Archivio Autore

Festeggiamo insieme

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende

Festeggiare le persone e con le persone che ogni giorno vivono e condividono luoghi e valori. Iniziano così, con un evento per tutti i dipendenti e le loro famiglie, i festeggiamenti del Sessantesimo anniversario della fondazione di Varvel SpA, PMI bolognese specializzata nell’ambito delle trasmissioni di potenza e simbolo di un’imprenditoria made in Italy d’eccellenza.
Una scelta voluta dalla direzione dell’azienda per celebrare non una mera data, bensì i tanti traguardi raggiunti nel corso di sei decenni in cui Varvel ha saputo costruire un’importante rete d’impresa, basata su solidi rapporti con tutti i suoi collaboratori e partner, in Italia e nel mondo.
Così se il 24 febbraio 1955 si costituiva la società, a distanza di sessant’anni è stata individuata il 28 febbraio 2015 come la data più consona per ricordare quel momento tutti insieme. Un incontro voluto e organizzato non solo per i dipendenti del gruppo Varvel, ma anche per le loro famiglie, per un sabato dedicato al divertimento di grandi e piccoli.
Un motivo di orgoglio e di gioia, il Sessantesimo, che è anche un momento di presa di coscienza degli importanti obiettivi e delle nuove sfide che attendono Varvel per il futuro, nel processo di sviluppo ed internazionalizzazione che vede l’azienda impegnata sia nella ricerca e sviluppo di nuovi prodotti che nell’estensione della presenza all’estero che oggi supera i 60 paesi in tutti e cinque i continenti.
“Grazie all’impegno di ogni singolo individuo – affermano Francesco Berselli e Mauro Cominoli, Presidente e Direttore Generale di Varvel SpA – alla condivisione di valori comuni e al desiderio di vivere il lavoro animati da quei principi che rendono Varvel socialmente responsabile, l’azienda si è sviluppata in questi sei decenni diventando una realtà a livello mondiale. Abbiamo quindi ritenuto opportuno e doveroso festeggiare quest’anno così importante con le persone che hanno permesso a Varvel di crescere, generare lavoro e proiettarsi con rinnovato slancio nel futuro”.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Una condivisione di valori

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Calcio

Imparare giocando è la migliore formula per insegnare ai giovani non soltanto la pratica sportiva, ma anche i valori che ne faranno degli adulti migliori. Questa la filosofia dell’ASD Barca Reno, Associazione Dilettantistica che opera nel settore calcio senza fini di lucro, con cui Varvel SpA ha rinnovato la sponsorizzazione anche nel 2015.
La Scuola Calcio (http://www.barcareno.it) è riconosciuta dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio e partecipa ai Campionati della Lega Nazionale Dilettanti Emilia Romagna, collaborando anche con la lega Calcio UISP per l’organizzazione dei tornei. Nata nel 1964, l’ASD Barca Reno è una delle realtà più rappresentative del panorama calcistico bolognese, grazie ai brillanti risultati raggiunti nel corso di mezzo secolo di storia, ma anche per il grande impegno profuso nella formazione dei giovani.
L’attività calcistica giovanile viene infatti regolata tenendo presente in maniera prioritaria quanto riportato dalla Carta dei diritti dei bambini (New York – Convenzione sui Diritti del Fanciullo del 20/11/89 e dalla “Carta dei diritti dei ragazzi allo Sport” Ginevra ’92 – Commissione Tempo Libero O.N.U.), nel rispetto di valori come il diritto al gioco, al divertimento, alla giusta educazione sportiva, alla convivenza ed alla serenità, evitando ogni tipo di eccesso agonistico.
Un insieme di valori, quelli espressi e messi in pratica dall’ASD Barca Reno, pienamente condivisi anche da Varvel SpA, azienda socialmente responsabile particolarmente attenta a tutelare tutti gli stakeholder, privilegiando il rispetto della persona e dell’ambiente, il supporto alle persone meno fortunate ed il sostegno al territorio in cui è ubicata, oltre ad azioni di carattere internazionale.
“Da sempre siamo convinti che i giovani siano il nostro futuro e debbano essere supportati nella loro formazione – affermano Francesco Berselli e Mauro Cominoli, Presidente e Direttore Generale di Varvel SpA – trasmettendo quei valori che sono alla base di una convivenza reale e positiva che rende un’azienda, così come una squadra sportiva, un insieme di persone ancor prima che una realtà alla ricerca di risultati. I tanti progetti e le numerose compagini sostenute dall’azienda, in ambito studentesco e culturale così come ludico e sportivo, come in questo caso, sono sempre volte ad esaltare un’etica che è parte integrante della filosofia che ci guida quotidianamente come singoli individui, così come impresa”.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Buona la prima

