Archivio Autore

blob agency

Agenzia di promozione, ufficio stampa & booking per bands ed artisti

FESTIVAL DEI CASTELLI ROMANI 2014, CRESCE L’ATTESA PER IL GRAN FINALE!

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica, Spettacolo

Il 5 e il 6 settembre attesissimi appuntamenti con le serate conclusive del ‘Festival dei Castelli Romani’. Giunta alla sua terza edizione la gara canora, vetrina per i giovani artisti emergenti, vi da’ appuntamento a Castel Gandolfo il 5 settembre alle 21 in Piazza della Libertà.Davanti ad una giuria tecnica si esibiranno i 6 gruppi arrivati in semifinale: Metaviola, I figli dei fratelli Marx, FabbricaStrofe, Matteo Valentino, Fattori Recessivi, Gestione della Rabbia, Squee.

Ospiti speciali per la finale: Cesareo (chitarrista di Elio e le Storie Tese), Omar Pedrini e Acid Muffin.

Ospite speciale: il cantante serbo Srdjan Brankovic. La serata sarà presentata da Ukizero, Partner della Manifestazione e Portale Ufficiale del FCR WEB CONTEST, alla voce Andrea Fatale accompagnato da Antonella Melito di SoloRadio, Radio Partner della Manifestazione.

Per conoscere il vincitore del Festival Castelli Romani 2014 l’appuntamento è per il 6 settembre al Palasport (Via Emilia Romagna 00045) di Genzano di Roma. A presentare la serata, dove i cinque finalisti si sfideranno a colpi di note, Tiziana Mammucari. Special guest: Acid Muffin, Omar Pedrini e Cesareo (chitarrista di Elio e le Storie Tese). Esibizione speciale dei Pop Corn vincitori del web contest.

La Guaranà Eventi darà, inoltre, il via alle iscrizioni per l’edizione del Festival Castelli Romani 2015.

Con la sua formula itinerante, il Festival dei Castelli Romani vuole essere, oltre che spettacolo, un viaggio alla scoperta delle città castellane. Nell’arco di tre mesi la gara ha toccato le tappe di Lanuvio, Nemi ed Ariccia, coniugando i luoghi storici alla musica dei giovani artisti emergenti.

Il festival nasce dalla volontà della Guaranà Eventi, da tempo attiva sul territorio (già ideatrice con l’associazione Julia-Augustea di Gianluca Canale e Francesca Cedroni del progetto Giuliano Rock Festival), di riprendere le orme del noto “Festival di Velletri” degli anni ’50: una kermesse che vide la partecipazione di famosi cantanti dell’epoca, quali Claudio Villa e Nada.

La manifestazione è patrocinata dalla Provincia di Roma e dai Comuni di Velletri, Genzano di Roma, Albano Laziale, Ariccia, Marino, Rocca Priora, Rocca di Papa, Frascati, Castel Gandolfo e Lanuvio.

Nelle passate edizioni il Festival ha avuto il piacere di ospitare come Special Guests: Roberto Dellera degli Afterhours e The Niro.

Mentre, nella giuria tecnica, il festival ha ospitato nomi come: il regista Daniele Vicari, il Maestro Claudio Maria Micheli e Cesareo nelle vesti di presidente di giuria. Anche in questa edizione la giuria tecnica avrà nomi come Dario Salvatori (Critico musicale), il Maestro Claudio Maria Micheli (Direttore d’orchestra), Pierluigi Germini (Produttore discografico).

Dicono di noi:

«Grande successo per il Festival dei Castelli Romani che ha eletto venerdì 6 settembre gli otto finalisti della seconda edizione. Una serata ad altissima tensione che ha visto portare a casa la vittoria per voto della giuria tecnica ai Q Artet, Radicasicula, Riccardo Bonino & Low Side Band, Spazio Libero, Distillastorie» Il Messaggero

«Nella cornice dei Castelli Romani torna, a dicembre, l’appuntamento con la buona musica d’autore grazie al Festival dei Castelli Romani organizzato dalla Guaranà Eventi» Adnkronos

Per informazioni:
Guaranà Eventi ph. +39 06 9627797
per ulteriori informazioni:
Francesca: +39 339 5085348
Vladia: +39 380 2418179
Edoardo: +39 349 7083578
Eugenia: +39 338 3873583
http://www.festivaldeicastelli.it/https://www.facebook.com/guaranaeventiper i biglietti:
http://srvticket.artacom.it/biglietteria/cercaPostiPub.do?idEvento=7916

L’hard rock degli Armonight dal 28 agosto in Europa per il tour estivo!

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica

Blob Agency

presenta

Gli Armonight a breve protagonisti di un nuovo tour europeo.

L’hard-rock band vicentina, reduce dall’ottima accoglienza dell’ultimo album “Recover” (Klasse1 Edizioni), inaugurerà la tourneè il 28 Agosto nel Regno Unito

Gli Armonight vantano ad oggi una lunga serie di concerti che li ha visti protagonisti in Uk, Svizzera, Paesi Bassi, Francia e ovviamente in Italia, nutrendo una sempre più folta schiera di fans. A partire dal 28 Agosto 2014 la rock band vicentina sarà alle prese col tour europeo di promozione del nuovo album “Recover”, la cui prima parte, in compagnia del gruppo finlandese Constantine, si svolgerà in Gran Bretagna. Queste le date al momento confermate, con molte altre in arrivo:

28 Agosto @ Merry Monk, Bishop Auckland
30Agosto @ Raffs Bar, Wellingborough
31Agosto @ South Sea Live, Sheffield
2 Settembre @ The Lady Luck Bar, Kent
4 Settembre @ The Roadhouse, Birmingham
5 Settembre @ The Patriot, Crumlin

Il 17 Dicembre scorso è uscito “Recover”, terzo album della rock band vicentina. Dal disco è stato tratto il singolo “Night Of Illusions”, del quale è stato girato il videoclip ufficiale.

