Archivio Autore

Innovazione e sviluppo secondo Varvel SpA

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Comunicati Stampa

La notizia in breve – E’ entrato nel vivo, lo scorso 7 gennaio, dopo alcuni mesi di sperimentazione, il sistema gestionale integrato SAP adottato da Varvel SpA, storica azienda meccanica bolognese. Un avvio che, insieme all’installazione di nuovi applicativi CRM e PLM, costituisce un ulteriore slancio nel raggiungimento degli obiettivi del piano strategico triennale e del processo di internazionalizzazione della PMI di Crespellano.

Varvel SpA , azienda bolognese specializzata in variatori e riduttori di velocità, ha salutato il nuovo anno con una grande novità. Lo scorso 7 Gennaio, infatti, dopo una prima fase di sperimentazione, ha avviato il sistema ERP (Enterprise Resource Planning) SAP per la gestione e l’organizzazione dei processi aziendali.
Il Go Live è stato ultimato con successo e nell’arco del primo trimestre 2014 è prevista l’andata a regime del nuovo sistema. Una data che segna una svolta storica per la PMI di Crespellano che si avvia a compiere, nel 2015, il sessantesimo. Il nuovo applicativo, infatti, permetterà una gestione coordinata e centralizzata di tutte le attività aziendali e andrà ad aumentare l’integrazione fra le diverse società del Gruppo, interessando, oltre alla capofila Varvel, anche l’hub logistico di Settimo Milanese (MI) e le due controllate Benincasa e OCI. Una risposta, quella rappresentata da SAP, alle esigenze di ammodernamento delle dinamiche gestionali, in relazione alla crescita delle quote di mercato e allo sviluppo del processo di internazionalizzazione. Nato da una collaborazione con Altea, società leader nel settore, il nuovo sistema gestionale integrato è il precursore della serie di innovazioni tecnologiche che Varvel SpA implementerà da qui alla fine del 2014, ottimizzando la supply chain aziendale.
Nei prossimi mesi, infatti, Varvel SpA adotterà un sistema CRM (Customer Relationship Manager) di ultima generazione che rivoluzionerà le modalità di gestione della clientela, potenziando i meccanismi relazionali, mediante l’associazione di ogni cliente ad un contesto ambientale di riferimento, favorendone la fidelizzazione e innalzando il grado di soddisfazione finale.
“L’ammodernamento è parte integrante del processo di crescita aziendale cui stiamo lavorando ormai da diversi anni – spiega Francesco Berselli, Presidente di Varvel SpA – con l’obiettivo di rafforzare la nostra posizione nel mercato nazionale, congiuntamente ad uno sviluppo mirato e strategico a livello internazionale”.
Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel SpA, si dice soddisfatto dei risultati raggiunti in questi mesi: “Il processo di informatizzazione avviato rappresenta una spinta all’innovazione che agevolerà le dinamiche non solo tra le compagini del Gruppo Varvel SpA, ma anche tra tutti i partner e fornitori, a livello globale.”
Nel 2014 sarà inoltre attuato il progetto PLM (Product Life-cycle Management) che introdurrà un approccio strategico alla gestione delle informazioni, dei processi e delle risorse a supporto del ciclo di vita dei prodotti in tutte le loro fasi: dallo sviluppo, alla realizzazione, al lancio sul mercato, al ritiro, consentendo una più funzionale razionalizzazione degli sprechi e un’ottimizzazione dei sistemi produttivi, in un processo di perfezionamento industriale continuo.
Un percorso, quello intrapreso da Varvel SpA, cominciato già dal 2013, con la definizione di un piano strategico triennale che, sia con l’innovazione tecnologica che con l’apertura a nuovi mercati internazionali, ha come obiettivo l’innalzamento a 50 mln di euro del fatturato.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Press office: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

VARVEL canta con UNICEF per i bambini siriani

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Italia, Musica

La notizia in breve – VARVEL SpA inizia il 2014 rinnovando il suo impegno nel sociale. L’azienda bolognese, che da quasi sessant’anni produce variatori e riduttori meccanici di velocità, sosterrà con UNICEF “Ho visto sessanta volte fiorire il calicanto”, concerto a favore dei bambini profughi siriani del cantante dei Pooh Red Canzian, che si terrà l’8 Febbraio 2014 al Forum Monzani di Modena.

