Archivio Autore

Varvel presenta ad Hannover Messe il nuovo inserto elastico a stella

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Industria

Un team inter-funzionale per un nuovo giunto made in Varvel, di qualità e affidabilità di prodotto ancora superiori, ma ad un prezzo altamente competitivo
Nell’ottica di consolidare e migliorare il giunto elastico, da ormai più di un decennio elemento di riconoscimento dei propri riduttori nel mondo, Varvel SpA, azienda specializzata nell’ambito delle trasmissioni di potenza e simbolo di un’imprenditoria made in Italy d’eccellenza, presenta in occasione di Hannover Messe 2015 un nuovo inserto elastico a stella, dal design rivisto e ottimizzato.
La spinta di Varvel a questa reingegnerizzazione è dovuta al desiderio di colmare le restanti lacune della stella elastica ad oggi, in modo da poter garantire ai propri clienti la completa sostituibilità dei tradizionali accoppiamenti motore con chiavetta, senza limiti dati da fattori di servizio pesanti, temperature estreme e nel rispetto della normativa ATEX. L’operazione al momento ha portato alla definizione e ottimizzazione dell’inserto elastico nella grandezza G6, seguiranno dopo Hannover la altre tre grandezze del giunto Varvel.
L’operazione ha visto coinvolti tutti i reparti aziendali Varvel in un team inter-funzionale di lavoro, che ha curato ogni aspetto del nuovo inserto elastico, dalla definizione di una nuova geometria ottimizzata tramite simulazioni FEM, alla scelta di un tecnopolimero prestazionale per realizzarla, fino ad un partner per lo stampaggio ad iniezione, con le caratteristiche giuste per garantire qualità alla fornitura e portare valore aggiunto con competenza nell’ambito dello stampaggio ad iniezione.
Il tecnopolimero prescelto rappresenta un forte passo avanti rispetto ai tradizionali elastomeri termoplastici a base TPU e TPE, si tratta di fatti di una poliammide potenziata e additivata con uno speciale inserto elastomerico, che la rende insieme resistente ad urti e vibrazioni, impiegabile un ampio range di temperature e resistente ai fenomeni di fatica.
La nuova geometria è stata studiata direttamente sul nuovo materiale e pensata, grazie all’ausilio degli elementi finiti, per ottenere la miglior combinazione fra potenziamento delle zone critiche della stella attuale e alleggerimento del particolare. Quest’ultimo aspetto in particolare porterà un notevole beneficio anche in termini di costo, consentendo a Varvel di offrire ai suoi clienti una maggior qualità e affidabilità di prodotto ad un prezzo ancora competitivo.
Infine, dai test sin qui svolti, la nuova stella giunto mostra tutte le caratteristiche necessarie ad essere impiegabile in ambienti soggetti alla normativa ATEX, il passo successivo per Varvel sarà quindi certamente quello di estendere la certificazione anche ai suoi riduttori con attacco giunto.
“Anche questo nuovo elemento è la testimonianza del grande lavoro di ricerca e sviluppo realizzato in azienda – affermano Francesco Berselli e Mauro Cominoli, Presidente e Direttore Generale di Varvel SpAa dimostrazione dell’impegno costante nel soddisfare qualsiasi tipo di esigenza e garantendo un’attenzione continua nei confronti della clientela acquisita e potenziale, dimostrando la grande innovazione che caratterizza tutti i prodotti made in Varvel”.
Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Varvel introduce i moduli albero entrata sporgente e anti-retro: un futuro modulare

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Industria

Varvel SpA con ISM e BSM, i moduli albero entrata sporgente e antiretro, punta sulla modularità come efficace risposta alle richieste di personalizzazione, economicità e facilità di assemblaggio

Modularità come sinonimo di risparmio, di tempo e di costi. Questa la risposta di Varvel SpA, storica azienda bolognese operante a livello mondiale, alla crescente domanda di personalizzazione del mercato globale, ma anche di economicità e facilità di gestione del prodotto.
A conferma del successo ottenuto dalle ultime serie presentante, Varvel ha inserito nel proprio sito Customer Service i moduli entrata ISM con albero sporgente e BSM anti-retro, installabili sulla maggior parte dei riduttori Varvel in versione entrata «S» e giunto elastico «G» in pochi minuti, con una semplice chiave di fissaggio.
Nell’anno del sessantesimo l’impresa socialmente responsabile di Crespellano (BO) investe così non soltanto su un grande numero di novità di prodotto, ma anche sul servizio alla clientela internazionale, operando infatti l’azienda in oltre 60 paesi in tutti i 5 continenti.
Utilizzabili su tutte le famiglie di riduttore made in Varvel, i kit di entrata ISM, tramite la semplice inserzione di un giunto di accoppiamento, consentono di ottenere un riduttore con albero di entrata sporgente, adatto per motori ad albero cavo o per trasmissioni a cinghia, puleggia, catena, etc. Ciò consente ai distributori e rivenditori di non essere costretti a tenere a magazzino tutti i tipi di riduttore, in tutte le dimensioni IEC e in tutte le possibili configurazioni di entrata. Basta infatti che abbiano disponibili alcune unità ISM per ciascuna grandezza di riduttore (40, 50, 60, 70, 85 e 110) e in pochi minuti possono assemblare il riduttore richiesto dal cliente, nella tipologia e nella dimensione necessarie.
Una formula che consente una disponibilità immediata dei prodotti, anche grazie al contestuale sviluppo logistico dell’azienda bolognese, andando a soddisfare perfino quella clientela operante con orizzonti di programmazione molto limitati. Analogamente, tale opportunità permette alla rete Varvel di non caricarsi di costi derivanti da una gestione di magazzino e da onerosi approvvigionamenti per garantire la disponibilità immediata ai propri clienti. Oltre ai vantaggi per l’azienda stessa, in termini di risparmio, grazie ad economie di scala che consentono un contenimento dei costi ed un abbattimento dell’impatto ambientale per la produzione.
Anche BSM (Back Stop Module), un modulo contenente un cuscinetto anti-retro che consente un solo senso di rotazione, inibendo l’altro, si dimostra particolarmente versatile. Spesso questi particolari cuscinetti sono utilizzati nelle applicazioni con trasportatori inclinati, poiché evitano la deriva per gravità pur in presenza di normali motori elettrici non dotati di freno. I moduli BSM possono essere montati in entrata ad ogni nostro riduttore e, a richiesta del cliente, è possibile inserire un cuscinetto anti-retro nel modulo ISM. Proprio la modularità consente di assemblare caso per caso i componenti necessari per fornire la soluzione richiesta senza particolari oneri economici di immobilizzo materiale.
Una proposta che si è dimostrata preziosa, se si calcola che non solo è possibile definire il tipo di entrata del riduttore tramite i moduli ISM e BSM, ma, addirittura, è l’intera architettura del riduttore a essere modulare, tale per cui noto il rapporto di riduzione necessario al cliente, il proponente, partendo da uno stesso gruppo di riduzione e utilizzando i kit Varvel, può assemblare l’intero riduttore per ottenere la configurazione richiesta, con il rapporto di riduzione richiesto dal cliente.
“Desideriamo assicurare il massimo della qualità e del servizio al cliente – confermano Francesco Berselli e Mauro Cominoli, Presidente e Direttore Generale di Varvel SpAper cui a differenza di molti competitor che privilegiano prodotti mono (monoblocco e monofunzione), ci siamo sempre orientati sulla modularità e sulla personalizzazione. Una strategia premiante improntata sull’evasione delle richieste del mercato sempre più orientato verso le customizzazioni e sulle forniture per le piccole serie, cercando di servire il cliente con la massima tempestività”.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Varvel presenta la nuova serie di guarnizioni SLA – Questione di tenuta