I dieci brani contenuti in “Recover” sono un concentrato di rock in perfetto stile Armonight ma, a differenza dei precedenti lavori, ovvero l’esordio “Suffering And Passion” del 2010 ed il successivo “Tales From The Heart” datato 2012, la nuova fatica in studio presenta numerosi riff di chitarra orecchiabili fin dal primo ascolto. La band, così facendo, intende discostarsi da quell’alone malinconico che caratterizza il genere gothic al quale è stata erroneamente accostata in passato dalla critica, forse per la presenza di tastiere e cantato femminile.

Recover”, registrato e mixato al Sound Therapy Recording Studio di Malo, in provincia di Vicenza, è distribuito da Klasse1 Edizioni ed è disponibile su tutti i canali di distribuzione di musica digitale (Amazon, i-Tunes e molti altri..); è inoltre possibile avere il cd in formato fisico ordinandolo direttamente dalla sezione “Shop” del sito ufficiale della band:

www.armonight.com
Press Kit online
http://goo.gl/Oz9P3z
Foto
https://db.tt/8XByZJcF https://db.tt/jl6vMCTF
Pubblicazioni in Cina
http://www.ximalaya.com/#/10289999/sound/3021514
http://t.sohu.com/m/11183668402
http://huaban.com/pins/183141626/
http://www.douban.com/note/364945754/
http://user.qzone.qq.com/1340474931/311
http://t.qq.com/p/t/424007040757093?apiType=14
http://weibo.com/1784265533/BbwjclsYq?mod=weibotime
http://musicdish.diandian.com/post/2014-07-01/40062101684
Ufficio stampa Blob Agency Bologna
www.blobagency.com

 

 

Ecco finalmente il nuovo album del bluesman Rudy Rotta: The Beatles vs The Rolling Stones

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica

Il noto artista blues italiano, dopo aver suonato e registrato con leggende del calibro di B.B King, Robben Ford, Brian Auger, John Mayall ed Etta James, propone, attraverso il suo personalissimo stile, alcune tra le pietre miliari delle due storiche band. La presentazione ufficiale dell’album avverrà il 24 luglio a Soiano del Lago in provincia di Brescia.

Genere: blues/rock
Etichetta: Slang Music
Distribuzione: ?
Data di pubblicazione: 26/06/2014
Rudy Rotta – The Best Of
( Esibizione Rudy Rotta e B.B.King @ Montreux Festival
Intervista Assante di Repubblica
Esibizione John Mayall )
Press Kit On Line

The Beatles vs The Rolling Stones”

Sono passati esattamente cinquant’anni dal quel fenomeno musicale-commerciale meglio conosciuto come “British Invasion” nonchèdal primo tour in America di due icone della storia della musica: Beatles e Rolling Stones. Ed e’ proprio per quest’occasione che Rudy Rotta realizza “The Beatles vs The Rolling Stones”, un disco pregiato che racchiude e mette a confronto la musica, la storia e la rivalità, vera o presunta che sia, di due gruppi artefici di una rivoluzione musicale (e non solo) senza precedenti. Un’idea, quella del grande bluesman, che nasce come gesto d’amore e riconoscimento verso questi giganti del rock, dei quali Rudy Rotta sceglie di interpretare una manciata delle canzoni piu’ belle e significative, sviluppando in modo originale il tema di due di esse in un unico brano, il tutto riproposto attraverso una personale lettura e sensibilità.

Un messaggio di stimolo ed un guanto di sfida a coloro che nella propriacarriera musicale hanno rivestito il ruolo di puri replicanti, senza riuscire adare ad essa quel tocco di personalità e originalità che in ogniartista dovrebbero essere insite. In questo senso, illuminanti sono le parole diBillie Holiday inserite all’interno del booklet dell’album: “Tutti dobbiamo essere differenti. Non si può copiare un altro, e nello stesso tempo pretendere di arrivare a qualcosa” – Billie Holiday

Ma quanto sono stati amati questi Beatles e Rolling Stones? Non visono dubbi che la loro musica abbia rappresentato la soundtrack della meglio gioventù musicale targata anni ’60/’70, alla quale lo stessoRudy Rotta apparteneva, anch’egli segnato dal fascino del rock’n’roll ed inmodo particolare da Beatles e Rolling Stones; un fenomeno senza repliche, dallo stampo socio-culturale oltre che musicale. Le due formazioni hanno lasciato una traccia indelebile nei gusti musicali e nell’evoluzione dellacarriera artistica di Rudy Rotta, la quale lo ha portato in seguito a suonare e collaborare con vere e proprie leggende come B.B. King, John Mayall, Robben Ford, Brian Auger e a sostenere centinaia di concerti in tutto il mondo (Germania, Austria, Svizzera, Russia, USA, Francia, Caraibi).

The Beatles vs The Rolling Stones” è inoltre arricchito dalla presenza di svariati ospiti, tra cui Quintorigo (in “Lady Jane & Julia)”, Gnu Quartet (in “Ruby Tuesday & Strawberry Fields Forever”) ed il percussionista Ernesttico. La suggestiva copertina e tutto l’artwork di “The Beatles vs The Rolling Stones” sono a cura di Nico Panna (aka Lunicu).

