generazione degli anni sessanta, diventa anche un’emozione unica ogni volta che ci si mette alla guida. Ogni macchina, infatti, porta con sé una storia, e rivivere quelle sensazioni è sempre speciale per l’automobilista.

Per scegliere la propria vettura d’epoca, il portale automobile.it dispone di ben oltre 2500 annunci. Ferrari, Porsche, Pontiac, Alfa: tanti marchi, accomunati da un comune denominatore: la passione. Già, perché è proprio la passione, che spinge ogni anno nuovi consumatori all’acquisto. Che sia sportiva o chic non importa, quello che basta è avere nel proprio garage il pezzo da collezione.

Su www.automobile.it avrete l’opportunità di scegliere diverse sportive tra cui l’arrembante Dodge Charger, ovvero il celebre “Generale Lee”, della serie “Hazzard”, oppure l’affascinante Porsche 356, vettura che ha fatto la storia della  “Mille Miglia”. Non solo vetture straniere, ma anche italiane: agli amanti del Made in Italy in formato quattro ruote, automobile.it consentirà di scegliere tra numerosi annunci di Alfa Spider, la storica Cabriolet del Biscione, ma anche Ferrari e Lancia, come la 356 GT o la Fulvia, l’italiana vincitrice del Rally di Montecarlo nel lontano 1972.

E per coloro che amano la praticità del muoversi in città con stile, non dimentichiamoci della Volkswagen Käfer, ovvero l’intramontabile “Maggiolino”. Proprio la tedesca detiene il record di auto più venduta sul mercato, con ben oltre 21 milioni di esemplari e una produzione che è durata 65 anni. automobile.it vi darà l’opportunità di confrontare diversi annunci, di quella che è stata la macchina che ha segnato la rinascita del dopoguerra europeo.

Fatevi conquistare dal fascino del vintage su automobile.it: quale sarà la tua?

La prima auto non si scorda mai!

Scritto da Chili Pr il . Pubblicato in Automobili

“Non vedo l’ora di avere 18 anni”. Chi di noi, almeno una volta nella vita, non ha pronunciato queste parole? La maggiore età è sicuramente un traguardo importante nella vita di ognuno, che comporta un gran numero di novità e libertà maggiori. Viaggiare in completa autonomia, senza dover dipendere da altri, è senza dubbio una di queste. Così, la patente e il tanto atteso acquisto della prima auto, sono vissuti come momenti tanto attesi di crescita.

Scegliere la prima auto può sembrare molto semplice, ma bisogna fare conto delle disposizioni emanate dal codice, al fine di non incombere in sanzioni inattese. Da circa due anni, infatti, è entrata in vigore la legge che impone ai neopatentati di guidare auto con un rapporto potenza/tara inferiore ai 55 KW per tonnellata e con una potenza massima totale non superiore ai 70 KW. Le nuove restrizioni in materia di legge hanno registrato nell’ultimo biennio un calo degli incidenti stradali, tanto che nel 2012, secondo un’indagine dell’AISCAT, il numero dei sinistri si è ridotto di circa il 14% rispetto al 2011.

Nonostante le restrizioni, la prima macchina rimane per molti il desiderio a lungo inseguito da realizzare. Per orientare i giovani all’acquisto della prima auto, il portale www.automobile.it offre l’opportunità di scegliere tra ben trentamila vetture. Regina del mercato è sicuramente la Fiat Panda, auto con il maggior numero di immatricolazioni nel mese di agosto [dati UNRAE sulle immatricolazioni in Italia delle autovetture, agosto 2013], presente sul portale con oltre duemila annunci, ma allo stesso tempo anche la Fiat Punto o la più glamour Fiat 500.

Il mercato sottolinea ampiamente la scelta del Made in Italy brandizzato Fiat, in particolare da parte delle donne neopatentate, che sono in numero maggiore rispetto agli uomoni. Nell’analisi non bisogna però dimenticare le vetture straniere, come la Renault, con la sua intramontabile Clio, oppure la Citroen con la C3. Il portale automobile.it vi darà modo di visionare oltre mille inserzioni di entrambi i marchi d’oltralpe, con l’opportunità di scegliere addirittura l’esclusiva edizione limitata C3 Deejay.

Per venire incontro alle necessità dei neopatenti, alla ricerca di una vettura a misura di città, automobile.it offre anche una vasta gamma di citycar, come la Smart For Two, la Toyota Aygo e la nuova Hyunday i20, presenti in tutto con quasi tremila annunci.