Circa un milione di bambini, secondo fonti UNICEF, sono stati costretti a lasciare la Siria dall’inizio della guerra civile. Di questi, 740.000 hanno meno di 11 anni, mentre 3.500 hanno varcato i confini soli o separati dai loro familiari.
Da sempre sensibile alle tematiche umanitarie, VARVEL SpA, storica PMI socialmente responsabile di Crespellano (BO), ha voluto aiutare i giovani profughi siriani contribuendo all’organizzazione del concerto del cantante dei Pooh Red Canzian “Ho visto sessanta volte fiorire il calicanto”, organizzato dal Comitato Unicef di Modena l’8 Febbraio al Forum Monzani.
“In Siria è in corso una drammatica emergenza umanitaria – spiega Francesco Berselli, Presidente di VARVEL SpA – per questo abbiamo accolto con entusiasmo la proposta di sponsorizzazione dell’evento da parte del Comitato UNICEF di Modena”.
Il concerto di Canzian, accompagnato dal quartetto Archimia, Phil Mer, Rudy Michelutti e Ivan Geronazzo, ripercorrerà la sua storia artistica e quella dei Pooh, attraverso grandi classici come “Parsifal”, “Noi due nel mondo e nell’anima” e “Uomini soli”. I proventi dell’iniziativa saranno devoluti a Unicef Italia per potenziare l’intervento umanitario attraverso importanti investimenti nei principali settori d’intervento – sanità, nutrizione, acqua e igiene, istruzione, protezione dell’infanzia, fornitura di generi di primo soccorso – sia in Siria che nei paesi limitrofi, in modo da raggiungere migliaia di giovani sfollati.
“Investire nel sociale per noi non è solo una questione d’immagine – afferma Mauro Cominoli, Direttore Generale di VARVEL SpA – ma anzi siamo fermamente convinti che un’azienda che vuol definirsi responsabile debba essere la prima a dare il buon esempio, con la speranza che poi altri la seguano”.
Persone e ambiente sono, infatti, i due valori chiave che guidano l’azione sociale dell’azienda di Crespellano da più di un decennio: sin dal 2004 VARVEL SpA sostiene attivamente Unicef, ANT e Medici Senza Frontiere, devolvendo una percentuale per ogni pezzo venduto, mentre dal 2010 attua una rigorosa politica di risparmio energetico che, con l’installazione di un importante impianto fotovoltaico, si risolve in un risparmio sulle emissioni di CO2 pari a 109 tonnellate annue. Numerose sono poi le azioni, a carattere associativo ed individuale, a favore di enti formativi e associazioni, come testimoniato dal bilancio di sostenibilità annualmente presentato.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Cooperativa Sociale La Rupe: Il lavoro che genera risparmio

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Italia

La Cooperativa Sociale La Rupe anticipa alcune cifre relative al bilancio 2013, dimostrando come il reinserimento professionale di individui svantaggiati si affianchi ad un notevole sgravio dei costi per la Pubblica Amministrazione, testimoniando il valore anche economico della cooperazione sociale

Con l’inizio del 2014 la Cooperativa Sociale La Rupe sceglie di anticipare alcune cifre del bilancio 2013, dimostrando come il sociale rappresenti una risorsa concreta e preziosa, per la collettività come per il tessuto produttivo.

Nel 2013, infatti, il laboratorio di elettromeccanica, la lavanderia industriale e il settore di manutenzione aree verdi della Cooperativa hanno avuto 36 dipendenti, dei quali 15 svantaggiati (legge 381/1991) e 3 svantaggiati con disabilità, assunti grazie alla convenzione basata sull’art 22 L.R. 17/05. Un dato che testimonia come la Cooperativa Sociale sia una realtà in grado di creare lavoro, tanto che di queste 18 persone, ben 13 hanno un contratto a tempo indeterminato e 5 a tempo determinato.

Ad accrescere il valore di questa formula è il risparmio stimato per la società, pari a 7.000 euro (dato Consorzio di Iniziative Sociali SIC – Bologna) per ogni individuo svantaggiato inserito in un’attività lavorativa stabile, per un totale, nel 2013, di ben 126.000 euro di risparmio sui costi delle Pubbliche Amministrazioni.

Numeri che fanno riflettere, a cui si sommano, per elettromeccanica, lavanderia e manutenzione del verde, i 40 percorsi di inserimento lavorativo (ex borse lavoro), i 5 tirocini formativi e l’ospitalità offerta a 16 persone chiamate a svolgere lavori di pubblica utilità per il riottenimento della patente di guida in precedenza sequestrata.

Un’attività preziosa, quella svolta dalla cooperazione sociale, non solo sotto il profilo economico, ma anche per la possibilità, attraverso il lavoro, di favorire una riabilitazione attiva che consente alle persone che vivono in situazione di marginalità di riacquistare, progressivamente, dignità personale ed autostima, con il contributo di tutor che li affiancano e li sostengono quotidianamente.