Ascolta in streaming “The Beatles vs The Rolling Stones” di Rudy Rotta
https://soundcloud.com/rudy-rottaTracklist
Simpathy For The Devil (Jagger-Richards) – Come Together (Lennon-McCartney)
Get Off Of My Cloud (Jagger-Richards) – Ticket To Ride (Lennon-McCartney)
Ruby Tuesday (Jagger-Richards) – Strawberry Fields Forever (Lennon-McCartney)
Under My Thumb (Jagger-Richards) – Things We Said Today (Lennon-McCartney)
Tell Me (Burnett-Fontaine) – While My Guitar Gently Weeps (Harrison)
As Tears Go By (Jagger-Richards-Oldham ) – Here, There And Everywhere (Lennon-McCartney)
Miss You (Jagger-Richards) – Rocky Raccoon (Lennon-McCartney)
(I Can’t Get No) Satisfaction (Jagger-Richards) – Ob-La-Di, Ob-La-Da(Lennon-McCartney)
You Can’t Always Get What You Want (Jagger-Richards) – Let It Be (Lennon-McCartney)
The Last Time (Jagger-Richards) – Day Tripper (Lennon-McCartney)
Lady Jane (Jagger-Richards) – Julia (Lennon-McCartney)
Bonus Track: Con Le Mie Lacrime (Jagger-Richards)

Bio

Rudy Rotta: “chitarrista, cantante, storico bluesman della scena italiana, ma soprattutto europea ed internazionale”.

Nato a Villadossola, in Piemonte nel 1950, si trasferisce con la famiglia a Lucerna, in Svizzera; qui all’età di 14 anni comincia a suonare la chitarra. Diciottenne rientra in Italia ed inizia ad esibirsi nel veronese, come chitarrista, in gruppi emergenti dediti ad un repertorio rock-blues. All’età di quarant’anni compie una scelta di vita e di cuore, certamente meno di “interesse”: vende l’azienda e si dedica interamente alla musica, quella che piace a lui. Prende ad esibirsi quasi esclusivamente all’estero, scalando man mano l’olimpo mondiale del blues ed instaurando una serie di collaborazioni con mostri sacri del calibro di B.B. King, John Mayall, Etta James, Brian Auger, Taj Mahal, solo per fare alcuni nomi.

Nel gennaio 1997 partecipa alla Ultimate R&B Cruise nei Caraibi, accanto a leggende quali Etta James, Fabolous Thunderbirds, Taj Mahal. Sempre nel ’97 partecipa al Kansas City Blues Festival, dividendo il palco con Al Green, Taj Mahal, Brian Seltzer e con la sua esibizione manda in visibilio i 20.000 spettatori presenti. Gliene deriva l’incoronazione a “Europe’s Top Act”, ovvero massimo referente del blues europeo e la conseguente registrazione dell’album “Live in Kansas City” al Grand Emporium.Accanto a tutto ciò ben cinque partecipazioni al Montreux Jazz Festival, due delle quali come ospite di B.B. King, la partecipazione alla crociera Mississippi Boat celebrating B.B. King, la presenza al Premio Tenco con Lowell Fulson e la consegna di ben due Fender Stratocaster “Rudy Rotta Signature”, rispettivamente nel 1994 e nel 2002.

A partire dal 2000 lo accompagna anche il mitico hammondista Brian Auger in ben cinque tour europei, sfociati nella registrazione di un CD live. Nel 2004 esce l’album “Some Of My Favorite Songs”, registrato in collaborazione con Brian Auger, John Mayall, Robben Ford, Peter Green, che include capisaldi della musica pop, blues e rock anni ’70. È del 2006 la registrazione a New Orleans del cd “Winds Of Louisiana”, con il fior fiore dei musicisti americani. La stampa internazionale considera l’album un capolavoro e annovera Rudy fra i migliori artisti blues a livello internazionale – cosa mai successa prima ad un musicista europeo non britannico.

Nel 2009 esce uno dei suoi capolavori, “Blue Inside”, un disco rock che spazia dalle ballads al blues con venature funky. La sua discografia culmina, nel 2012, nel doppio cd “Me, My Music And My Life”, editato in occasione dei quarant’anni di attività e contenente il meglio della sua produzione ad oggi. Nel dicembre 2012 è nuovamente ospite sul palco di John Mayall nelle due uniche date italiane del suo tour europeo. Nel 2013 partecipa alla trasmissione Roxy Bar con Red Ronnie dove improvvisa una jam session con Jovanotti ed in seguito anche con Alex Britti, in qualità di ospite durante la trasmissione dedicata al chitarrista capitolino.

In Ottobre ha l’onore di avere come ospite sul palco in un tour di concerti in Italia e Germania il grande Larry CarltonMr. 335”. Datata 1 marzo 2014 la pubblicazione di “Vola sul Mondo“, un EP di 5 pezzi in lingua italiana. Rudy Rotta fa ora il suo ritorno con “The Beatles vs The Rolling Stones”, il suo personale tributo alle mitiche band britanniche: un album intenso nel quale, senza mai sfociare nella mera replica, propone e confronta, con il suo inconfondibile stile, il meglio del repertorio dei due mostri sacri della musica rock di sempre.