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Industria

Varvel SpA introduce una nuova serie di guarnizioni che permettono l’azzeramento dei trafilamenti e la totale ermeticità tra i componenti assemblati

Non più sigillante liquido, ma nuove guarnizioni solide laminate in grafite. L’innovazione secondo la visione di Varvel SpA, PMI bolognese dal 1955 specializzata nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di motoriduttori, riduttori e variatori meccanici di velocità, passa anche da questi fondamentali elementi.
Grazie agli studi del reparto Ricerca e Sviluppo dell’azienda socialmente responsabile bolognese, operante a livello internazionale, in oltre 60 paesi in tutti i 5 continenti, nascono così le nuove guarnizioni SLA, inserite inizialmente sui riduttori Varvel nelle taglie 28-40-50 in entrambe le versioni SRS-SRT dal gennaio del 2014.
Una variante che ha regalato all’impresa grandi risultati in termini di soddisfazione da parte della clientela di tutto il mondo, riscontrando quest’ultima la pressoché totale assenza di perdite tra carcassa e coperchi laterali per problemi di mancata polimerizzazione dei sigillanti liquidi.
Il successo derivante da questa innovazione ha portato l’azienda ad estendere le guarnizioni alle altre grandezze dei riduttori in alluminio, con un programma di inserimento che nell’arco del primo semestre 2015 vedrà abbinate le guarnizioni anche alle grandezze 60-70-85, per entrambe le serie SRS-SRT per proseguire nell’arco del secondo semestre 2015 con l’introduzione delle guarnizioni nelle prime 5 grandezze, quelle in alluminio, della serie RD.
Il vantaggio di tale soluzione non si limita solo all’eliminazione del problema dei trafilamenti tra carcassa e coperchi laterali. Poiché infatti durante il serraggio della viteria del coperchio le guarnizioni vengono compresse in maniera importante, agiscono da elemento di anti-svitamento della viteria stessa, aumentando il precarico sotto la testa delle viti, rendendo tutte le serie di riduttori SRS-SRT e RD Varvel che adottano tali guarnizioni particolarmente adatti per quelle applicazioni in cui agiscono vibrazioni importanti.
“Puntiamo non soltanto alla creazione di nuovi prodotti – affermano Francesco Berselli e Mauro Cominoli, Presidente e Direttore Generale di Varvel SpAma anche all’ulteriore miglioramento di quelli esistenti, testimoniando il costante impegno nel soddisfare qualsiasi tipo di esigenza e garantendo un’attenzione continua nei confronti della clientela acquisita e potenziale, secondo quella filosofia aziendale che ci ha animati fin dalla nostra costituzione, di cui quest’anno celebriamo il sessantesimo”.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Varvel presenta la nuova serie di riduttori RO2

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Industria, Mercati

Nell’anno del suo sessantesimo, Varvel SpA presenta in anteprima mondiale all’Hannover Messe una serie di novità frutto dei propri laboratori di ricerca, tra cui l’intera nuova serie di riduttori ad assi ortogonali a due coppie di riduzione.