I ragazzi che amano sportività ed eleganza possono farsi tentare dall’Audi A3 oppure dallo stile british della Mini One, senza dimenticare infine l’Alfa Romeo Mito, la piccola sportiva della Casa del Biscione.

La prima auto non si scorda mai, soprattutto se acquistata su automobile.it: quale sarà la tua?

OrtoRomi: qualità internazionale

Scritto da Chili Pr il . Pubblicato in Aziende, Gastronomia e Cucina

Un autunno all’insegna dell’internazionalità per OrtoRomi: la società espone le proprie referenze in ben tre fiere di settore, importanti sul territorio sia nazionale sia europeo, oltre all’appuntamento dedicato al consumer del Taste of Roma.

Si comincia in Russia, con il World Food, dal 16 al 19 settembre, grande esposizione internazionale che vede la capitale Mosca farsi collettore per le aziende alimentari e le società di produzione agricola di tutto il mondo. Qui OrtoRomi sarà presente insieme alla Regione Veneto.

Si torna poi in Italia, a Cesena, per partecipare all’edizione 2013 di Macfrut: dal 25 al 27 settembre, OrtoRomi incontrerà i buyer  nella cornice di Cesena Fiera, per presentare i propri prodotti di punta e le nuove referenze autunnali.

La IV gamma, e tutto il settore agroalimentare in generale, rimarranno protagonisti anche dal 16 al 18 ottobre, a Madrid: OrtoRomi, dopo l’edizione del 2012, parteciperà anche alla 5° edizione di Fruit Attraction, imperdibile appuntamento per il B2B di settore.

“Essere presenti ad eventi di carattere internazionale con le nostre referenze d’eccellenza è un grande risultato, ma anche un grande punto di partenza: confrontarsi con realtà differenti in una cornice globale consente di percepire chiaramente la direzione che il mercato sta prendendo, migliorando sempre più la propria offerta” commenta Martina Boromello, responsabile marketing di OrtoRomi.

Per rimanere sempre aggiornati sulla bontà OrtoRomi mettete un “Mi piace” sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/Ortoromi.

Mettete le ruote sulla vostra casa e… buon viaggio!

Scritto da Chili Pr il . Pubblicato in Automobili, Comunicati Stampa, Viaggi

Agosto è alle porte e per molti italiani è giunto il momento di preparare le valigie e partire per le attese vacanze. Mare e montagna, ma anche laghi e città d’arte: saranno queste le mete che nei prossimi giorni verranno prese d’assalto dal popolo dei vacanzieri.

A causa dell’involuzione del mercato, che ha fatto registrare un calo delle partenze rispetto agli anni precedenti, iniziano a cambiare le abitudini degli italiani: il viaggio low cost e la classica vacanza “toccata e fuga” diventano così le scelte più gettonate. A cambiare è anche il modo di spostarsi: secondo una recente indagine della Coldiretti, infatti, circa un milione e mezzo di italiani partirà con il camper, il mezzo ideale per coloro che amano un viaggio all’insegna della comodità low cost e “on the road”, senza essere costretti a prenotare con largo anticipo. La vacanza en plein air, in perfetto stile anni ’70, torna così ad essere di moda.

Come sottolinea il Rapporto Nazionale sul Turismo, per coloro che sceglieranno di viaggiare a bordo di un autocaravan, lo Stivale offre ben duemila aree di sosta, di cui il 69% attrezzate, presenti per la maggior parte nel nord d’Italia. Partire con un camper diventa sempre più una piacevole abitudine, tanto che nell’ultimo anno si è registrato un aumento dell’utilizzo pari al 38%. Se ancora non avete deciso quale scegliere, il portale www.automobile.it vi offrirà l’opportunità di consultare centinaia di inserzioni per tutti i gusti.

Per coloro che amano la praticità e le piccole dimensioni, sul sito sarà possibile visionare numerose proposte del marchio Arca, tra cui l’ultimo modello M 686 GLT, di lunghezza inferiore ai sette metri. Se preferite un mezzo più spazioso e di lusso, non c’è miglior scelta che il nuovo Laika KREOS 7010, perfetto nel rapporto qualità-prezzo, oppure il Coachmen SPORTSCOACH, capace di tenere  a bordo fino a ben nove posti letto.

automobile.it è al vostro fianco anche nella scelta della vostra “casa su ruote”: quale sarà la tua? E una volta deciso il modello non vi resta che partire per la vostra vacanza en plein air.