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Industria

Varvel SpA , dal 1955 specializzata nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di motoriduttori, riduttori e variatori meccanici di velocità, risponde in maniera concreta alle richieste del pubblico internazionale, presentando per la prima volta, in occasione dell’Energie Spar Messe di Wels, Austria, RB13, un riduttore ad assi paralleli, caratterizzato da flangia attacco motore IEC56 B14 integrale in una delle due semi carcasse pressofuse in alluminio. E’ costituito da tre coppie di ingranaggi in linea con il pignone ingresso calettato direttamente sull’albero motore ed è stato pensato e realizzato appositamente per il mondo delle caldaie a pellet.
Varvel offre così l’opportunità, dal 27 febbraio al 1 marzo 2017, nella hall 20 stand 1210 della fiera viennese, di toccare con mano quanto ideato, progettato e realizzato dal reparto R&D, con un nuovo modello di riduttore per caldaie a pellet dalle altissime performance e con una notevole silenziosità di funzionamento. Allo scopo di aumentare ancora le performance del riduttore in termini di silenziosità di funzionamento è già stato progettato e sarà presto disponibile alla vendita una nuova versione del riduttore ottenuta mediante la realizzazione del pignone ingresso non più calettato sull’albero del motore elettrico, ma realizzato direttamente di macchina utensile sull’albero del motore stesso, eliminando così del tutto gli eventuali errori di concentricità ed ortogonalità eventualmente derivanti dalla precedente operazione di piantaggio del pignone sull’albero del motore elettrico.
Tale albero dentato elicoidale integrale verrà realizzato in due diversi rapporti di riduzione (3.95 e 8.50), che permettono un ampio spettro di rapporti ottenibili sul riduttore (tra i quali 41.12 – 69.81 – 83.38 – 88.94 – 109.0. – 117.46 – 140.72 – 177.99 – 221.07 – 254.20 – 271.16). Le motorizzazioni disponibili sono 60 W, 90 W e 120 W, ovviamente in funzione del rapporto di riduzione richiesto. Gli ingranaggi sono calcolati per una durata di 10.000 ore per coppia uscita massima applicabile di 60Nm.
L’albero uscita si presenta cavo con fori ø17 e ø20 con sede linguetta unificata, e con foro ø25 senza linguetta. Il corpo è predisposto per il fissaggio pendolare con 4 fori ø8.5 passanti, intercambiabile con i principali competitors. Inoltre sono previsti 4 fori ciechi opzionali per viti M8 autoformanti su interasse ø85 idonei al montaggio della flangiatura uscita di RT/RS 50.
“Nell’anno del nostro sessantesimo guardiamo al futuro, puntando su soluzioni tecnologicamente sempre più avanzate come risposta alle specifiche istanze che le varie realtà territoriali esprimono. L’azienda si è guadagnata la fiducia dei propri interlocutori proprio perché si è sempre posta in maniera proattiva nei confronti degli stakeholder ed RB13 per caldaie a pellet ne è l’ennesima conferma” – affermano Francesco Berselli e Mauro Cominoli, Presidente e Direttore Generale di Varvel SpA.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