Un compleanno nel segno dell’innovazione, quello pensato da Varvel SpA, storica PMI di Crespellano (BO) che proprio in occasione del sessantesimo dalla sua costituzione ha scelto la vetrina dell’Hannover Messe per presentare una serie di novità che permetteranno di ampliare enormemente i campi di applicazione delle serie di prodotti made in Varvel.
La storica azienda bolognese, particolarmente apprezzata a livello mondiale per la forte componente innovativa che la caratterizza, vanta una forte esperienza nella progettazione e costruzione di riduttori ad assi ortogonali dedicati a tutti i sistemi di movimentazione, anche a fronte delle molteplici applicazioni in cui sono stati utilizzati negli ultimi anni i riduttori ortogonali della serie RO-RV la cui gamma, consta di sei grandezze, dalla RO1 alla RO6, con coppie variabili dai 180 ai 3400 Nm e con alberi cavi di diametro da 25 fino a 70 mm.
La gamma attuale, per filosofia aziendale, è stata progettata secondo i principi della modularità del prodotto, a cui Varvel si è ispirata nella progettazione di tutti i suoi riduttori fin dall’anno 2000. Proprio per tale motivo i riduttori ad assi ortogonali serie RO-RV in tutti i rapporti di riduzione presenti a catalogo, dal rapporto 1/6.3 fino al 1/315, presentano al loro interno sempre tre coppie di ingranaggi, due cilindriche ed una conica.
Questo aspetto ha permesso, presso tutti i distributori Varvel presenti nel mondo, con le attrezzature progettate da Varvel e realizzate da fornitori specializzati, la possibilità di fornire in poche decine di minuti al cliente finale un riduttore ad assi ortogonali completo ricavato mediante la composizione dei kit di assemblaggio opportuni.
Analisi di mercato effettuate da Varvel in questi ultimi anni, hanno evidenziato l’esistenza di un mercato di applicazioni che richiedono un rapporto di riduzione totale limitato, con un rapporto massimo di circa 1/50, con la conseguente possibilità di fornire direttamente il cliente finale.
L’azienda ha quindi deciso di progettare una nuova gamma di riduttori ad assi ortogonali che si aggiunge all’attuale serie RO-RV, denominata RO2. L’intero processo di progettazione è stato svolto dalla divisione Ricerca e Sviluppo dell’azienda, mediante l’utilizzo dei più moderni software di calcolo e modellazione ingranaggi e con l’ausilio di programmi di analisi strutturale per la verifica delle tensioni e delle deformazioni delle carcasse.
La principale novità di tale serie di riduttori è il rapporto di riduzione ottenuto mediante due coppie di ingranaggi, una coppia cilindrica ed una conica. L’attuale gamma parte dal riduttore grandezza RO2, con coppia trasmissibile di 120 Nm.
Il mercato attuale, sempre in ottica di aumentare l’efficienza delle trasmissioni, richiede anche per coppie inferiori riduttori ad assi ortogonali al posto dei tradizionali riduttori a vite senza fine.
Questo ha ispirato l’ulteriore importante novità, ovvero il nuovo prodotto che verrà esposto con grande risalto alla fiera di Hannover 2015, ossia il riduttore ad assi ortogonali grandezza 0, il RO2.
La nuova gamma di riduttori ortogonali a 2 coppie di riduzione è composta da 4 grandezze:
RO2 – coppia 120 Nm – albero cavo max 25 mm.
RO12 – coppia 200 Nm – albero cavo max 30 mm.
RO22 – coppia 330 Nm – albero cavo max 35 mm.
RO32 – coppia 550 Nm – albero cavo max 40 mm.
Già da questa prima impostazione è evidente una importante caratteristica della nuova gamma: la prestazione che, mediamente, è superiore di circa il 20%-30% rispetto a quella dei principali concorrenti nel mercato dei riduttori.
Altra caratteristica tecnica di rilievo è la selezione dei rapporti di riduzione: i rapporti di riduzione sono compresi dal 1/5.2 fino al rapporto 1/51,5 per un totale di venti rapporti di riduzione
, in modo da permettere il soddisfacimento di tutte le richieste di velocità all’albero lento del mercato.
Terza caratteristica tecnica di rilievo è la struttura monolitica della carcassa del riduttore: questo aspetto è fondamentale per questa tipologia di riduttori, in quanto attraverso la carcassa stessa si realizza il fissaggio al telaio della macchina dell’utilizzatore.
Il fatto di aver reso la carcassa del riduttore monolitica, con la possibilità di utilizzare forature di fissaggio al telaio aumentate rispetto a quelle della principale concorrenza, ha portato grandi benefici nella rigidità torsionale del riduttore e conseguentemente nel fissaggio all’applicazione dell’utente.
Oltre a questi elementi di spicco, si sommano alla nuova serie tutte le positività dell’attuale gamma di riduttori Varvel, quali il giunto elastico G in entrata, le flange motori comuni a tutte la gamme di riduttori, le flange uscita, gli alberi lenti semplici e doppi, l’albero uscita con calettatore ed i bracci di reazione della attuale gamma di riduttori ad assi ortogonali. Tutto, naturalmente, made in Italy e made in Varvel.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Varvel premia con una borsa di studio lo studente più meritevole del Master in Ingegneria della Moto da Corsa

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende

Varvel SpA, azienda bolognese da sempre attenta al territorio e alla crescita dei giovani talenti, rinnova il supporto al Master in Ingegneria della Moto da Corsa, premiando quest’anno lo studente più meritevole con una borsa di studio.