Rivivi il sogno americano con www.automobile.it!

Scritto da Chili Pr il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Lifestyle, Viaggi

È la terra del sogno, della libertà e delle opportunità, che con i suoi usi e costumi ha segnato nel tempo la vita di molte generazioni. Un semplice nome che racchiude in sé migliaia di significati: America. Chi di noi non ha mai sognato di partire e andarla a scoprire?

Concedersi una vacanza negli States, con un viaggio “on the road” che strizza l’occhio a Kerouac e alla beat generation, non è mai stato così semplice. Ogni anno, infatti, sempre più turisti partono alla volta del Nuovo Mondo, per conoscere da vicino i luoghi e i miti che hanno fatto la storia di questo straordinario paese.

Tra le tante opportunità per scoprire gli Stati Uniti, cosa c’è di meglio che rivivere il mito americano sulle due ruote, ripercorrendo la celebre Route 66, la cosiddetta “Mother Road”, che con i suoi quasi quattromila chilometri unisce Chicago a Los Angeles, attraversando stati come Texas, Arizona e Missouri. Un’autostrada unica che, almeno una volta nella vita, è stata percorsa da un americano. Nonostante la sua chiusura negli anni 80, alcuni tratti rimangono tutt’oggi ancora percorribili.

America e due ruote: un connubio vincente che richiama alla mente di ognuno di noi la mitica Harley Davidson, diventata celebre per il suo posteriore abbassato e manubrio alzato, da “cavalcare” in perfetto stile Renegade. Proprio per gli amanti della moto simbolo statunitense, il portale www.automobile.it offre circa duecento inserzioni, tra le quali la Road King o in alternativa la Heritage Springer, in versione limitata per il trentesimo compleanno. Per tutti coloro che invece amano il pezzo da collezione, c’è l’intramontabile Café Racer Ironhead 900, una moto unica che ha segnato la storia del marchio americano.

automobile.it è il portale perfetto per guidarvi nella scelta della prossima due ruote… Quale sarà la tua?

Indagine: le donne e l’auto

Scritto da Chili Pr il . Pubblicato in Affari, Automobili, Aziende, Comunicati Stampa, Italia, Mercati

www.automobile.it e GfK Eurisko analizzano desideri e abitudini delle automobiliste italiane

Un sondaggio dell’Istituto di Ricerca Gfk Eurisko, e promosso dal portale www.automobile.it, indaga sui segmenti, i marchi, i costi, l’uso e i valori dell’automobile riferiti al target femminile, grazie a un campione di 250 donne del Bel Paese. Nuove o usate, coloratissime o sobrie, italiane o straniere, per il tempo libero o il lavoro: le donne italiane hanno le idee chiare su cosa vogliono dalla loro auto, con oscillazioni minime dovute a età, professione e provenienza geografica.

Ma qual è l’auto ideale, e quale il profilo della donna che l’acquista? Nuova, generalista, utilitaria e italiana le caratteristiche principali per il veicolo. Sfata molti falsi miti il ritratto della guidatrice italiana: acquirente razionale, e non emozionale come si potrebbe pensare, utilizza la macchina quasi esclusivamente per svago, shopping e commissioni, non per recarsi in ufficio, e vede la propria quattroruote come un semplice mezzo di trasporto, una necessità, senza caricarla di suggestioni e valori socio-culturali.

L’auto più amata dalle italiane risulta essere nuova, ma in percentuale non è una vittoria schiacciante: 61,1% delle intervistate, contro il 38,9% a favore dell’usato. Si tratta inoltre di una vettura generalista, scelta dall’88%, contro un 12% di premium-lovers: a quanto pare, le premium sono “roba da uomini”. I segmenti più popolari sono, infatti, quello delle utilitarie/medio-piccole (49,8%), seguito da quello delle minicar-citycar (23,6%) e, a diminuire, i veicoli di dimensioni medie (15%) e grandi-station wagon (2,4%).

L’italianità mantiene una posizione privilegiata: il marchio Fiat è in testa alla classifica dei possessori di auto con il 34%, staccando di molto la seconda casa più scelta, la Lancia, che si attesta sul 9%. A seguire Toyota, Opel, Renault e Ford al 6%, Citroen al 5%, Nissan, Volkswagen e Peugeot alla pari al 4%, Mercedes e Alfa Romeo entrambe al 3%, Chevrolet, Hyundai e Suzuki al 2%, Audi, Smart, Seat e Mini Cooper con l’1%, e le restanti altre marche con un 3% complessivo.