Prossimi concerti
27 Giugno @ Liri Blues Festival, Isola del Liri, Frosinone, Italy
28 Giugno @ Parco di fronte al Ristorante Filippini, Verona, Italy
4 Luglio @ Blues Night Gossau, Gossau, Svizzera
10 Luglio @ Hotel Krone, Giswil, Svizzera
12 Luglio @ Montepulciano d’Abruzzo Blues, Nereto, Teramo, Italy
13 Luglio @ Parco Augusto Daolio, Sant’Ilario d’Enza, Reggio Emilia, Italy
19 Luglio @ Sogliano Blues Festival, Sogliano al Rubicone, Forlì/Cesena, Italy
24 Luglio 2014 Presentazione ufficiale nuovo album “The Beatles vs The Rolling Stones” @ Soiano del Lago, Brescia, Italy
25 Luglio @ Teatro Vittoria di Boscochiesanuova, Verona, Italy
26 Luglio @ Campo Sportivo di Rivalta di Brentino Belluno, Verona, Italy
31 Luglio @ Open Air di Fiamene, Verona, Italy
15 Agosto @ Sirolo Music Festival, Sirolo, Ancona, Italy
4 Settembre @ S’Gwoelb in Watt, Svizzera
5 Settembre @ Dukes in Sihlbrugg, Svizzera
6 Settembre @ Private Party in Zuerich-Affoltern, Svizzera
21 Settembre @ Loc. Tratto Spino, Malcesine, Verona, Italy
18 Ottobre @ Hotel Waldheim in Sarnensee, Svizzera
24 Ottobre @ Kirchdorf/Krems, Austria
25 Ottobre @ Uhlenspiegel in Rutesheim, Germania
14 Novembre @ Haus RingerbrÜggen in Emlichheim, Germania
15 Novembre @ Ducsaal in Freudenburg, Germania
21 Marzo 2015 @ Beatles vs Rolling Stones a S. Giacomo di Laives, Bolzano,
28 Marzo 2015 @ Adler in Meidelstetten, Germania
30 Aprile 2015 @ Blues Fabrik in Muenchwilen, Svizzera
12 Maggio 2015 @ Kongressalak in Linz, Austria
13 Maggio @ Jeorgi’s Bar in Mitterdof/Muertal, Austria

Credits
Rudy Rotta vocals & guitars
Pippo Guarnera keyboards
Enrico Cecconi drums
Renato Marciano bass

Special Guests:
Gnu Quartet on Ruby Tuesday & Strawberry Fields Forever
Quintorigo on Lady Jane & Julia
Ernesttico percussions
Laura Masotto violine on As Tears Go By & Rocky Raccoon
Nicola Cipriani Lead guitar on As Tears Go By & Here, There And Everywhere
Luca Degani accordeon on Here, There And Everywhere

Produced by: Rudy Rotta
Recorded and mixed at: Sotto Il Mare recording studio by Luca Tacconi
Rudy Rotta’s equipment / endorsements

Modelli di chitarra
– varie Fender Stratocaster ’60, come pure Telecaster vintage;
– 2 Fender Stratocaster “Rudy Rotta Signature”, la prima fatta negli Stati Uniti, l’altra invece consegnatagli al DISMA di Rimini dalla Casale&Bauer;
– Gibson Les Paul Junior, Gibson 345, anche queste d’annata;
– Maton acustica (della quale è anche endorser);
Amplificazione
Fender Super Reverb, Vibroverb, Deluxe abbinati allo svizzero Harper
Effettistica Wah Wah Vox pedal
Plettri Firmati Rudy Rotta per Fender e Ernie Ball
Corde Ernie Ball, di cui è endorser
Cavi Vovox, della quale è endorser

Contatti
Per interviste, partecipazioni radiofoniche e televisive
contattare 3396038451 – Frank Lavorino
www.facebook.com/rudyrottaofficialwww.rudyrotta.comwww.youtube.com/user/RudyRottatwitter.com/RudyRottaitunes.apple.com/us/artist/rudy-rotta/id132601604Ufficio stampa Blob Agency Bologna
www.blobagency.com

Gli America in concerto in Italia!

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica

In occasione del 40° anniversario, tornano nel nostro paese per un’unica data gli America, la mitica band anglo-statunitense di“A Horse With No Name”, “Sister Golden Hair”, “Survival” e “You Can Do Magic”. Il gruppo, reduce dall’ultima tourneé americana, è impegnato in una lunga serie di date negli States; dopo tre concerti in Francia e all’indomani della data in Israele, sarà la volta dell’Italia. L’inizio del concerto degli America è previsto per le ore 21 e 30 , con possibilità di posti a sedere sin dalle ore 19,00. Gli attuali membri originari degli America sono Gerry Beckley e Dewey Bunnell, dopo la scomparsa, nel 2011, di Dan Peek.

5 agosto 2014 Ore 21.30

Porto Turistico di Boretto, Lido Po (RE)

Prezzo biglietto : €uro 25,00 + diritti prevendita

Figli di padri americani e madri britanniche, i tre futuri “America“,Gerry Beckley, Dewey Bunnell e Dan Peek, si conobbero a Londra a metà degli anni ’60. Il primo album,America, pubblicato all’inizio in Europa senza la hit “A Horse With No Name” che fu inserita in seguito grazie all’intervento del produttore Ian Samwell, ottenne il disco di platino insieme alle altre grandi hits I Need You, Sandman e Riverside. Dopo l’abbandono di Dan Peek nel 1977, i rimanenti membri hanno continuato ad esibirsi dal vivo e registrare. Dopo l’album Here and Now del 2007 e il live @ Wildwood Springs del 2008,Gerry Beckley e Dewey Bunnell pubblicano nel 2011 Back Pages, un disco di dodici cover di canzoni che hanno influenzato il gruppo, da Dylan agli Zombies.

America – A Horse With No Name

https://www.youtube.com/watch?v=Tm4BrZjY_Sg

Acquista il tuo biglietto on line e nei numerosi punti vendita – Possibilità di posti a sedere a partire dalle ore 19:00

ACQUISTA IL TUO BIGLIETTO SU TICKETONE

http://www.ticketone.it/biglietti-america.html?affiliate=ITT&doc=artistPages%2Ftickets&fun=artist&action=tickets&erid=1212355

Per maggiori informazioni: 32711303040375421393338341501

Foto

Band

Manifesto Evento Live 5 Agosto


Contatti per interviste/accrediti: Frank Lavorino 3396038451

http://www.venturahighway.com/

http://www.slangmusic.com/

http://www.blobagency.com/


Il dOnO, la band alternative rock rivisita i The Doors con Waiting For The Sun!