La passione è la leva che muove il mondo. Lo sanno bene in Varvel SpA, azienda bolognese che da sessant’anni produce riduttori e variatori di velocità per il mercato mondiale. Per questo motivo, quest’anno l’azienda ha deciso di premiare con una borsa di studio lo studente migliore del Master in Ingegneria della Moto da Corsa, organizzato dall’ente di Alta formazione per il business Professional Datagest di Bologna.
Il supporto di Varvel al Master rappresenta la prosecuzione di un connubio iniziato tre anni fa, quando l’azienda conferì due borse di studio ad altrettanti ragazzi emiliani provenienti dalle aree colpite dal terremoto del 2012 e animati da una grande passione per le moto da corsa.
Il Master, rivolto ad ingegneri laureati o laureandi si pone l’obiettivo di fornire adeguate competenze tecniche per la progettazione e la realizzazione delle moto da competizione, permettendo così ai partecipanti di acquisire un conoscenza valida ai fini di una collaborazione lavorativa connessa al settore motociclistico.
Da diversi anni, Varvel conferma il proprio impegno nel creare un tessuto connettivo tra il mondo della formazione e quello del lavoro, organizzando, ad esempio, visite guidate in azienda per scolaresche di istituti superiori di primo e secondo livello o, ancora, ospitando laureandi in procinto di realizzare tesi su argomenti inerenti al settore della meccanica.
Inoltre, l’azienda aderisce al progetto IFTS “Tecnico superiore di industrializzazione del prodotto e del processo nella meccanica” della Fondazione Aldini Valeriani, ideato allo scopo di formare giovani e adulti non occupati o occupati, nel settore meccanico.
Dal 2009, infine, l’azienda ha ottenuto il «Bollino Ok Stage», riconoscimento che “La Repubblica degli Stagisti” assegna alle imprese che promuovono tirocini nel rispetto della “Carta dei diritti degli stagisti”.
“Provare a fare della propria passione un lavoro è un obiettivo molto nobile – afferma Francesco Berselli, Presidente di Varvel SpAe la passione è, senza dubbio, una delle caratteristiche che contraddistinguono la nostra azienda. Premiare un giovane talento rappresenta per noi un modo per aiutarlo a perseguire il proprio sogno lavorativo”.
“Varvel, in quanto azienda socialmente responsabile, considera molto importante l’investimento in favore dei giovani – dichiara Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel SpAfavorendo, per quanto possibile, l’ingresso di figure competenti e adeguatamente formate nel mondo del lavoro”.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Varvel sostiene Unicef, ANT e Medici Senza Frontiere: più si è, più si dona.

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende

Varvel SpA promuove un modello di impresa che si impegna nel sociale e offre il proprio sostegno a importanti onlus come UNICEF, ANT e Medici Senza Frontiere

Varvel SpA riconosce l’impegno nel sociale come parte integrante della propria mission aziendale, rappresentando, di fatto, un modello di impresa socialmente responsabile.
Il Direttore Generale di Varvel SpA Mauro Cominoli ha espresso questo concetto anche in occasione di una recente intervista televisiva sull’emittente bolognese TRC TV dove, in compagnia di Lea Boschetti del Comitato Direttivo di UNICEF Italia, ha testimoniato in prima persona come un’azienda può decidere di offrire sostegno a Onlus e altre importanti realtà attive nel sociale in maniera concreta. In particolare, il General Manager di Varvel ha inteso mettere in luce quella cultura della responsabilità sociale che deve essere diffusa sia nelle aziende, con il coinvolgimento di dipendenti e stakeholder, sia presso le associazioni industriali, così da rendere ancora più forte l’impatto economico programmatico, consentendo così di poter preventivare le azioni da compiere, rendendole ancora più efficaci.
Da oltre 10 anni Varvel SpA ha deciso di appoggiare in maniera continuativa UNICEF, ANT e Medici Senza Frontiere. La strategia adottata dall’azienda è stata quella di legare le donazioni ai risultati aziendali ottenuti: dal 2004 l’azienda devolve a ciascuna delle tre Onlus 2 centesimi di euro per ogni prodotto venduto. Alla crescita dell’azienda corrisponde quindi un incremento delle donazioni, incentivando inoltre il buon operato individuale nello svolgimento delle proprie mansioni quotidiane in azienda. Un meccanismo virtuoso che coinvolge concretamente tutto il personale in un importante impegno condiviso.
“Siamo profondamente convinti dell’impegno preso.” – conferma Francesco Berselli, Presidente di Varvel SpA “Le nostre donazioni sono continuative perché vogliamo permettere a UNICEF, ANT e Medici Senza Frontiere di pianificare il loro operato, potendo fare affidamento di anno in anno sull’appoggio di Varvel. In questo modo siamo sicuri di dare concretezza al nostro aiuto verso le persone più svantaggiate”.
“Siamo tutti responsabili delle donazioni: più si fa, più si dona!” – afferma Mauro Cominoli“Decidere di impegnarci nel sociale non è per noi una mera questione di immagine, ma uno strumento per lanciare un segnale nella società di cui facciamo parte. Speriamo che la nostra testimonianza possa essere un esempio e che anche altre aziende decidano di sostenere Onlus o altri progetti altrettanto importanti, così da imprimere maggior forza ed efficacia ai tanti progetti di cui c’è sempre estrema necessità”.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Chef of the Future Gran Galà: la cucina del futuro presentata a Rimini Wellness

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Beauty & Wellness, Gastronomia e Cucina

Tornano le serate di Chef of the Future Gran Galà dal 29 al 31 maggio, in tre prestigiose location della Riviera Romagnola. Un team d’eccezione, composto da chef, nutrizionisti e professionisti del mondo del food guideranno gli ospiti alla scoperta di un nuovo modo di intendere la cucina, non solo buona, ma anche salutare.

Dopo il successo ottenuto a febbraio presso l’esclusivo ristorante UNICO MILANO, si riparte dal 29 al 31 maggio, al termine della Wellness Week, rassegna di eventi dedicati al benessere e allo sport organizzata in occasione di Rimini Wellness, con tre nuovi appuntamenti di Chef of the Future Gran Galà, un’emozionante esperienza gastronomica, in cui il mangiar bene fa anche bene, in una sintesi perfetta tra alta cucina e benefici nutrizionali. A ospitare il weekend all’insegna del gusto, tre location d’eccezione, il Palace Hotel di Milano Marittima (venerdì 29 maggio), il Grand Hotel di Rimini (sabato 30 maggio) e, infine, il Grand Hotel Da Vinci di Cesenatico (domenica 31 maggio), lussuose strutture della catena alberghiera Select Hotels Collection guidata da Antonio Batani, che da sempre fa dell’ospitalità esclusiva e dell’alta cucina il proprio biglietto da visita.