Il sociale si dimostra così, sulla base dei dati forniti, una risposta concreta alle problematiche della collettività, ma anche una preziosa risorsa per le imprese che, attraverso la collaborazione con realtà come Rupe, possono far fronte all’obbligo di assunzione di persone diversamente abili, esternalizzando alla cooperativa sociale una commessa di lavoro che copra le spese di assunzione, da parte di quest´ultima, della persona accolta (art. 22 della L.R. 17/2005).

A riprova dell’efficienza e della competenza messa dall’area lavoro di Rupe al servizio delle imprese, le numerose collaborazioni con diverse eccellenze industriali del comprensorio bolognese, sia nell’ambito elettromeccanico che attraverso le attività della Lavanderia Splendor, a cui si somma il servizio di giardinaggio, in collaborazione con istituzioni e servizi sociali del territorio.

 La Cooperativa Sociale La Rupe anticipa alcune cifre relative al bilancio 2013, dimostrando come il reinserimento professionale di individui svantaggiati si affianchi ad un notevole sgravio dei costi per la Pubblica Amministrazione, testimoniando il valore anche economico della cooperazione sociale

Con l’inizio del 2014 la Cooperativa Sociale La Rupe sceglie di anticipare alcune cifre del bilancio 2013, dimostrando come il sociale rappresenti una risorsa concreta e preziosa, per la collettività come per il tessuto produttivo.
Nel 2013, infatti, il laboratorio di elettromeccanica, la lavanderia industriale e il settore di manutenzione aree verdi della Cooperativa hanno avuto 36 dipendenti, dei quali 15 svantaggiati (legge 381/1991) e 3 svantaggiati con disabilità, assunti grazie alla convenzione basata sull’art 22 L.R. 17/05. Un dato che testimonia come la Cooperativa Sociale sia una realtà in grado di creare lavoro, tanto che di queste 18 persone, ben 13 hanno un contratto a tempo indeterminato e 5 a tempo determinato.
Ad accrescere il valore di questa formula è il risparmio stimato per la società, pari a 7.000 euro (dato Consorzio di Iniziative Sociali SIC – Bologna) per ogni individuo svantaggiato inserito in un’attività lavorativa stabile, per un totale, nel 2013, di ben 126.000 euro di risparmio sui costi delle Pubbliche Amministrazioni.
Numeri che fanno riflettere, a cui si sommano, per elettromeccanica, lavanderia e manutenzione del verde, i 40 percorsi di inserimento lavorativo (ex borse lavoro), i 5 tirocini formativi e l’ospitalità offerta a 16 persone chiamate a svolgere lavori di pubblica utilità per il riottenimento della patente di guida in precedenza sequestrata.
Un’attività preziosa, quella svolta dalla cooperazione sociale, non solo sotto il profilo economico, ma anche per la possibilità, attraverso il lavoro, di favorire una riabilitazione attiva che consente alle persone che vivono in situazione di marginalità di riacquistare, progressivamente, dignità personale ed autostima, con il contributo di tutor che li affiancano e li sostengono quotidianamente.
Il sociale si dimostra così, sulla base dei dati forniti, una risposta concreta alle problematiche della collettività, ma anche una preziosa risorsa per le imprese che, attraverso la collaborazione con realtà come Rupe, possono far fronte all’obbligo di assunzione di persone diversamente abili, esternalizzando alla cooperativa sociale una commessa di lavoro che copra le spese di assunzione, da parte di quest´ultima, della persona accolta (art. 22 della L.R. 17/2005).
A riprova dell’efficienza e della competenza messa dall’area lavoro di Rupe al servizio delle imprese, le numerose collaborazioni con diverse eccellenze industriali del comprensorio bolognese, sia nell’ambito elettromeccanico che attraverso le attività della Lavanderia Splendor, a cui si somma il servizio di giardinaggio, in collaborazione con istituzioni e servizi sociali del territorio.

Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Un impegno da condividere

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Comunicati Stampa, Industria

Varvel SpA menzionata tra le aziende sostenitrici alla Va Edizione del Premio Eubiosia ANT 2013. Un motivo di grande soddisfazione per l’impresa, da anni attiva nel sociale, con l’auspicio di essere motivo ispiratore per altre realtà produttive, in nome della solidarietà

Grande soddisfazione e tanta emozione, in Varvel SpA, menzionata lo scorso 22 novembre tra le aziende e organizzazioni che nel 2013 hanno sostenuto la Fondazione ANT, Associazione Nazionale Tumori. Nel corso della cerimonia, a Milano, il Presidente ANT Raffaella Pannuti ha infatti premiato le aziende e le organizzazioni scelte tra le 134 candidate alla Va Edizione del Premio Eubiosia ANT, patrocinato dalla Regione Lombardia, con la collaborazione di una qualificata giuria di giornalisti.