In concerto per gli orfani di Ebola

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Dal Mondo, Musica

Un dramma poco noto nella sua gravità e per le conseguenze sulle popolazioni inermi, quello che imperversa in Africa, dove il diffondersi del virus Ebola sta annientando interi villaggi. Per sensibilizzare il grande pubblico e portare un aiuto ai bambini rimasti orfani, Unicef ha scelto un grande testimonial, per aumentare ancor di più la risonanza dell’iniziativa. Sarà infatti Roberto Vecchioni ad emozionare in concerto, sabato 7 marzo alle ore 20:45 presso il Forum Monzani di Modena, tutti coloro che sceglieranno di passare una serata all’insegna della buona musica e della solidarietà.
Ebola, infatti, dilaga in Africa e mentre l’Occidente sembra quasi essere più preoccupato di un possibile diffondersi dell’epidemia fuori dal continente africano che non dei suoi effetti in loco, c’è chi è in prima linea nel cercare di alleviare le sofferenze di chi ha dovuto subire i terribili effetti di questo virus.
Anche Varvel S.p.A., storica azienda socialmente responsabile di Bologna, specializzata in riduttori e variatori meccanici di velocità, ha voluto sponsorizzare l’evento per testimoniare la propria attenzione e stimolare anche altre imprese a compiere un gesto concreto per l’infanzia sofferente.
Durante la serata, in cui uno dei più celebri e amati cantautori italiani regalerà momenti di intensa emozione e resa ancor più preziosa dalla raccolta fondi, saranno inoltre assegnati i premi Ragno d’Oro Award ai modenesi che hanno onorato la Citta di Modena.
“In questo anno così speciale per noi – afferma Francesco Berselli Presidente di Varvel S.p.A – in cui ricorre il sessantesimo dalla nostra fondazione, abbiamo voluto mantenere alta l’attenzione non solo sulla nostra realtà, ma anche su quelle situazioni in cui il tessuto produttivo può e deve portare il proprio aiuto”.
“Se l’anno scorso abbiamo celebrato il decennale del sostegno continuativo a Unicef, Medici Senza Frontiere e ANT – conferma Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel S.p.A. – il nostro supporto prosegue anche quest’anno più forte che mai, anche con la partecipazione ad eventi ad ampio impatto di pubblico, per aumentare la risonanza di questi eventi, aumentando il coinvolgimento delle persone, ma anche delle istituzioni”.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Sessant’anni di storia