A presentare le tre serate di educational cooking show, sarà la dottoressa Chiara Manzi, massima esperta europea di Nutrizione Culinaria, la disciplina che coniuga l’arte degli chef e la scienza dei nutrizionisti, nonché fondatrice della Art Joins Nutrition Academy, la prima accademia in Europa a garantire a chef, nutrizionisti e professionisti del food la possibilità di intraprendere un percorso formativo volto allo studio di una cucina che sia non soltanto gustosa, ma anche salutare e, perché no, antiaging.

Ad affiancare la dottoressa Chiara Manzi, Theo Penati, primo chef stellato diplomato presso l’Art Joins Nutrition Academy, che per l’occasione presenterà un aperitivo di benvenuto e un particolare Menù Manager, caratterizzato da quattro portate che bilanciano sapientemente carne, pesce e verdure per un gustoso pasto di sole 800 kcal complessive e 30 g di grassi. Lo chef sarà di volta in volta coadiuvato dagli chef del gruppo Select Hotels Collection, Roberto Scarpelli, Claudio Di Bernardo e Alessandro Trovato.

“I nuovi appuntamenti di Chef of the Future Gran Galà rappresentano il proseguo di un percorso d’eccezione iniziato a Milano. Il fatto di essere ospitati da prestigiose strutture della Riviera Romagnola della catena Select Hotels Collection e la partnership con Rimini Wellness, rappresentano per noi ulteriore motivo di orgoglio. – spiega Spiridione Ripaldi, ideatore e organizzatore dell’evento e patron di Eventi&Qualità, rinomata società di consulenza nell’ambito del food and beverage – È un piacere continuare a collaborare con professionisti del mondo del food come la Dottoressa Chiara Manzi e lo chef Theo Penati che sicuramente contribuiranno a rendere unica questa esperienza gastronomica”.

“Sono convinta che sia doveroso, in concomitanza di un evento così importante e seguito come Rimini Wellness, dedicare particolare attenzione al benessere derivante dal mangiar sano. – sostiene la Dott.ssa Chiara Manzi – Sicuramente gli ingredienti di qualità sono alla base di una cucina salutare, ma da soli non sono sufficienti. Occorre conoscere preparazioni, abbinamenti, metodi di cottura che influiscono sulle proprietà nutrizionali del cibo. Si tratta, a tutti gli effetti, di un nuovo approccio alla cucina, che nulla toglie alla migliore tradizione culinaria italiana, ma, anzi, contribuisce ad arricchirla di benessere antiaging”.

“Siamo da sempre molto attenti alla selezione delle materie prime e alla realizzazione di ricette dal grande impatto visivo, dando piena espressione alla ricerca di gusto e appagamento estetico nell’offerta proposta ai nostri clienti. – dichiara Theo Penati, chef del ristorante “Pierino Penati” di Viganò Brianza e autore del menù delle tre serate – Tuttavia alcuni anni fa ho iniziato a chiedermi come dare una nuova dimensione alla mia cucina. Il cibo è uno dei principali elementi che condizionano il nostro benessere. Mi sono quindi chiesto: oltre ad essere buona e bella, la mia cucina può anche fare bene? La risposta a questa domanda è arrivata quando ho conosciuto Chiara Manzi e ho frequentato il suo Master in Culinary Nutrition presso la Art joins Nutrition Academy. Non c’è occasione migliore delle serate di Chef of the Future Gran Galà, nella cornice di Rimini Wellness, per presentare il menù Cucina Evolution che ho realizzato seguendo gli insegnamenti della nutrizione culinaria. Una proposta di gusto veramente 3D, nel quale la cucina è buona, bella e fa bene.”

29 maggio
Palace Hotel – Milano Marittima (RA) – Viale 2 Giugno 60
20.30 – Aperitivo.
21.00 – Cena con la supervisione della Dott.ssa Chiara Manzi e l’esclusivo Menù di Theo Penati. Ospita lo chef Roberto Scarpelli.
Informazioni e prenotazioni: 0544.993618 – hpalace@selecthotels.it
30 maggio
Grand Hotel Rimini – Rimini – Parco Federico Fellini
20.30 – Aperitivo.
21.00 – Cena con la supervisione scientifica della Dott.ssa Chiara Manzi e l’esclusivo Menù di Theo Penati. Ospita lo chef Claudio Di Bernardo.
Informazioni e prenotazioni: 0541.56000 – info@grandhotelrimini.it
31 maggio
Grand Hotel Da Vinci – Cesenatico (FC) – Viale Giosuè Carducci 7
20.30 – Aperitivo.
21.00 – Cena con la supervisione della Dott.ssa Chiara Manzi e l’esclusivo Menù di Theo Penati. Ospita lo chef Alessandro Trovato.
Informazioni e prenotazioni: 0547.83388 – ghdavinci@selecthotels.it

I PROTAGONISTI

Chiara Manzi – Laureata in Nutrizione Umana e Dietetica, è il massimo esperto in Europa sulla Culinary Nutrition, cioè la nutrizione applicata alla cucina. Ha fondato il primo centro di formazione in Europa sulla Nutrizione applicata alla cucina, Art joins Nutrition Academy, è inoltre docente al Master di Medicina Estetica dell’Università di Roma Tor Vergata. È autrice di “Antiaging con gusto. A scuola di cucina antiaging” e di “Gusto e benessere. La tradizione diventa antiaging”.

Spiridione Ripaldi – Inventivo e straordinariamente intraprendente, Spiridione Ripaldi sfugge ad ogni definizione, se non quella forse più corretta, di una figura poliedrica che sa muoversi in maniera estremamente professionale nel mondo del food&beverage. Titolare di Eventi&Qualità, è un consulente tra i più quotati nel mondo della ristorazione e dell’accoglienza, vantando collaborazioni con marchi prestigiosi e la spiccata propensione a dar vita ad eventi particolarmente suggestivi e capaci di farsi ricordare.