Il riconoscimento, rivolto ad aziende, fondazioni d’impresa e istituzioni distintesi per il loro impegno nel sociale e che abbiano contribuito alla crescita dei progetti di assistenza e prevenzione oncologica della Fondazione ANT nel corso del 2013, è stato anche l’occasione per annunciare il 21° Ospedale Domiciliare Oncologico ANT che inaugura così l’attività della Fondazione anche in provincia di Milano, a Paderno Dugnano. Si estendono così i gruppi di assistenza domiciliare già presenti in 9 regioni italiane e composti da équipe multidisciplinari di medici, infermieri e psicologi che lavorano per la Fondazione nata a Bologna nel 1978. Con i suoi 4.000 malati seguiti ogni giorno a domicilio da 400 professionisti, ANT rappresenta la più ampia realtà non profit nel Paese per l’assistenza socio-sanitaria gratuita ai sofferenti di tumore.

Il sostegno del mondo imprenditoriale è indispensabile per il mantenimento e lo sviluppo delle attività della Fondazione nata per volere dell’oncologo Franco Pannuti. Proprio per sottolineare questo strategico legame, da cinque anni ANT attribuisce il Premio Eubiosia alle realtà che contribuiscono alla realizzazione del progetto di solidarietà che porta avanti. Quest’anno la cerimonia ha avuto come tema “Non profit e imprese: forme virtuose di collaborazione in tempo di crisi”.

Essere stati menzionati e aver concorso al premio è stato per noi un motivo di orgoglio – afferma Francesco Berselli, Presidente di Varvel SpAperché oltre alla soddisfazione di aver partecipato all’evento e di aver contribuito a sostenere la Fondazione, ci ha permesso di diffondere la nostra filosofia di azienda socialmente responsabile, come testimoniato dai numerosi interventi e dall’annuale bilancio di sostenibilità, auspicando di poter essere seguiti da altre aziende che condividano la nostra visione”.

“Abbiamo un forte legame con Fondazione ANT – conferma Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel SpA tanto che fin dal 2004 l’azienda ha iniziato un programma di sostegno continuativo sia a favore di ANT che di Medici Senza Frontiere e Unicef, versando a ognuna delle tre associazioni, per ogni prodotto venduto, un contributo di 0,02 euro, legando direttamente la produttività dell’impresa e i suoi risultati economici alla tutela di persone meno fortunate, con la viva speranza che questo nostro modo di agire possa essere adottato da un numero sempre crescente di imprese”.

Fonte: agenzia di comunicazione, Bologna

L’Horeca in un click

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Informatica

Un nuovo gestionale dedicato alla ristorazione collettiva, proposto da Sogea, società specializzata in informatica, si dimostra uno strumento evoluto per agevolare gli ordini, economizzando tempi e costi  

Spesso il coordinamento tra i vari referenti risulta problematico, specialmente nell’ambito della ristorazione, dove il flusso delle richieste e una gestione unica posso creare rallentamenti nel flusso del lavoro e nella consegna di quanto richiesto, con un notevole dispendio di tempo e costi.

Proprio per rispondere alle esigenze delle aziende che operano nella ristorazione, Sogea Srl di Bologna ha realizzato un’applicazione Web che consente alle unità periferiche di inviare all’ufficio acquisti dell’azienda le proprie proposte di acquisto attraverso un comune browser.

Le unità decentrare possono inserire le proposte d’ordine d’acquisto in maniera completamente descrittiva oppure possono fare riferimento ai listini in vigore con ricerche parzializzate per categorie di articoli e fornitori con la indicazione di  eventuali articoli preferenziali.

Non meno funzionale è la possibilità di inviare le nuove richieste partendo dal portafoglio articoli già acquistati in un certo periodo modificando unicamente la nuova quantità da ordinare e la data di consegna richiesta.

Risulta sempre possibile consultare/gestire lo storico proposte per modificare e/o annullare  con facilità  le richieste  non ancora validate dall’ufficio acquisti.

Grande attenzione è stata posta alla riservatezza dei dati che garantita con associazioni di vari parametri quali utenti, unità locali, informazioni visibili, fornitori, solo per citarne alcune.

Il coordinamento con la sede centrale viene effettuato in maniera semplice e immediata, attraverso un’email automatica all’avvenuto inserimento dell’unità periferica per procedere all’emissione dell’ordine al fornitore, in modo che le proposte siano immediatamente visibili e pertanto evase con tempestività.