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende

Un momento molto atteso e ora pronto per essere celebrato, tra piacevoli ricordi e nuovi progetti per il futuro. Nel 2015 ricorre infatti l’anniversario della fondazione di Varvel S.p.A., PMI bolognese specializzata nell’ambito delle trasmissioni di potenza e simbolo di un’imprenditoria made in Italy d’eccellenza.
Sei decenni di storia, di intenso lavoro ed una dedizione non comune non soltanto all’ottenimento dei risultati, ma anche alla costruzione di una rete di impresa che ha saputo crescere e svilupparsi, creando posti di lavoro, collaborazioni con scuole, università e centri di ricerca, lanciando un programma di internazionalizzazione che non ha mai fatto perdere di vista all’azienda il territorio in cui è ubicata.
Innovazione e tecnologia, ma anche persone e progetti umanitari, in un mix di valore e valori che ha dato vita ad una realtà presente oggi in 60 paesi, in tutti i 5 continenti.
Dai pezzi realizzati a mano nella prima sede, nel centro storico di Bologna, ad un complesso che oggi vanta 40.000 metri quadrati, di cui il 50% occupati dagli stabilimenti, ed un gruppo caratterizzato da cinque imprese, per circa 200 dipendenti, Varvel è un punto di riferimento per la qualità dei prodotti, ma anche per la grande capacità di personalizzazione dei pezzi e la modularità dei kit di assemblaggio, coniugando efficienza e affidabilità, semplicità e alto livello di servizio.
Una storia importante, iniziata il 24 febbraio 1955 e che oggi rappresenta un’esperienza preziosa per affrontare il futuro con rinnovato slancio, in vista di nuovi successi. Tra questi, l’accesso al programma Horizon 2020 che le ha permesso di avviare gli studi per un nuovo riduttore che promette di rivoluzionare il mondo delle trasmissioni meccaniche.
Tante le novità 2015, a partire dalla nuova serie di riduttori made in Varvel che verrà presentata nel corso della prossima edizione della fiera di Hannover, in cui l’azienda ospiterà i visitatori della manifestazione internazionale in un nuovo stand, volto a sottolineare attraverso moderne tecnologie la progettualità innovativa del gruppo.
I festeggiamenti per il sessantesimo sono un modo per ripercorrere, tra eventi e strumenti come il nuovo sito, ma anche social network, house organ, video aziendale ed un rinnovato company profile, una storia in cui, oltre al lavoro, una cura particolare è sempre stata posta nei confronti della qualità, dell’impatto ambientale e delle persone, come testimoniano le diverse certificazioni ottenute nel corso degli anni. Tra queste, si possono annoverare la certificazione, fin dal 1997, del Sistema di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001 e quella del Sistema Ambientale, secondo la norma UNI EN ISO 14001 ottenuta nel 2001, ma anche la recente certificazione del Sistema di Gestione per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro, secondo lo standard internazionale BS OHSAS 18001 e i crediti certificati per l’impiego di energia proveniente da fonti rinnovabili, per ridurre ulteriormente il proprio impatto ambientale.
A riprova del concetto di impresa socialmente responsabile, Varvel considera nella definizione della propria strategia, come nei principi e nei comportamenti di gestione quotidiani, gli interessi di tutti gli stakeholder e gli impatti del proprio operato a livello economico, sociale ed ambientale.
Un insieme di valori che sono al tempo stesso linee guida che influenzano il comportamento e le azioni di tutti coloro che operano in azienda o per conto di essa. L’impegno nel sociale è infatti uno degli elementi che ha caratterizzato Varvel nel corso degli anni. Dal 2004, l’azienda di Crespellano (BO) sostiene 3 Onlus, Unicef, Medici Senza Frontiere e ANT Associazione Nazionale Tumori, versando per ognuna un contributo di 0,02 euro per ogni prodotto venduto, legando direttamente i propri risultati economici alla tutela di persone meno fortunate. Oltre agli innumerevoli interventi a favore di enti, associazioni, istituzioni, scuole, con contributi economici, formazione, incontri e convegnistica, così come la collaborazione con le università per l’introduzione etica dei giovani nel mondo del lavoro, testimoniando nell’edizione annuale del bilancio di sostenibilità una trasparenza ed una concretezza che le hanno permesso di essere presente con un’esposizione triennale presso il Museo del Patrimonio Industriale di Bologna, comprovano la condotta esemplare e l’eccellenza produttiva di Varvel nel corso della sua storia.
“In un anno così importante – afferma Francesco Berselli Presidente di Varvel S.p.A – festeggeremo con tutta la community di stakeholder che ci ha sostenuto e che ha costruito con noi un percorso comune. E’ difficile sintetizzare sei decenni di storia aziendale e condensare il tutto in poche righe. Per questo siamo sempre disponibili a condividere con gli altri le nostre esperienze, cercando di far percepire il più possibile quell’insieme di valori che ci animano quotidianamente e che sono uno dei punti di forza e di grande coesione di questo gruppo”.
“Si tratta di un grande traguardo – conferma Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel S.p.A. – ma anche di un trampolino per il futuro. Gli investimenti in tecnologia, logistica, informatica sono stati determinanti per continuare a sviluppare quel processo di internazionalizzazione in cui siamo impegnati già da diversi anni, oltre alla ricerca che ci consente di dar vita a prodotti sempre nuovi in linea con le richieste del mercato e talvolta persino anticipandole”.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Comunicare con gusto

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Beauty & Wellness, Gastronomia e Cucina