Theo Penati – Grazie alla sua passione e propensione per la ristorazione, ha dato sempre stimoli decisivi nello sviluppo delle aziende di famiglia. Primo chef stellato ad ottenere il diploma del Master in Culinary Nutrition presso la Art joins Nutrition Academy, dopo l’incontro con la dottoressa Chiara Manzi ha re-inventato i piatti della tradizione, rendendoli più sani e senza togliere nulla di goloso. È l’autore del menu delle serate di Chef of the Future Gran Galà.

Roberto Scarpelli – Ravennate, classe 1963, dopo gli studi inizia ad apprendere il lavoro con il padre ristoratore, poi nelle brigate di diverse strutture alberghiere prestigiose, apprendendo l’organizzazione e le tecniche di cucina. Da alcuni anni è executive chef al Palace Hotel di Milano Marittima di proprietà della famiglia Batani. Ama cucinare utilizzando l’infinita varietà di prodotti e ingredienti offerti dal territorio, seguendo la tradizione, con qualche piccola personalizzazione che non la svilisce bensì la esalta.

Claudio Di Bernardo – Originario dell’Abruzzo, inizia il suo percorso professionale in Romagna, dove manifesta subito una passione sempre crescente per questa magnifica terra ricca di profumi e di sapori. Dopo numerose esperienze d’eccellenza in Italia e all’estero con grandi professionisti, oggi lavora come executive chef al Grand Hotel Rimini, ma ama definirsi uno “chef manager”, cercando di esprimere con questo titolo come la sua creatività venga tradotta in praticità e servizio.

Alessandro Trovato
– Messinese, classe 1978, già da giovanissimo cucinava per tutta la sua famiglia le sue specialità: gli arancini, la pasta alla Norma, il cous cous, i calamari ripieni o in guazzetto… Al termine degli studi, inizia subito a lavorare per vari ristoranti rinomati della sua regione. Dopo alcuni anni in Romagna, a luglio 2013 assume il ruolo definitivo di executive chef al Grand Hotel da Vinci, primo cinque stelle di Cesenatico e ultimo nato del gruppo alberghiero Select Hotels Collection.

I PARTNER


Acquerello – Il Riso
– Acquerello è il riso Carnaroli “Extra” unico al mondo, coltivato e confezionato dalla famiglia Rondolino nella storica Tenuta Colombara di Livorno Ferraris, nel cuore della provincia di Vercelli.Dal punto di vista qualitativo, Acquerello è il punto d’arrivo del riso: alla perfezione in cucina, unisce la versatilità d’uso ed i valori nutrizionali più preziosi, contenuti solo nel riso integrale. Invecchiamento, lavorazione e gemmatura lo rendono più buono, più ricco e più salutare, con chicchi sodi, sgranati e saporiti, sempre perfetto per tutti i piatti.

Banca Malatestiana
– Una banca centenaria, nata dalla fusione, realizzata il 1° ottobre del 2002, di due Banche di Credito Cooperativo: San Vito – Santa Giustina e Ospedaletto. Da sempre impegnata per lo sviluppo e la crescita dei propri Soci e della comunità locale, con le sue 28 filiali, gode di una omogenea presenza territoriale ed ha quale obiettivo primario quello di essere la banca di riferimento della comunità economica e sociale della provincia di Rimini, vicina al Socio ed al cliente con servizi e prodotti di qualità.

Foodwell
– FoodWell si pone l’obiettivo di non essere un semplice evento dedicato al food, bensì di creare una vera e propria community che unisca tutti coloro che fanno della sana alimentazione uno stile di vita. Seguire una dieta bilanciata, svolgere attività fisica, monitorare i fattori di rischio per la salute legati ad un’alimentazione scorretta: tutti questi sono temi che sarà possibile approfondire a FoodWell con l’aiuto di nutrizionisti e medici dello sport.

Gavi – Una location d’eccezione, in Down Town Beirut, con un suggestivo giardino per 50 esclusivi posti, per gustare una cucina moderna che si ispira alla classica, dove arte e tecnologia si fondono per offrire risultati di assoluto valore. Cotture sottovuoto, pako jet, thermomix, hold o mat, ed un forno a carbone fatto in Italia stile Jusper, chiamato X-owen, funzionante con un mix di carboni provenienti da Africa, Giappone e cedro libanese sono solo alcune delle sorprese che stupiranno gli ospiti in un viaggio culinario singolare e particolarmente innovativo.

Lauretana – Leggera, pura, dissetante, come Montagna crea, l’acqua minerale Lauretana lusinga i sensi e non solo. Un universo sensoriale delicato e leggero, frutto di una sola preziosissima fonte che sgorga in un angolo incontaminato delle prealpi biellesi. Anche le bottiglie, ideate dal noto designer Paolo Pininfarina, raccontano con semplicità e discrezione la schiettezza di un’acqua che sgorga a 1050 metri d’altezza, preservata con meticolose attenzioni ed imbottigliata per caduta senza alcuna alterazione umana.

Non Solo Buono – È un viaggio nella buona cucina che inizia molto prima di entrare in cucina. Un’esperienza nell’universo del cibo che prosegue oltre il cibo, un’idea di tre marchi storici della cucina italiana che da sempre credono in questa filosofia ed una storia tutta italiana, in cui si incontrano tradizioni, territori, ingredienti e prodotti che rispettano la natura e la stagionalità. Una storia di persone che si impegnano a mantenere i nostri prodotti autentici, utilizzando processi produttivi non invasivi e accompagnando le nostre materie prime dalla semina fino alle vostre tavole.

RiminiWellness – RiminiWellness, l´evento internazionale di riferimento nel mondo del benessere, dello sport e del fitness, dal 28 al 31 maggio a Rimini Fiera e sulla riviera con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, della Provincia e del Comune di Rimini. Un appuntamento ormai fisso nel calendario, atteso e imprescindibile per le aziende del settore, gli operatori del comparto e il sempre più numeroso pubblico di appassionati che partecipa all’ evento da tutto il mondo, con una massiccia presenza di stranieri provenienti da 60 Paesi.