A rendere ancora più utile e preziosa questa applicazione interfacciabile con diversi Database è la facilità di utilizzo, usufruibile dai principali browser e facilmente integrabile con qualsiasi soluzione gestionale esistente in azienda. Le informazioni vengono recuperate direttamente dalle anagrafiche e dalle tabelle del gestionale attualmente in uso.

Anche l’interfaccia grafica risulta estremamente pratica, poiché tutti i dati utili alla creazione delle proposte d’ordine vengono visualizzati in un’unica schermata.

A facilitare ulteriormente la fruizione, gli articoli possono essere trovati per mezzo di filtri di ricerca personalizzati, mentre le proposte possono essere modificate o eliminate… con un semplice Click!

Sogea srl – Via Larga, 36 40138 Bologna (BO) Italy tel. +39 051.6013744 fax. +39 051.6013784 www.sogeasi.com    info@sogeasi.com

Ufficio stampa: Borderline snc – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200 Communication Manager & P.R Matteo Barboni  349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Fonte: agenzia di comunicazione, Bologna

Comunicazione Borderline

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

Un’agenzia bolognese che fonde creatività e concretezza, per rispondere ai bisogni delle aziende, in questa difficile contingenza economica, con idee capaci di finalizzare il risultato 

L’agenzia di comunicazione Borderline nasce dall’idea di due professionisti nell’ambito giornalistico e l’altro in quello grafico. Fin dai suoi esordi, le esperienze individuali dei suoi fondatori e la visione innovativa, fanno di questa agenzia di comunicazione di Bologna qualcosa di diverso nel panorama dei servizi alle aziende. La profonda conoscenza delle dinamiche del mercato e un approccio marketing oriented, supportato da un consolidato know-how e da un aggiornamento costante, rendono infatti Borderline una realtà estremamente competente e sempre aggiornata sulle principali richieste provenienti dal mondo dell’industria, del commercio e dell’editoria.

La stessa strutturazione di Borderline in quattro business unit specializzate nei settori grafica e web, giornalismo e ufficio stampa, marketing ed eventi dimostrano come questa  agenzia di comunicazione di Bologna  sappia rispondere alle diverse esigenze delle imprese con celerità e precisione, efficienza e piena corrispondenza alle aspettative, con una visione strategica complessiva declinata poi in base alle specifiche esigenze, ma sempre con uno sguardo allargato a tutte le necessità del cliente.

Il nome stesso Borderline, con il suo payoff “creativi senza confini” sta a significare la capacità di interpretazione, ma anche la flessibilità di questa agenzia di comunicazione di Bologna, senza schematismi above the line o below the line. Borderline, appunto, per liberare la creatività, generando quella comunicazione vincente, moderna, capace di stupire, incuriosire, attrarre, restare impressa nella mente di chi ne entra in contatto. Trovare la formula più idonea è la specialità di Borderline, quella in cui l’originalità dell’idea si sposa con un’esecuzione puntuale e con risultati concreti.

Un’agenzia di comunicazione che opera a Bologna e in tutta Italia, trasformando un’idea in un fatto compiuto, sia esso un comunicato stampa, una pagina pubblicitaria, un evento. La costante evoluzione della società e dei mercati impone azioni coerenti, misurabili e quantificabili, nonché risultati concreti. Nell’attuale situazione economica, le imprese hanno la necessità di sostegno, continuando a comunicare e ottenendo riscontri immediati dagli sforzi e dagli investimenti sostenuti. L’agenzia di comunicazione Borderline risponde ai bisogni del tessuto produttivo realizzando attività promozionali, pubblicitarie, editoriali ed eventi in base alle reali esigenze, riducendo sia i tempi di esecuzione che i costi relativi. Le competenze delle diverse business unit consentono infatti di individuare rapidamente desideri e potenzialità, riuscendo così a sostenere i clienti in maniera significativa e sinergica, in relazione al target individuato, contribuendo fattivamente ad un miglioramento strategico e foriero di soddisfazioni.

In un periodo in cui la fidelizzazione è un obiettivo inseguito da molti, poter vantare collaborazioni pluriennali è la migliore testimonianza del lavoro svolto dall’agenzia di comunicazione Borderline, a Bologna come su tutto il territorio nazionale.

Nuova frontiera per il chimico-farmaceutico

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

Da Sogea, la soluzione Vela Care appositamente dedicata al settore per il controllo di tutti i processi aziendali 

La precisione è tutto, specialmente nel settore chimico-farmaceutico. Per sostenere le aziende che operano in questo ambito, Sogea, dal 1987 fornitore di software gestionali, propone Vela Care, la soluzione multi-piattaforma orientata al controllo di gestione nata da molteplici e approfondite esperienze applicative effettuate presso aziende operanti nel chimico, farmaceutico, erboristico, cosmetico e profumeria.