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Aziende, Musica

Per anticipare l’uscita di “Mangrovia”, il primo singolo del nuovo album (“La Rivolta Ideale” -29Records), l’alternative rock band iL dOnO lancia sul web una granitica e straordinaria rivisitazione di “Waiting for the Sun” dei Doors.

Genere: rock alternativo / indie / new wave / noise blues

Etichetta: 29Records

> Link sul canale YouTube per “Waiting for the Sun” (..cover The Doors)

> iL dOnO link streaming

Insieme dal 1999 la band iL dOnO mescola attitudini post-grunge e new-wave al servizio di un impetuoso rock alternativo e di una poetica che reclama attenzione, allucinata lucidità e dirompente azione nei confronti della stimolante società moderna in tutte le sue contraddizioni.

I testi delle loro canzoni sono pregni di disincanto e speranza, paradosso e bellezza. Le loro strutture sonore virano in maniera del tutto indipendente dai canoni correnti dell’indie rock.

Il loro mondo è abitato da muse sperdute, giganti arresi, sexy esistenzialiste o pratici intellettuali immersi nella luminosa palude dell’esistenza…

Centinaia i live alle spalle nel corso di questi anni, soprattutto nel centro Italia, con aperture a diversi artisti importanti della scena alternativa italiana e partecipazioni a numerosi eventi musicali che fanno di questa band una realtà dal repertorio vastissimo e in continua evoluzione creativa.

Attualmente è in dirittura d’arrivo il terzo album dal titolo “La Rivolta Ideale” (uscita prevista Settembre 2014) per l’etichetta 29Records.

Ad anticipare questo nuovo album, che si preannuncia essere davvero al fulmicotone, iL dOnO ha rilasciato attraverso le radio e il web una granitica, sanguigna ed originalissima cover di “Waiting for the Sun” dei Doors, completamente stravolta e rivisitata dalle inconfondibili sonorità della band, il tutto per anticipare il primo singolo ufficiale “Mangrovia“, la cui uscita è prevista per il 21 Giugno…

I componenti della band sono:

  • Daniele Cedroni: voce, chitarra
  • Andrea Fatale: chitarre
  • Riccardo Marinelli: batteria, produzione

Da menzionare sono anche Paolo Di Cori, che è stato il bassista originale della band oltre a Lorenzo Mancini (basso) e Antonello Rabuffi (batteria) che accompagnano iL dOnO in alcuni concerti come special guests.

iL dOnO – “WAITING FOR THE SUN” (The Doors)

In seguito ad un’entusiasmante partecipazione al Festival organizzato dalla Guaranà Eventi dedicato alle “3 J” del rock, dove iL dOnO ha suonato e rivisitato per quell’occasione “Down Me” di Janis Joplin e “If 6 was 9” di Jimi Hendrix, la band ha deciso di lanciare in questi giorni il terzo pezzo presentato a quel Festival: “Waiting For The Sun”.

Di fatto, mentre il nuovo album prendeva forma, la volontà di inserire questa cover nel contesto sonoro è stata del tutto legata alla poetica assonante proprio dei testi presenti sul nuovo lavoro. Con reverenza e veemenza creativa iL dOnO ha realizzato una versione indimenticabile del brano dorsiano, che già dal primo ascolta sembra essere una sorta di festa elettrica dove i Queens Of The Stone Age incontrano Lucio Battisti in tenuta da surf.. È una canzone di speranza, su l’unione perduta ma con la volontà di recuperarla nonostante tutto appaia oscuro e irrimediabile… e in questo periodo storico è una sensazione comune e ben chiara alla band che pare rincorrere quasi per necessità a una svolta…

iL dOnO – “MANGROVIA”

(Singolo 2014 in uscita. Estratto da “La Rivolta Ideale”)

Lo stesso primo singolo del nuovo album in uscita, “Mangrovia“, disponibile dal 21 giugno 2014, riflette sul timore di perdere, nel paradosso delle scelte, i punti di riferimento fondamentali che nutrono i sentimenti tra le persone, consapevoli di lottare continuamente in prigioni ideologiche che condizionano spesso le nostre vite…

Per ascoltare il nuovo singolo de iL dOnO l’appuntamento è il 21 giugno in anteprima live su RadioRock o nei live del tour estivo. “Mangrovia” è un brano capace di suscitare interesse sia per i vecchi fan della band, che verranno investiti da un nuovo approccio, strutture e dinamiche sonore, sia per tutti quelli che ancora non hanno conosciuto questa originale rock band.

____________________________________________________________________

Album:

  • 2001 / “L’Esigenza di Vany” EP (autoproduzione)
  • 2003 / “Calma apparente” EP (autoproduzione)
  • 2006 / “Diversi Stati di Alterazione” LP (Soundfactor – Tempi Moderni)
  • 2011 / “Una Sola Moltitudine” LP (29 Records – Believe)

Recensioni sparse:

  • > http://www.ukizero.com/una-sola-moltitudine-il-libro-dei-suoni/
  • > http://www.flaneri.com/index.php/variaet/leggi/unasolamoltitudine_de_ildono/
  • > http://www.pensieridicartapesta.it/2013/06/10/il-dono-circolo-ricreativo-caracciolo/

info:

The Moon: rock “made in Britain” nel nuovo album Waiting For Yourself

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica

È di forte stampo anglosassone il nuovo lavoro discografico del quartetto friulano (brano come sigla di Demo su Rai Radio1, passaggi su RockTv-Sky) tra echi anni ’90 e citazioni Sixties. Il primo singolo con videoclip è Make It In The Easy Way You Know