Select Hotels Collection – Sulle spiagge di Rimini, Milano Marittima, Cervia e Cesenatico, sulle rive del lago di Acquapartita a Bagno di Romagna o nell’affascinante Cluj Napoca in Romania, i 13 alberghi del gruppo Select Hotels Collection, propongono lo stile di accoglienza raffinato e attento ad ogni dettaglio proprio della Famiglia Batani. Antonio Batani ha saputo creare un’offerta di ospitalità esclusiva, gli ampi spazi interni ed esterni dei suoi alberghi si uniscono ad un’eccellente proposta enogastronomica e ad elevati standard di servizio. Tra le perle “luxury” del gruppo spicca ad esempio il Grand Hotel Rimini.

EVENTI & QUALITÀ Srl – Via Casalecchio, 48 – 47924 Rimini (RN) Tel. 338.7066917 – www.eventiequalita.it
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

La cucina antiaging a “Piacere Modena”

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Beauty & Wellness, Gastronomia e Cucina, Libri, Salute

Conferenza di presentazione del libro “Antiaging con gusto. A scuola di cucina per restare giovani” con l’autrice Chiara Manzi il 28 maggio a Modena presso i Giardini Ducali in occasione della rassegna “Piacere Modena – I giardini del gusto e delle arti”.

Il 28 maggio, alle ore 18.00, Chiara Manzi presenterà il libro “Antiaging con gusto. A scuola di cucina per restare giovani”, edito da Sperling&Kupfer, a Modena nella cornice dei Giardini Ducali. L’evento fa parte dei numerosi appuntamenti di “Piacere Modena – I giardini del gusto e delle arti”, che, da maggio a settembre, celebra l’arte culinaria e le eccellenze del territorio emiliano in numerosi incontri con autori, artisti, viaggiatori, filosofi, agronomi, scienziati e ricercatori. Tra gli organizzatori, Massimo Bottura, noto chef stellato di casa a Modena.

La Dott.ssa Chiara Manzi è la massima esperta europea in Culinary Nutrition, la branca della nutrizione che si applica alla cucina e alla pasticceria. Attraverso la ricerca e lo studio delle preparazioni, dei metodi di cottura, degli abbinamenti e delle dosi, è possibile permettere agli alimenti di esprimere al meglio tutte le potenzialità benefiche per l’organismo: dall’unione di scienza e arte culinaria nascono piatti squisiti e, al contempo, salutari e ricchi di proprietà antiaging.

È infatti ormai acclarato che il benessere comincia dal cibo e il sogno di Chiara Manzi è quello di dare una nuova interpretazione alle più celebri ricette della cucina italiana, e portare in tavola piatti sani senza rinunciare al piacere della buona tavola. Per questo motivo nel 2012 ha creato Cucina Evolution, progetto che esprime in pieno questa nuova vocazione culinaria.

Chiara Manzi, laureata in nutrizione umana e dietetica, è fondatrice e direttrice dell’Art joins Nutrition Academy, prima scuola europea per cuochi, medici e nutrizionisti dedicata alla Culinary Nutrition, presidente di Assic, Associazione per la Sicurezza Nutrizionale in cucina, docente del master di medicina estetica all’Università di Tor Vergata di Roma. Oltre ad aver scritto “Antiaging con gusto. A scuola di cucina per restare giovani”, alla fine del 2014 ha pubblicato “Gusto e Benessere, la tradizione diventa antiaging”, compendio di 50 ricette che rivisitano la cucina tradizionale italiana seguendo gli insegnamenti della nutrizione culinaria.

Per maggiori informazioni:
Art joins Nutrition Academy
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Nutrire il pianeta con la Culinary Nutrition

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Alimentari e Bevande, Gastronomia e Cucina, Salute

Martedì 26 maggio, presso lo stand LOVE IT, la Dott.ssa Chiara Manzi presenterà al pubblico internazionale di Expo la Culinary Nutrition, la branca della nutrizione che si occupa di cucina e pasticceria.

Il 26 maggio debutterà ad Expo 2015 la Culinary Nutrition, la branca della nutrizione applicata alla cucina e alla pasticceria. Presso lo spazio LOVE IT – Real Italian Food, nella Lake Area, la Dottoressa Chiara Manzi, massima esperta in Europa di Culinary Nutrition, terrà due cooking show sulla cucina antiaging per il pubblico di Expo.
Congiungendo sapientemente l’arte degli chef e la scienza dei nutrizionisti, la Dottoressa Chiara Manzi ha individuato le preparazioni e gli abbinamenti migliori per realizzare ricette molto gustose e al contempo sane e benefiche per l’organismo. Oltre alla selezione di materie prime di qualità, è necessario conoscere come le proprietà nutrizionali degli ingredienti cambiano a seconda delle preparazioni, dei metodi di cottura, degli accostamenti e delle dosi.
Nei due cooking show in programma, la Dott.ssa Manzi dimostrerà che è possibile coniugare il piacere della cucina italiana al benessere antiaging, assistita da chef diplomati presso la Art joins Nutrition Academy, l’istituto di formazione sulla Culinary Nutrition da lei fondato e diretto.
Alle ore 12.00, durante il primo cooking show, realizzato in collaborazione con Greci, rinomata azienda di prodotti per la ristorazione professionale, Chiara Manzi e lo chef Nicola Bindini mostreranno a tutti i partecipanti come, seguendo le indicazioni nella nutrizione culinaria, è possibile realizzare una frittura non soltanto buona, ma anche benefica e antiaging.
Dalle 12.30 si parlerà della pasta in compagnia di Fini, storica realtà emiliana specializzata nella pasta fresca.
Alle ore 16.00, secondo cooking show, sulla frittura antiaging. Dalle 16.30 gli chef AjN dimostreranno come realizzare una deliziosa marmellata con meno zuccheri e più fibre, in collaborazione con Le Conserve della Nonna, celebre marchio di confetture e condimenti tipici della tradizione italiana.
“Proprio in occasione di Expo – afferma la Dott.ssa Chiara Manzi – la più grande manifestazione del mondo dedicata all’alimentazione, è importante che tutti i professionisti del food diano il loro contributo al meglio.
Da anni lavoro insieme a cuochi che come me credono che il sapere scientifico dei nutrizionisti e l’arte culinaria debbano fondersi per offrire a tutti fondamentali della vita: il cibo.
Il mio sogno è far capire come sia possibile mangiare senza rinunce, proponendo piatti molto saporiti che esaltano le qualità degli ingredienti e fanno bene all’organismo. E sulla base di questo sogno imposto il mio lavoro presso la Art joins Nutrition Academy.”