Vela CARE si rivolge all’intera filiera aziendale, spaziando dalla amministrazione/controllo di gestione  gli acquisti al magazzino, dalle vendite alla produzione, dalla logistica alla qualità. Utilizza inoltre strumenti di business intelligence e C.P.M. per creare cruscotti aziendali facilmente consultabili  in grado di assicurare vari livelli di dettaglio e rappresentazioni grafiche necessari  alla direzione  quale supporto alle decisioni.

“Con questi strumenti di Business Intelligence e Corporate Performance Management – afferma l’ing. Giuseppe Marini, AD di Sogea –analizzare, decidere e controllare è molto semplice perché le aziende possono misurare costantemente le proprie performances, simulare possibili scenari e  verificare l’esito delle scelte attuate per assicurare competitività alla propria azienda’’

Vela Care  possiede  funzioni settoriali specifiche, tra le quali la gestione scadenze, la definizione delle ricette e dei metodi di lavorazione, la gestione della resa degli ingredienti e controllo del peso nella ricetta, la gestione partite, lotti, scadenze con relativi saldi di magazzino, potenti interrogazioni di lot-tracking, gestione della quarantena e del laboratorio di analisi, nonché delle accise telematiche.

A tutto ciò si aggiungono le funzioni gestionali, quali ad esempio la gestione  premi e campagne fornitori, gestione delle condizioni contrattuali, listini personalizzati,  promozioni di vendita e contributi di fine campagna, gestione assortimento clienti e storico ordini, gestione agenti con programmazione dei giri visita, acquisizione ordini ed incassi anche via web, provvigioni, organizzazione delle consegne, picking e impostazione pallets, rifornimenti di negozi e filiali, ecc.

Vela Care è un software client/server multipiattaforma che grazie alla tecnologia object oriented è fruibile su client Windows, server Os/400, Windows NT, AIX, HP-UX, Solaris, java, con database SQL Server, DB2, Oracle e molti altri.

Vela Care inoltre interagisce perfettamente con tutte le applicazioni Microsoft Office: Word, Excel e Outlook.

Bilanciare tutti i processi di filiera consente di migliorare le condizioni di fornitura, fidelizzare i fornitori, ridurre gli errori e velocizzare l’evasione degli ordini. Vela Care si propone quindi come una soluzione in grado di sostenere le aziende del mondo chimico, farmaceutico, erboristico, cosmetico e profumeria, rendendole altamente performanti e con un notevole risparmio economico e di tempo.

Sogea assicura un rapido avvio  alla operatività di Vela Care in virtù della esperienza acquisita nel settore e della completa configurabilità del software alle necessità del cliente.

Sogea srl – Via Larga, 36 40138 Bologna (BO) Italy tel. +39 051.6013744 fax. +39 051.6013784 www.sogeasi.com  info@sogeasi.com
Ufficio stampa: Borderline snc – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200 Communication Manager & P.R Matteo Barboni 349 6172546  m.barboni@borderlineagency.com

FONTE: AGENZIA DI COMUNICAZIONE, BOLOGNA

Borderline per vocazione

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Internet

Tra i punti di forza dell’innovativa agenzia di comunicazione, la pluriennale esperienza giornalistica, la profonda conoscenza delle dinamiche del mercato, marketing strategico e l’integrazione con il web 

Ottenere la massima visibilità, una buona reputazione e una salda credibilità, sono risultati tutt’altro che scontati. In Borderline, dinamica agenzia di comunicazione integrata di Bologna, lo sanno bene. Tra i punti di forza di questa azienda dove creatività e pragmatismo si fondono per garantire risultati concreti e tangibili, una profonda conoscenza delle dinamiche di mercato, l’interazione costante con il marketing strategico e la pluriennale attività giornalistica maturata attraverso importanti collaborazioni con riviste di settore e testate di grande rilievo nel panorama nazionale. Un know-how unico nel suo genere, prezioso per clienti e aziende che siano alla ricerca di un interlocutore preparato e capace di accompagnare i vari processi legati alla creazione e allo sviluppo del proprio marchio, a partire dalle prime azioni di branding per accrescerne la visibilità, al posizionamento di mercato e la generazione di un valore aggiunto attraverso i processi chiave di brand identity,  brand reputation, brand awareness, fino alla brand loyalty, quella fidelizzazione gestita e supportata spesso da loyalty program mirati.

Un servizio, quello offerto da Borderline, fortemente marketing oriented, personalizzato in base alle diverse necessità del cliente, sia esso un’azienda, una società, un’associazione o un ente pubblico o privato, grazie alla presenza di quattro business unit che rispondono individualmente e in maniera sinergica a qualsiasi esigenza, dalla grafica al web, dall’organizzazione di eventi al servizio di ufficio stampa.