Dell’amore per il gusto l’agenzia di comunicazione di Bologna Borderline non ha mai fatto mistero. Dall’esperienza e dalla partecipazione diretta a numerosi eventi enogastronomici di Matteo Barboni, giornalista e cofondatore di Borderline, alla considerazione del suo socio Alan Amicosante, art director di Borderline che la cucina sia una vera e propria forma d’arte, non poteva che nascere una spiccata propensione a comunicare in tutte le sue forme l’eccellenza del food&beverage made in Italy.
Con questi presupposti nasce la collaborazione di Borderline per Chef of the Future Gran Galà, esclusiva serata di presentazione della cucina antiaging che lancia una nuova concezione dell’arte culinaria italiana, grazie all’idea di Spiridione Ripaldi, patron di Eventi&Qualità, rinomata società di consulenza nell’ambito del food & beverage, in collaborazione con la dr.ssa Chiara Manzi, massimo esperto in Culinary Nutrition in Europa ed il noto chef stellato Felice Lo Basso.
Un evento unico nel suo genere, in cui il gusto raffinato dell’alta cucina italiana e la scienza della nutrizione si incontrano in esclusiva in menù dove l’estetica sposa il benessere, in un connubio perfetto tra massimo piacere gastronomico e ideale equilibrio nutrizionale.
Nel suggestivo scenario offerto dal ristorante panoramico UNICO MILANO, al 20° piano della WJC Tower del capoluogo lombardo, verrà svelato in anteprima il futuro della migliore cucina italiana, con portate che oltre a deliziare il palato, sono anche un elisir di giovinezza.
Merito, questo, dell’Art Joins Nutrition Academy, vero e proprio laboratorio dei sapori, dove la tecnica culinaria ed i prodotti incontrano la tecnologia e la scienza dell’alimentazione, per ideare e realizzare piatti perfettamente bilanciati sia dal punto di vista organolettico che nutrizionale.
Proprio da questo sodalizio è nata Cucina Evolution, fucina in cui prendono forma gli chef del futuro, espressione di una nuova sensibilità che coniuga perfettamente la maestria di cuochi stellati ed una sana e corretta alimentazione, senza per questo rinunciare al piacere di piatti di grande effetto e gusto garantito.
All’agenzia di comunicazione di Bologna Borderline il compito di comunicare alla stampa l’abilità creativa dello chef stellato Felice Lo Basso, coadiuvato nella serata dallo chef Armando Codispoti, in un dialogo costante con la sensibilità e la preparazione scientifica di Chiara Manzi, traducendosi in una evoluzione che si apre su scenari futuri, in cui l’alimentazione diviene non più un piacere a cui si è costretti a rinunciare, ma anzi con un valore aggiunto in termini salutistici e di contrasto all’invecchiamento come mai prima d’ora.
A rendere ancora più importante la comunicazione pensata da Borderline è il fatto stesso che Chef of the Future rappresenti la risposta concreta a tematiche universali di grande attualità, lanciate anche da Expò 2015, sulla nutrizione dell’uomo e del pianeta, sulla migliore gestione delle risorse e sulla necessità di sviluppare un nuovo approccio al cibo.
“Comunicare il cibo significa trasmettere la cultura di un popolo – afferma Matteo Barboni, contitolare dell’agenzia Borderline – ma anche l’insieme dei valori insiti nel concetto stesso di nutrizione, come territorio, storia, ambiente, salute, proprio in un momento storico in cui queste tematiche sono, a giusta ragione, particolarmente sentite. Ecco perché siamo entusiasti di portare il nostro contributo in questa iniziativa che non si limita ad un semplice cooking show, ma ad un vero e proprio educational cooking show”.
Anche per Alan Amicosante, cofondatore dell’agenzia di Bologna Borderline “Il cibo è un’espressione tra le più alte di una terra e della sua gente, un insieme di sapori e forme che sono di fatto opere d’arte plasmate dai secoli e dalle mani esperte dell’uomo, in un tripudio di colori e aromi fonte di continua ispirazione. L’interpretazione di queste formule antiche in chiave moderna e salutistica, la loro resa grafica ed iconografica, sono un’esperienza tutta da gustare, nel vero senso della parola”.

Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Ringiovanire ad ogni assaggio

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Alimentari e Bevande, Beauty & Wellness, Gastronomia e Cucina, Lifestyle

Il gusto raffinato dell’alta cucina italiana e la scienza della nutrizione si incontrano in esclusiva in menù dove l’estetica sposa il benessere, in un connubio perfetto tra massimo piacere gastronomico e ideale equilibrio nutrizionale.
Queste le prime indiscrezioni su Chef of the Future Gran Galà, esclusiva serata di presentazione della cucina antiaging che lancia una nuova concezione dell’arte culinaria italiana.
Un evento d’eccezione, nato da un’idea di Spiridione Ripaldi, patron di Eventi&Qualità, rinomata società di consulenza nell’ambito del food & beverage, in collaborazione con la dr.ssa Chiara Manzi, massimo esperto in Culinary Nutrition in Europa ed il noto chef stellato Felice Lo Basso.
Nello suggestivo scenario offerto dal ristorante panoramico UNICO MILANO, al 20° piano della WJC Tower del capoluogo lombardo, al pubblico verrà svelato in anteprima il futuro della migliore cucina italiana. L’arte del bien vivre si trasforma nel miglior equilibrio tra gusto e benessere, dando vita a piatti che oltre a deliziare il palato, saranno anche un elisir di giovinezza per tutti i fortunati assaggiatori.
Merito, questo, dell’Art Joins Nutrition Academy, non una semplice scuola di cucina, ma un vero e proprio laboratorio dei sapori, dove la tecnica culinaria ed i prodotti incontrano la tecnologia e la scienza dell’alimentazione, per ideare e realizzare piatti perfettamente bilanciati sia dal punto di vista organolettico che nutrizionale.
Proprio da questo sodalizio è nata Cucina Evolution, fucina in cui prendono forma gli chef del futuro, espressione di una nuova sensibilità che coniuga perfettamente la maestria di cuochi stellati ed una sana e corretta alimentazione, senza per questo rinunciare al piacere di piatti di grande effetto e gusto garantito.
L’abilità creativa dello chef stellato Felice Lo Basso, che nella serata inaugurale sarà coadiuvato dallo chef Armando Codispoti, dialoga così con la sensibilità e la preparazione scientifica di Chiara Manzi, traducendosi in una evoluzione che si apre su scenari futuri, in cui l’alimentazione diviene non più un piacere a cui si è costretti a rinunciare, ma anzi con un valore aggiunto in termini salutistici e di contrasto all’invecchiamento come mai prima d’ora.
Chef of the Future è la risposta concreta a tematiche universali di grande attualità, lanciate anche da Expò 2015, sulla nutrizione dell’uomo e del pianeta, sulla migliore gestione delle risorse e sulla necessità di sviluppare un nuovo approccio al cibo.
“Se è vero che siamo quel che mangiamo – afferma la dr.ssa Chiara Manzi – mai come oggi questo adagio è denso di significati. In un momento storico in cui ci si interroga sulle politiche alimentari globali, ma anche individuali, trovare nuove soluzioni etiche e al contempo pratiche ed efficaci è un compito fondamentale di tutti gli operatori del settore, in base alle proprie specifiche competenze. Portare nelle cucine il sapere scientifico di medici e nutrizionisti non significa sostituirsi ai cuochi, ma anzi trovare con loro la formula ideale per poter assaporare piatti che contrastino l’invecchiamento. Senza per questo rinunciare all’estetica e al gusto, come dimostriamo quotidianamente nei corsi dell’Art Joins Nutrition Academy”.
Dello stesso avviso anche lo chef stellato Felice Lo Basso secondo il quale “La cucina italiana è quella che meglio di ogni altra ha il potenziale per innovare sulla base di solide tradizioni. Se alcune esperienze già dimostrano come una dieta mediterranea possa contribuire ad un sensibile miglioramento della salute dell’individuo, con questa nuova concezione espressa da Cucina Evolution vogliamo dimostrare come anche l’alta cucina possa essere un viatico perfetto per una proposta alimentare non solo coreografica, ma anche buona da gustare e benefica per l’individuo”.
Tutto pronto, quindi, per la prima rivoluzionaria esperienza di Chef of the Future, nella suggestiva ambientazione offerta da UNICO MILANO, per un Gran Galà che si preannuncia come uno degli eventi più gustosi del 2015. “Abbiamo scelto questa formula scenografica e decisamente emozionante – spiega Spiridione Ripaldi, patron di Eventi&Qualità , la società che si è occupata dell’organizzazione della serata – perché abbiamo interpretato questa particolare occasione come un sogno che prende forma. Grazie alla collaborazione con la direzione di UNICO MILANO, abbiamo quindi deciso di far toccare il cielo con un dito agli ospiti che prenderanno parte alla serata, richiamando al tempo stesso la presenza degli chef stellati, ma anche la leggerezza di piatti che sono la sintesi della miglior abilità culinaria italiana del futuro”.

Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Certifichiamo la nostra energia

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende

Un’azienda socialmente responsabile ha a cuore anche l’impatto ambientale. Se a comprovarlo è il conseguimento del “Sistema Ambientale” certificato fin dal 2001 secondo la norma UNI EN ISO 14001, oggi Varvel SpA, storica PMI bolognese specializzata in trasmissioni di potenza, ha scelto di certificare anche l’energia utilizzata per soddisfare il proprio fabbisogno produttivo, attraverso l’acquisto di GO – Garanzie di Origine – (Direttiva 2009/28/CE), certificati nominali europei che attestano l’origine rinnovabile dell’energia consumata. La certificazione si basa sull’immissione in rete di un quantitativo di energia pulita pari al consumo di energia di cui l’azienda ha chiesto la certificazione. Ogni titolo corrisponde a 1 MWh e i GO devono essere acquistati per il fabbisogno totale di uno o più contatori, con un costo di 0,8 euro/MWh.
Un contributo notevole, quello portato da Varvel, che con i 799 titoli di energia verde GO risparmia, già nel primo semestre 2014, ben 423 Tonnellate di CO2 altrimenti immesse nell’atmosfera.
Attraverso l’energia geotermica islandese, Varvel può produrre senza inquinare, andando così a rafforzare la propria politica ecofriendly, comprovata anche dal pannello luminoso posizionato all’ingresso dello stabilimento, in cui espone in tempo reale l’energia prodotta dal proprio impianto fotovoltaico. Un investimento importante che ha permesso all’impresa di Crespellano (BO) di arrivare ad una produzione annuale di circa 188.000 kWh, pari ad un 20% delle proprie necessità, con una riduzione delle emissioni di CO2 di 109 ton/anno e di NOX di 98 kg/anno, con un risparmio di combustibile fossile di 17 TEP/anno.
L’acquisto di energia pulita mediante i GO rappresenta pertanto un ulteriore sforzo compiuto dall’azienda per abbattere pressoché totalmente il proprio impatto ambientale. “L’adozione di politiche virtuose nei confronti della società, delle persone e dell’ambiente – affermano Francesco Berselli e Mauro Cominoli, Presidente e Direttore Generale di Varvel SpA – è coerente con la nostra filosofia e con i valori che ci rendono un’impresa socialmente responsabile, come espresso nel Bilancio di Sostenibilità annuale in cui condividiamo con tutti i nostri stakeholder, in totale trasparenza, ogni aspetto della vita aziendale e le ricadute positive per l’intera collettività”.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Un Natale altruistico