Genere: pop/rock/britpop
Etichetta: Seahorse Recordings
Distribuzione digitale: Audioglobe
Distribuzione fisica: The Orchard
Guarda il videoclip del singolo Make It In The Easy Way You Know!
http://www.youtube.com/watch?v=0LANn8uKNdsWaiting For Yourself link streaming
soundcloud.com/themoon-rockband

Dopo un fortunato Lunatics, con quasi mille copie vendute e il videoclip Rose In The Land Of Tears (con passaggi radio tra cui quellialla celebre trasmissione “Demo” di Rai Radio1, con le interviste dei due conduttori ed infine per mesi sigla di chiusura del programma,e poi Capodistria/Koper; passaggi tva Rai1 con la rubrica del Tg1 “Note”, 2 passaggi a settimana per diversi mesi su Sky a RockTv, Tv Capodistria/Koper, Slo2,più di 80mila visualizzazioni), The Moon confermano il loro pop rock britannico con il nuovo album Waiting For Yourself; dai richiami alla seconda british invasion targata anni ’90 agli echi Sixties. Un disco di puro rock’n’roll.

Waiting For Yourself, da un punto di vista stilistico, si trova in linea con il precedente album e con la musica d’oltremanica, vero pilastro artistico per la band. Ma il quartetto brit-rock, composto da Spino e Charles (chitarre e voci), Den (bass guitar) e Piotre (drums), si mette alla prova con un genere sempre in voga, conferendogli una propria personalità e attualizzandolo con brani dai ritornelli catchy e dai ritmi trascinanti.

Il primo singolo estratto è Make It In The Easy Way You Know, di cui è stato girato l’omonimo videoclip. Come si puo’ leggere dal titolo, e come piu’ volte fatto presente nel ritornello, l’importante è farlo (non si riferisce a un qualcosa in particolare: è un messaggio che vale per tutto, compresi i doppi sensi) nel modo piu’ semplice possibile. Tre soli accordi ed un ritornello ostinato nella sua positiva dichiarazione di semplicità, che fanno di Make It In The Easy Way You Know un esempio delle abilità artistiche di The Moon, pronti a conquistare il pubblico con il loro fresco pop/rock.

Un’altra invasione british? Ci auguriamo di sì.

The Moon sono inoltre stati scelti da Virgin Radio Italy tra le 20 band finaliste. Il gruppo vincitore di Battle Of The Bands 2014 parteciperà all’Hard Rock Rising On The Road Tour 2014. Waiting For Yourself è il secondo album della band The Moon, uscito per la label Seahorse Recordings. È stato registrato da Simone Sant agli Entropia Studios di Cussignacco (UD), mentre la post-produzione è stata affidata a Giorgio Spolaor e Antonio Morgante dei Blue Train’s Studios di Mira Porte (VE).

Contatti
youtube.com/TheMoonRockBand
facebook.com/themoonrockband
twitter.com/THEMOONROCK
Ufficio Stampa Blob Agency
http://www.blobagency.com/Partita I.v.a.: 12600401009
Cell.: 3396038451Skype:sgrooveman

Gli Expedition Delta arrivano in semifinale all’Euromusic Contest!

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica, Spettacolo

Gli Expedition Delta (progetto creato da Srdjan Brankovic nel 2008) sono tra i semifinalisti dell’EuroMusic Contest 2014, ovvero: la più grande Competition di musica online!

Ora che le votazioni popolari sono concluse è tempo di rendere noti i numeri che hanno contribuito a dare popolarità al Contest già di per sé imponente.
Ben 40, infatti, sono state le nazioni coinvolte nella sfida canora, combattuta a suon di video, note e voti popolari per un totale di 3248 artisti che hanno generato oltre 340.000 voti.

Le notizie diramate sulla piattaforma che ha gestito il concorso hanno avuto una risonanza ed un seguito degni di nota: oltre 2.000.000 sono infatti state le visualizzazioni degli aggiornamenti che hanno costantemente accompagnato gli artisti nella gara che si è protratta per un paio di mesi (dal 10 marzo al 10 maggio). La prima edizione del EuroMusic Contest era stata organizzata nel 2011 in 28 Paesi in collaborazione con SoundCloud, generando piu di 110 000 voti e richiamando 2200 artisti

L’edizione in corso, oltre ad essere estesa ad una più vasta area geografica (ricordiamo che sono ben 40 gli Stati coinvolti), si è arricchita di un sistema innovativo di voto elettronico che permette agli utilizzatori di partecipare alla selezione dei musicisti e dei gruppi finali.

Sincronizzato con Facebook, l’EuroMusic Contest è la competizione musicale per eccellenza, digitale e virale, a promuovere la nuova musica europea nel mondo.

Ma non ci si è limitati al solo voto popolare. Una giuria d’eccezione, infatti, è stata chiamata per decretare i nomi dei 10 finalisti che, scelti tra i 40 semifinalisti, voleranno a Parigi per esibirsi nella Finale in diretta streaming trasmessa da iConcerts TV e VOD Channels, in 88 Paesi (per un totale di oltre 260 milioni di utenti in tutto il mondo)

Lo streaming sarà ospitato dal sito EMC in collaborazione con i partners ufficiali: Euronews (che raggiunge oltre 400 milioni di utenti in 155 Paesi), Le Nouvel Observateur (37 milioni di visite mensili), Wired (80.000 copie al mese).
Altri partners dell’iniziativa sono:
iConcerts, Zimbalam, Jamendo, Le Plus,Euronews, Wired, Believe, Black Rock Studios.

E la menzione a nomi ed operatori di tale portata è assolutamente doverosa.