L’esperienza giornalistica ancora in corso consente di redigere testi, articoli e comunicati in maniera agile, puntuale e scrupolosa, perfettamente rispondenti alle esigenze dei giornalisti, precedentemente individuati attraverso un’accurata azione di precall e recall delle redazioni, generando così mailing list costantemente aggiornate e specifiche in base alle esigenze del momento e ai diversi target di riferimento.

Il monitoraggio costante delle uscite permette di fornire a ciascun cliente un’accurata rassegna stampa, mentre una sala stampa on line sul sito dell’agenzia www.borderlineagency.com offre a redattori e cronisti 24 ore su 24 tutti i materiali necessari per articoli e pubblicazioni di qualsiasi tipo. La creatività non si esprime soltanto attraverso i testi, molto accurati e attenti a fornire tutte le informazioni utili per le aziende e per i giornalisti, ma anche attraverso la presentazione grafica dei comunicati stampa, sempre elegante e accattivante, così da essere utilizzata da clienti e imprese anche per il posizionamento sui propri siti internet o per l’invio agli stakeholder.

L’agenzia Borderline è specializzata nel fornire una comunicazione integrata e un’immagine coordinata curata nei minimi dettagli, dalla cartella stampa e il press kit per conferenze stampa, convegni e fiere, supportando il marketing mix dei clienti dalla creazione di un media planning che possa curare gli investimenti pubblicitari dei clienti, ad azioni di guerrilla marketing, street marketing, temporary shop, in store promotion, open day, educational, eventi aziendali, amplificando la visibilità attraverso la redazione di comunicati stampa, redazionali e specifiche attività di copy, per un dialogo costante tra advertising e giornalismo, fino alla creazione e alla redazione di house organ e altre iniziative di carattere editoriale. Integra il servizio di ufficio stampa di Borderline il mondo del web, con attività di content management per siti internet, gestendo anche i contenuti di social network, blog, piattaforme multimediali, oltre ad azioni strategiche di indicizzazione sui motori di ricerca dei comunicati stampa, appositamente creati e arricchiti di parole chiave e keyword dedicate, campagne SEO e SEM, link building, word press, article marketing, newsletter, lo sviluppo di profili aziendali e pagine di Facebook, Twitter, Google Plus, LinkedIn, YouTube, Instagram, scambi con portali tematici, associativi, di categoria.

“Studiare in maniera approfondita il cliente, il suo mondo, i suoi obiettivi, i target di riferimento e vivere la sua realtà, che si tratti di azienda, attività, associazione o ente pubblico o privato, sentendosi parte integrante della struttura e dell’organigramma, è il metodo che caratterizza Borderline in tutte le sue divisioni e aree di competenza. Quando parlo o scrivo in relazione ad un cliente, o ne sono il portavoce, divento quel cliente, penso e sento l’azienda come se fosse la mia” – afferma Matteo Barboni, cofondatore e contitolare responsabile della comunicazione dell’agenzia di comunicazione integrata Borderline. “Questo tipo di approccio comporta un notevole investimento di tempo, energie e risorse, ma è l’unico approccio che ritengo idoneo e rispondente alle necessità e ai sistemi di comunicazione contemporanei. In un mondo globalizzato, la comunicazione deve essere integrata, totale. Il nome stesso Borderline vuole sottolineare che non parliamo di comunicazione “above the line” o “below di line”, ma di creativi senza confini, come riportato nel nostro payoff. Un sistema di comunicazione moderno che nel corso degli anni ha fatto raggiungere risultati importanti ai nostri interlocutori. Del resto, per me un cliente non è solo un acquirente dei nostri servizi di comunicazione, ma piuttosto un partner, talvolta un amico, con il quale condividere una certa visione del mondo”.

Che spettacolo l’hockey con CTi

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Hockey, Salute

I giocatori di hockey, spesso sottoposti a scontri e infortuni anche violenti, possono proteggere ginocchia e articolazioni grazie a First Line, leader in Italia nella distribuzione delle ginocchiere CTi, soluzioni tecnologiche all’avanguardia per professionisti e dilettanti

L’hockey su ghiaccio, sport popolare soprattutto negli Stati Uniti e in Canada, ma dalla crescente diffusione anche in Italia, dove annovera diverse squadre, richiede velocità, forza e una notevole prestanza fisica. Durante l’incontro, può purtroppo capitare di assistere a comportamenti scorretti, come sgambetti o agganci col bastone, e perfino a risse o veri e propri combattimenti su pista. Certamente non tutte le partite finiscono a suon di bastonate, tuttavia indossare le adeguate protezioni aiuta ad evitare traumi e infortuni da gioco, ma non solo.