Per maggiori informazioni:
Art joins Nutrition Academy – Direttore scientifico Dott.ssa Chiara Manzi – c.manzi@cucinaevolution.it – 329 7064863
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Varvel movimenta la packaging valley

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende

La storica azienda bolognese presenta la nuova serie di riduttori RO2 e la serie RG alla milanese IPACK-IMA, tra le più importanti manifestazioni internazionali dedicate al confezionamento e all’imballaggio, dal 19 al 23 maggio.

Varvel SpA, storica azienda bolognese operante in oltre 60 paesi, specializzata nell’ambito delle trasmissioni di potenza, nell’anno del sessantesimo dalla fondazione, presenta dal 19 al 23 maggio a Milano ad IPACK-IMA, salone internazionale rivolto ai fornitori di tecnologie e materiali per il processing e il packaging dei prodotti, la nuova serie di riduttori RO2 e la consolidata serie RG.

In uno stand con suggestioni luminose e superfici espositive geometriche che vogliono richiamare lo stile degli showroom di gioielleria, realizzato per sottolineare l’innovazione e il valore progettuale del made in Italy espresso da Varvel, a catalizzare l’attenzione dei visitatori è la nuova serie di riduttori ortogonali a 2 coppie di riduzione RO2, nata dal lavoro svolto dal reparto Ricerca e Sviluppo dell’azienda, da sempre intento ad offrire prodotti innovativi ad alto livello tecnologico per soluzioni sempre più performanti e vantaggiose.
In seguito a indagini effettuate negli ultimi anni, è emerso che una gran parte di applicazioni richiedono rapporti di riduzione con un rapporto massimo di circa 1/50. Per rispondere a questa esigenza, la divisione Ricerca e Sviluppo ha progettato la nuova gamma di riduttori RO2, mediante l’utilizzo dei più moderni software di calcolo e modellazione ingranaggi e con l’ausilio di programmi di analisi strutturale per la verifica delle tensioni e delle deformazioni delle carcasse.
La novità di tale serie di riduttori è il rapporto di riduzione a due coppie di ingranaggi, una conica in entrata ed una cilindrica in uscita. L’attuale gamma è composta da 4 grandezze:
RO02 – coppia 120 Nm – albero cavo max 25 mm.
RO12 – coppia 200 Nm – albero cavo max 30 mm.
RO22 – coppia 330 Nm – albero cavo max 35 mm.
RO32 – coppia 550 Nm – albero cavo max 40 mm.
Tra i vantaggi di questa nuova gamma è da segnalare che la prestazione, mediamente, è superiore di circa il 20%-30% rispetto a quella dei principali concorrenti.
Altra caratteristica tecnica è la selezione dei rapporti di riduzione da 1/5,2 a 1/51,5 per un totale di venti rapporti, in modo da permettere il soddisfacimento di tutte le richieste del mercato.
Terza caratteristica tecnica di rilievo è la struttura monolitica della carcassa del riduttore e la possibilità di utilizzare forature di fissaggio al telaio aumentate rispetto a quelle della principale concorrenza, che ha portato grandi benefici nella rigidità torsionale del riduttore e conseguentemente nel fissaggio all’applicazione dell’utente.

Oltre ai nuovi riduttori RO2, ad IPACK-IMA è esposta la serie made in Varvel dei riduttori epicicloidali a gioco ridotto RG.
La carcassa RG è costruita in acciaio con corona dentata interna brocciata e in uno o due stadi di riduzione. E’ progettata secondo norme ISO e con programmi di analisi strutturale per verifica della deformata e dello stress, in 4 grandezze, con rapporti da 1:3 a 1:100, con coppie nominali statiche da 10 ÷ 230 Nm, con flange di adattamento e bussole di entrata che permettono l’accoppiamento mediante morsetto elastico a qualsiasi tipo di motore.
Punti di forza di questa serie sono la flessibilità, la alta precisione (gioco angolare < 8’ per i riduttori ad uno stadio e <12’ per quelli a due stadi) e la bassa rumorosità (< 70 dB(A) fino alla grandezza RG090 e < 75 dB(A) per la grandezza RG120).

“Nell’anno del nostro sessantesimo – afferma Francesco Berselli, Presidente di Varvel SpAabbiamo voluto valorizzare il forte apporto di innovazione frutto del lavoro del nostro reparto di Ricerca e Sviluppo, dimostrando come, poggiandosi su solide basi, Varvel guardi con decisione al futuro.”

Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel SpA, dichiara: “Siamo soddisfatti di rispondere alle necessità dei nostri stakeholder anche con soluzioni customizzate, e i riscontri ottenuti ci stanno ripagando di tutto l’impegno profuso, aprendoci nuovi scenari in termini di applicazioni e di mercati.”

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com