Così come è doveroso accennare alla selezione operata per apportare alla Giuria autorità del settore quali: Christian Menez ed Helene Masanelli(Sony Music), Alexia Laroche Joubert (Banijay), Brian Boyd (The Irish Times), China Moses (ex-MTV, Le Grand Journal, ARTE), Nico Prat (Le Mouv’), Emeric Berco (Skyrock), Eric (MetalOrgie), Quentin Lechemia (My Band Market), Benjamin Lemaire (Virgin Radio) e molti altri che potrete trovare nel linkhttp://euromusiccontest.com/i/jury

Saranno proprio loro, i giudici, a decidere chi -tra i 40 semifinalisti- potrà rientrare nella rosa dei 10 finalisti che dovranno poi tornare ad esibirsi live a Parigi, in diretta streaming mondiale.

Sin da ora, però, a ciascuno dei rappresentanti dei 40 Stati, va tributato il giusto riconoscimento e il merito di aver raggiunto la prima posizione a livello nazionale.
Expedition Delta -lo ricordiamo- pur essendo un progetto di respiro internazionale, gareggia in rappresentanza della Serbia in quanto le radici della band sono ben salde in quel di Smederevo.
Dovremo attendere il 2015 per poter ascoltare il prossimo album della band, ma già sin da ora Srdjan Brankovic ci annuncia interessanti novità ed eccezionali ospiti..
E dovremo invece attendere solo il 25 maggio per poter conoscere i nomi dei 10 eletti..

Rullo di tamburi e dita incrociate sin da ora…Ma, soprattutto ancora complimenti a tutti gli artisti che hanno meritato questa, seppure parziale, vittoria. E soprattutto, ai nostri beniamini, che -vi preannunciamo- andremo ad intervistare molto presto per conoscere in anteprima le novità del prossimo, attesissimo album.

Stay tuned! 😉

http://youtu.be/vJAK23voaiM
http://youtu.be/xRqsYkI54ac
http://youtu.be/QzFTss_4ulc
http://youtu.be/T_V-BLK1Aqw

Acid Muffin, un nuovo estratto da Nameless: il video Just Another Way

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica

Just Another Way è il secondo singolo estratto da Nameless e, rispetto alle altre tracce del disco, presenta un’impostazione decisamente più incline al Punk Rock, mantenendo in ogni caso tutta la vena sperimentale che caratterizza l’intero EP.

La parte strumentale al centro della canzone risulta estremamente innovativa, con un’articolata sezione ritmica di batteria, a sostegno di un eccellente virtuosismo di basso, che permette alla chitarra di sviluppare un riff/solo di notevole impatto.

Le strofe, ed in particolare i ritornelli, sono molto orecchiabili e si sposano alla perfezione con il resto della canzone e la sua parte lirica.

Il testo parla di una coppia coinvolta in una relazione complicata che cerca di affrontare una conversazione, ma in realtà è solo l’ennesimo pretesto per discutere, come fosse l’unico modo per mantenere vivo il rapporto. Questa storia continua a trascinarsi per molto tempo, la coppia non sa cosa vuole e quindi si lascia per poi rimettersi insieme, cercando nuovi stimoli ma continuando a ripetere ciclicamente le stesse azioni, continuando a rincorrere a vicenda le proprie ombre.

Il video di Just Another Way è stato realizzato in collaborazione con la Timeless Production e racconta in maniera metaforica la storia narrata nel testo della canzone.

Una coppia passeggia per strada, all’improvviso un losco individuo scippa la borsetta della ragazza e il compagno parte all’inseguimento del malvivente.

Dopo un rocambolesca corsa si ritrovano in un vicolo cieco e…

Guarda il videoclip di “Just Another Way

https://www.youtube.com/watch?v=XTGFZNhXbRc

Prodotto da TIMELESS https://www.facebook.com/timelessproductionDa un’idea degli Acid Muffin
Sceneggiatura di Vincenzo Tafuri
Hanno partecipato:
Alessia Di Fusco – la ragazza
Vincenzo Paolicelli – il ragazzo
Matteo “Chain” Fortini – il ladro
Marco Pasqualucci, Matteo Bassi e Andrea Latini – Acid Muffin
Regia – Vincenzo Tafuri
Direttore della Fotografia – Federico Spirito
Riprese – Alessio Raponi
Segretaria di Edizione – Sara Galliano
Fotografi di Scena – Antonino Iamundo e Doriano Del Prete
Montaggio e Post-produzione – Alessio Raponi e Federico Spirito
Si ringraziano:
Carrozzeria Orazio per la location
Silvia Mecca per il catering

Ecco “Empire of Light”, l’album di debutto di Ylium

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica

Un mix di elettronica, sperimentazione e musica d’avanguardia nelle otto tracce del duo veneto formato da Alessandro Cavazzana e Marco Rodella. Il primo singolo è “Your Life In Unique Meaning”
Genere: alternative-rock / elettronica
Etichetta: Seahorse Recordings
Distribuzione digitale: The Orchard / Audioglobe
Distribuzione fisica: Audioglobe
Edizioni: New Model Label
Data di pubblicazione: 12 / 05 / 2014
Press Kit On Line
http://www.scribd.com/doc/223483630/YliumAscolta “Empire Of Light” in streaming qui:
https://soundcloud.com/yliumProviene dal panorama garage / indie rock il progetto musicale di Alessandro
Cavazzana (chitarre, keyboards, drum machines, computer programming) e Marco
Rodella (batteria, percussioni). Diventati un duo dopo la dipartita per motivi
personali di Giulio Ramazzina, gli Ylium debuttano con l’album Empire Of Light, uscito per Seahorse Recordings.