First Line, da anni impegnata nella commercializzazione di una linea di ginocchiere di altissima qualità, non poteva non assistere questi atleti, fortemente esposti a rischi e pericoli. Non solo prodotti pensati e realizzati per il post infortunio, ma anche e soprattutto soluzioni all’avanguardia in grado di proteggere il ginocchio e diminuire l’incidenza di traumi e lesioni. In questa disciplina sono soprattutto le distorsioni gli incidenti più comuni: un movimento sbagliato o un forte trauma, come lo scontro diretto con un avversario, sono le cause più probabili e frequenti.

Le ginocchiere CTi, che si declinano in due modelli diversi, sono state pensate e realizzate per rispondere ai bisogni e alle necessità sia dei professionisti che dei dilettanti dell’hockey su ghiaccio. CTi Custom Made, ossia il modello personalizzato in fibra di carbonio, kevlar e snodo in acciaio multicentrico, salvaguarda il ginocchio e l’area rotulea da urti e cadute. Un’armatura in grado di proteggere l’atleta persino durante gli impatti più violenti e utilizzabile anche nel post-infortunio, senza comprometterne le performance. CTi OTs, il modello standard realizzato con i medesimi materiali del modello personalizzato, garantisce altissime prestazioni, strizzando l’occhio anche al prezzo, sensibilmente inferiore rispetto alla versione top.

Spettacolo allo stato puro, forti emozioni e altissime performance, sempre in sicurezza, con First Line!

 

First Line  www.ginocchiere.com  – 3357012767  info@first-line.it Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Fonte: agenzia di comunicazione, Bologna

Novità premianti

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Industria

Pienamente confermate le aspettative di Varvel SpA per ISM e BSM, i moduli albero entrata e anti-ritorno, estremamente funzionali per modularità e performance, premiati dal mercato internazionale

Un successo che premia mesi di ricerche approfondite, grazie agli ottimi riscontri ottenuti sul mercato internazionale da Varvel Spa, storica azienda bolognese operante a livello mondiale, per il nuovo kit di prodotti esposti in anteprima in occasione dell’Hannover Messe, lo scorso aprile.

I moduli entrata ISM con albero sporgente e BSM anti-ritorno rappresentano infatti una grande novità nelle linee di prodotto, essendo installabili sulla maggior parte dei riduttori Varvel in versione entrata «S» e giunto elastico «G» in pochi minuti, con una semplice chiave inglese.

Entrambi i moduli sono già disponibili sul sito di Customer Service di Varvel Spa nelle grandezze 40, 50, 60, 70, 85 e 110.

Siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto – afferma Francesco Berselli, Presidente di Varvel SpA – poiché è la dimostrazione concreta di come l’azienda continui a sviluppare nuove soluzioni e prodotti sempre più innovativi. Nonostante le difficoltà dell’attuale congiuntura economica, Varvel dimostra così tutto il dinamismo di una PMI che vuole continuare a crescere a rispondere in maniera efficace alle richieste del mercato a livello globale”.

Dal 1955, anno di costituzione, l’impresa non ha mai smesso di progettare prodotti sempre più performanti e anche questi due nuovi elementi sono il frutto di accurate ricerche volte a migliorare ulteriormente la proposta dell’azienda che dall’hinterland bolognese ha raggiunto numerosi mercati in tutto il mondo.

Nell’ISM – Modulo albero entrata, l’albero di entrata è supportato da due cuscinetti a sfere schermati del tipo 2RS e pertanto non necessita di alcuna lubrificazione; si monta sui riduttori Varvel in versione entrata con giunto elastico «G.

BSM – Modulo antiretro è costruito in due versioni, albero sporgente o flangia IEC/NEMA con un cuscinetto a sfere schermato del tipo 2RS e cuscinetto anti-ritorno e si monta sui riduttori Varvel in versione entrata con giunto elastico «G».

Abbiamo avvertito la necessità di implementare ulteriormente i nostri kit di prodotto – afferma Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel SpA – per offrire alla nostra clientela soluzioni ancor più semplici da montare e con performance superiori. Il nostro reparto ricerca e sviluppo ha quindi creato due moduli di ultima generazione capaci di migliorare ulteriormente la funzionalità dei nostri prodotti, con una grande facilità di applicazione”.

L’azienda ha così voluto completare la propria gamma con una novità assoluta che si appresta a conquistare i vari mercati nel mondo, dove l’offerta di un made in Italy di qualità sposa la praticità di assemblaggio e la garanzia di risultati altamente soddisfacenti.

Fonte: agenzia di comunicazione, Bologna