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Cultura, Locale

Un’azienda socialmente responsabile come Varvel SpA, storica PMI bolognese specializzata nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di motoriduttori, riduttori e variatori meccanici di velocità, non poteva non accogliere un’iniziativa di beneficienza per celebrare il Natale in modo non consumistico, ma anzi altruistico.
E’ nata così l’idea di sensibilizzare tutti i dipendenti istituendo un periodo di Festività solidali, ospitando il 15 dicembre un banchetto per l’acquisto delle Pigotte di Unicef, le bambole di pezza realizzate dalle detenute del carcere di Bologna. I proventi saranno destinati a progetti e programmi salvavita dell’Africa centrale e occidentale. Ogni Pigotta apre un cerchio di solidarietà che unisce chi ha realizzato la bambola, chi l’ha adottata e il bambino che, grazie all’UNICEF, verrà inserito in un programma di lotta alla mortalità infantile denominato “Strategia Accelerata per la sopravvivenza e lo sviluppo dell’infanzia”. A presiedere all’evento sarà Lea Boschetti della Direzione Unicef Italia che illustrerà l’attività delle ragazze della casa circondariale, facendo così comprendere come l’acquisto sia in realtà una formula per aiutare non solo i destinatari, ma anche coloro che hanno contribuito alla produzione. Ogni bambola, infatti, è realizzata con amore rigorosamente a mano ed è quindi un pezzo unico che porta con sé tutto il valore di un’attività di recupero utile al reinserimento nella società.
L’idea di Varvel di coinvolgere tutti i dipendenti si somma ad altre iniziative natalizie e alle donazioni continuative ad Unicef, Medici Senza Frontiere ed ANT, onlus che proprio quest’anno hanno festeggiato con la PMI bolognese il decennale del sodalizio che le vede beneficiarie di 2 eurocent per ogni pezzo venduto, legando così i risultati aziendali ad una finalità umanitaria.
“Abbiamo voluto coinvolgere tutti per far comprendere il valore di questa attività di recupero – affermano Francesco Berselli e Mauro Cominoli, Presidente e Direttore Generale di Varvel SpA “così come abbiamo incentivato la partecipazione volontaria all’iniziativa di Medici Senza Frontiere presso le librerie Feltrinelli, per avviare una riflessione su chi vive in situazioni difficili, a livello psicologico, umanitario, personale, in un momento come il Natale in cui la frenesia consumistica spesso allontana dai valori più importanti e profondi. Un segnale di coerenza e di un impegno reale di un’impresa socialmente responsabile, condiviso con tutti i propri stakeholder”.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Lo sport come fucina di valori

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Salute, Sport

Non solo calcio ed un aiuto a chi dello sport ha fatto una vera e propria missione educativa. Con questa intenzione Varvel SpA, storica azienda bolognese specializzata nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di motoriduttori, riduttori e variatori meccanici di velocità, ha scelto di sponsorizzare l’A.S.D. ATLETICA BLIZZARD, associazione sportiva nata a Bologna nel 2002 dall’iniziativa spontanea di appassionati e amanti dell’atletica leggera.
Tale decisione nasce dall’interesse di Varvel per i giovani, portando il proprio supporto a quelle realtà meritevoli con le quali condividere i valori che animano l’impresa socialmente responsabile di Crespellano (BO).
L’ A.S.D. ATLETICA BLIZZARD pone infatti particolare attenzione alle persone e non solo ai risultati, perseguendo esclusive finalità di promozione e sviluppo dell’attività sportiva, con particolare interesse alla pratica dell’atletica leggera come fenomeno sportivo idoneo allo sviluppo fisico, morale, sociale e culturale, specialmente in relazione alle categorie giovanili.
Una trasmissione di valori quali convivenza, rispetto ed onestà che Varvel ha fatto propri fin dalla sua fondazione, come testimoniato dalle diverse azioni in ambito sociale, territoriale, ambientale, attraverso certificazioni, visite guidate, convegni, donazioni. Una filosofia che troverà ulteriore diffusione anche grazie a questo connubio con l’ A.S.D. ATLETICA BLIZZARD che, oltre all’area provinciale, con i suoi atleti partecipa anche all’attività regionale e nazionale, in vari meeting e campionati di categoria sia Uisp che Fidal. Dal 2013 la Blizzard propone inoltre corsi di Camminata, Fitwalking e Nordic Walking, grazie alla collaborazione del Gruppo “Nordicamente Camminiamo”, specialità che fanno della socializzazione un ulteriore punto di forza ed un accresciuto valore aggiunto per iscritti, famiglie e tifosi.
“Sostenere gli sport cosiddetti minori è il miglior modo per non veder scomparire le piccole società sportive, vere e proprie fucine di giovani, in cui diffondere valori per noi fondamentali e pienamente condivisi – affermano Francesco Berselli e Mauro Cominoli Presidente e Direttore Generale di Varvel SpA”.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com