La band entra in studio nell’estate del 2012, quando vengono registrati e mixati i primi tre brani, inseriti inizialmente in un Ep autoprodotto e autodistribuito dalla band, uscito nel febbraio 2013. In seguito vengono composti un’altra decina di pezzi, ma solo cinque, assieme ai tre dell’ep, entreranno a far parte dell’album Empire Of Light, i cui lavori termineranno nel febbraio 2014. Ed è dalla voglia di sperimentare nuove vedute musicali oltre i semplici strumenti elettrici e dal sempre più crescente interesse di Alessandro Cavazzana per l’elettronica IDM che si iniziano a programmare e settare computers e drum machines fino a proporli in sala prove. Chitarre, basso e batteria non vengono lasciati da parte ma entrano in perfetta sintonia con i nuovi suoni proposti dal duo. Il risultato è tutto contenuto in Empire Of Light: un mix di rock sperimentale, elettronica e un accenno d’avanguardia.

Il background musicale a cui si rifà la band è sostanzialmente quello inglese e tedesco dei giorni nostri, ma c’è spazio anche per richiami alla new wave, al krautrock anni ’70 in stile Can, a Miles Davis e ad alcuni compositori minimalisti contemporanei come Steve Reich.

Empire of Light è stato registrato prevalentemente a Treviso, nello studio di Davide Dall’Acqua. Due brani, Skeptical e A Bit Bad, sono stati invece registrati nel 2012 presso il Sincro Studio di Adria da Giordano Sandalo – ingegnere del suono con un’esperienza lavorativa pluridecennale – grazie al primo premio ottenuto ad un contest per band emergenti a cui parteciparono nel luglio del 2011 con il loro precedente progetto musicale.

Il primo singolo estratto è “Your Life In Unique Meaning(il titolo è lo scioglimento dell’acronimo Y.L.I.U.M.) e, come afferma Alessandro Cavazzana, “nasce dal tentativo di ri-arrangiare un vecchio pezzo del gruppo precedente. La mia intenzione iniziale era di scrivere una speciedi contrappunto strumentale per chitarre, drum-machines e strumenti a fiato, e quindi di usarlo per progetti personali.Una volta fatto sentire il nuovo pezzo in sala prove, però, Marco e Giulio ne rimasero molto incuriositi e vollero iniziare a lavorarci su tutti insieme. Ci vollero parecchi mesi per metterlo a punto, ma dopo un lavoro di quasi un anno, nel maggio del 2013, “Your Life in Unique Meaning” era pronto”.

www.facebook.com/yliumsoundwww.soundcloud.com/yliumhttps://www.reverbnation.com/yliumFoto Copertina “Empire Of Light”Foto BandFoto Band1Foto Band2Contatti – Ufficio Stampa Blob Agency
http://www.blobagency.com/www.facebook.com/blobagencyPartita I.v.a.: 12600401009 Cell.: 3396038451 Skype:sgrooveman

Virgo, il nuovo video “Virgo Rockin’ For Bad Spirit Lifestyle

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica

Esce “Virgo rockin’ for Bad Spirit lifestyle” il nuovo videoclip della rock band vicentina, girato in via Marghera 26 a Milano in occasione della presentazione della New Capsule Collection Bad Spirit 2014/2015 di Massimo Sabbadin.

https://www.youtube.com/watch?v=dQj4iKuf7ek&feature=share

“Virgo live in Bad Spirit” nasce dal desiderio di coniugare esperienze artistiche parallele quali musica e moda. L’idea di portare il rock in un concept store è sembrata cosi stimolante alla band a tal punto da voler scattare un’istantanea del momento grazie alla preziosa collaborazione dell’amico e regista Filippo Leoni

La scelta della band è ricaduta sul brano “Non ti sogno più” dopo una valutazione basata sull’atmosfera ideale per raccontare questa giornata. Il brano racconta di un’ossessione e il conseguente processo di improvvisa e forzata liberazione passando attraverso dubbi, inganni ed obliosa inquietudine. Strapparsi vesti ormai consunte ed apatiche per giungere all’essenza. Per non mentire più.

Ci racconta Luca Bastianello, bass player dei Virgo: “È stata un’esperienza costruttiva ed unica nel suo genere riuscita grazie alla volontà di Massimo Sabbadin, fondatore e stilista del brand Bad Spirit, dalla quale abbiamo assorbito stimoli per future collaborazioni. Il prossimo video della band che andremo a proporre sarà “Tre”.Cercheremo di essere fedeli alle sonorità e al tema trattati nella canzone; crudezza autentica e minimalismo diretto senza inutili orpelli.”

Il nuovo disco dei Virgo ”L’ appuntamento”, è un album che svela la propria essenza lungo un percorso di dieci brani uniti da una incontaminata espressione sensoriale. L’appuntamento viene inteso come il punto d’incontro tra quel che siamo e l’immaginario.

Una dimensione astratta dove chiunque, durante il proprio cammino, avrà modo di confrontarsi con se stesso. la musicalità dei brani prende forma con la voce di Daniele Perrino, professione cantante sulla scena nazionale da diversi anni e protagonista come autore ed interprete del brano ”Lullaby” contenuto nell’ultimo progetto di Mario Biondi ”Due”.

Event Tracklist
Non ti sogno più
Il tempo della memoria
Tre
Porto franco
L’appuntamento
Una storia vivente
Uomo celibe
La stanza dei colori
Via Salomone
If it’s love
Uno di quei giorni
Insieme a te sto bene (Lucio Battisti)
Noia non c’è
Tutto ok

Prossimi Concerti Virgo
Studio 2, Vigodarzere (VE) 09/05
Scimmie, Milano (MI) 17/06
BissaRock, Costabissara (VI) 12/09
Ufficio Stampa Blob Agency
www.blobagency.com