Anche il prezzo è una variabile che incide nella scelta di auto medio-piccole, oltre alla praticità di guida e di parcheggio: su www.automoble.it una citycar è acquistabile con un prezzo medio di 8.660€, un’utilitaria con circa 9.224€ e un veicolo di dimensioni medie con 12.339€. I costi medi per i due marchi più amati sono 9.268€ per Fiat e 11.261€ per Lancia; Smart è la più economica sul portale, con una media di 7.932€, mentre la più dispendiosa è Audi, con 22.861€.

Il profilo che emerge a livello di acquisto, contrariamente ai pregiudizi un po’ maschilisti, è quello di acquirenti razionali: in totale l’85% delle intervistate afferma di valutare attentamente le caratteristiche tecniche e i costi della vettura, mentre solo il 15% sarebbe un acquirente emozionale, che si basa sulla linea, l’estetica, il marchio e gli interni. La percentuale oscilla lievemente a seconda della latitudine: più emozionali le donne del Centro (77% razionali – 23% emozionali), mentre le più razionali sarebbero al Sud (92%, contro solo l’8% di emozionali).

Se ciò che conta è la concretezza, il lato estetico risulta importante nella misura in cui permette di distinguersi dalle altre (49%), di esprimere la propria personalità (33%) o di riflettere la propria posizione sociale (22%).

Ma per cosa usano l’auto le italiane? Sicuramente per lo svago: l’84% afferma di usare la macchina per il tempo libero e l’83% specifica per commissioni e shopping, almeno una volta la settimana. Al contrario, il luogo di lavoro è una meta abituale da raggiungere sulle quattro ruote solo per il 50%: il 47% delle intervistate non utilizza mai l’auto per andare/tornare dall’ufficio, e la percentuale sale al 56% per generici motivi professionali. In maggioranza, al 54%, anche le donne che non usano mai la macchina per portare i bambini a scuola, mentre il 41% lo fa almeno una volta la settimana.

Funzionale alle proprie passioni e incombenze quotidiane, l’automobile viene vista principalmente come un puro mezzo di trasporto (90%), meno come espansione della propria casa (17%) o dell’ufficio (4%). Si tratta per la maggioranza del campione di una necessità, o una comodità, ma anche una continua fonte di costi; a seguire chi la considera addirittura una fonte di preoccupazione a causa delle contravvenzioni, o uno stress, mentre in fondo alla classifica la minoranza di chi vive il proprio mezzo come una passione o un desiderio, ma anche come un peso.

“Analizzare desideri e necessità del target femminile è fondamentale, in quanto il ruolo della donna nelle scelte che riguardano le spese della vita quotidiana, come l’acquisto di un veicolo per sé o per la famiglia, è sempre più consolidato – commenta Aileen Wagefeld, Corporate Communications bei di mobile.international GmbH – conoscere meglio i nostri clienti significa migliorare ulteriormente il servizio offerto dal nostro portale e supportare i nostri dealer associati con dati di marketing specifici relativi al mercato automotive italiano”.

Salta in sella con HealthCity e Multipower

Scritto da Chili Pr il . Pubblicato in Beauty & Wellness, Ciclismo

Primavera, tempo di gare: vi piacerebbe vivere l’emozione del Giro d’Italia e correrlo prima degli atleti ufficiali? Nelle palestre HealthCity si può: aprile è il mese dedicato proprio alla bicicletta e, grazie alla collaborazione con Multipower, ci sono tanti prodotti disponibili (fino ad esaurimento scorte) per chi si alzerà sui pedali con noi!

Dall’8 al 14 aprile, numerose e divertenti attività per soci e non soci, in tutti i club, per migliorare il proprio stato di forma generale, puntando ad una preparazione degna di un ciclista professionista, grazie al supporto del Fitness Staff di HealthCity! In particolare, si entrerà nel vivo con due eventi nazionali che verranno supportati da Multipower, sponsor ufficiale del Giro d’Italia.

  • Corri il Giro d’Italia… prima di tutti! Una “simulazione” del Giro d’Italia, per percorrere in anteprima tutte le tappe della corsa rosa, seguendo il percorso su un tabellone. I migliori tempi sui 5km (classifica uomo e classifica donna) in ogni club riceveranno una fornitura di prodotti Multipower specifici per l’endurance, inoltre per tutti i partecipanti le borracce targate Multipower!
  • Multipower Sprint, sfida a coppie per soci e non, in un Multipower corner con due bike, sulla distanza fissa di 500 metri, per sperimentare tutta l’adrenalina della volata sul traguardo finale! Per i partecipanti tanti gadget e sample Multipower.

E gli eventi continuano a maggio con lo Spinning Del Giro: le lezioni di spinning che si terranno in concomitanza con il Giro d’Italia proporranno alcuni tratti della tappa del giorno!

Ma quali sono le basi teoriche per una buona prestazione ciclistica? Risponde Davide Bogni, Regional Fitness Supervisor di HealthCity Italia:

“Nel ciclismo, come in ogni altra disciplina, il corpo dell’atleta deve avere una solida base. Questa è la chiave per raggiungere performance di massimo livello, evitando infortuni, e per guadagnare la longevità nello sport. Per ottenere il massimo rendimento, tutte le componenti dell’organismo devono operare di concerto, come una singola unità coordinata – spiega Davide Bogni molti ciclisti fanno l’errore di pensare che l’andare in bicicletta sia tutto basato sulle gambe. Ma non è così semplice: gambe, anche e glutei sviluppano la maggior parte della potenza nel pedalare, ma per dare stabilità alla metà inferiore del corpo è necessario che addome, schiena e parte superiore siano robusti. Ogni area del corpo gioca un ruolo vitale per la distribuzione della potenza sui pedali, il controllo della bicicletta e la prevenzione degli infortuni. Essere carenti di allenamento in una particolare area del corpo, causerà un decadimento della performance, con rischio anche di dolore e infortuni”.

Gli esercizi adatti a chi vuole avvicinarsi al ciclismo o migliorare le proprie performance sono quindi total body, per uno sviluppo e un rafforzamento armonico non solo delle gambe, ma anche di glutei, addominali, schiena e parte superiore del corpo: manubri per le braccia, panca per gli addominali, lat machine per i dorsali, panca romana per i lombari, pectoral machine per i pettorali e leg press, esercizio fondamentale per il ciclista, perché rafforza i quadricipiti.

Inoltre, mescolare allenamento indoor e outdoor è la chiave per un training completo, soprattutto quando le condizioni atmosferiche sono variabili.

“Oltre gli utili allenamenti di potenziamento da svolgere in palestra, e a qualche ‘cross training’, ovvero la pratica di attività aerobiche alternative, sarà comunque necessario PEDALARE, ovviamente con una diversa metodologia rispetto alle normali sedute outdoor – continua Bogni – spesso, pedalare ‘al chiuso’ su rulli o spinbike, è visto da molti ciclisti come un allenamento monotono e poco redditizio: al contrario, se ben combinato e programmato rappresenta un training perfetto. Sono numerosi i professionisti che affrontano alcune parti del loro allenamento stagionale su rulli o particolari ergometri indoor”.

L’alimentazione e l’integrazione sono tanto importanti quanto l’allenamento, un’attenzione complementare al training che aiuta a raggiungere i propri obiettivi atletici. Quali sono dunque i consigli per atleti principianti che vogliano affrontare l’endurance? Ecco le indicazioni degli esperti Multipower:

“I fattori decisivi sono un’alimentazione equilibrata, un apporto sufficiente di liquidi, il corretto rifornimento energetico prima e durante lo sforzo e un supporto mirato durante la fase di recupero. I prodotti Multipower consentono un’integrazione su misura che completa efficacemente l’alimentazione e il tipo di allenamento svolto” commenta Ariane Matz, Product developer di Multipower, che pratica corsa, ciclismo e gioca a pallavolo.

“In generale la dieta dovrebbe essere bilanciata e basarsi su un elevato consumo di frutta, verdura, alimenti integrali e grassi di qualità. Inoltre, per l’attività sportiva tre sono i capisaldi: carboidrati, proteine e acqua. I carboidrati sono il carburante principale dei muscoli, le proteine favoriscono la costruzione muscolare durante la fase di recupero, mentre due litri di liquidi al giorno sono fondamentali, tra acqua e bevande isotoniche, che contengono la giusta concentrazione di carboidrati per il rifornimento energetico e di sali minerali”.

Per informazioni su HealthCity visitate il sito www.healthcity.it o la pagina Facebook www.facebook.com/HealthCityItalia

Per informazioni su Multipower visitate il sito www.multipower.com/it/ o la pagina Facebook https://www.facebook.com/MultipowerSportsfoodItalia