Archivio Autore

Massimo De Ciechi, il senso della parola Libertà

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Musica

“Quale libertà”, in radio il singolo del cantautore Massimo De Ciechi,
estratto dall’album Dietro Laterale 

Un brano pop scritto parecchi anni fa ma solo ora realizzato in studio per l’album Dietro laterale. Il testo  molto breve vuole rendere evidente quanto sia  continuamente svalutato il senso della parola “libertà”. E nonostante gli anni il concetto risulta sempre valido. Le poche frasi che lo compongono tendono a mettere a fuoco immagini per portare l’ascoltatore a riflettere e a porsi delle domande. Dal punto di vista tecnico e musicale , la canzone gioca con l’espressione “Quale libertà”, posta tra la domanda, la retorica e la ripetizione che nel finale si intreccia e si sovrappone fino a sfumare con gli assoli di chitarra.

Dietro laterale è il titolo del nuovo progetto musicale indipendente di Massimo De Ciechi pubblicato alla fine del mese di novembre 2017 e ora in distribuzione su i principali digital stores internazionali e in versione CD su Amazon in Italia e in Europa
Il progetto si compone di 9 brani in stile pop cantautoriale scritti in più anni e ora raccolti in questo album. Non si tratta di un concept anche se i singoli brani sono quasi tutti accomunati dal racconto di storie piccole e per lo più sofferte. L’intero progetto è dedicato alla memoria di un amico scomparso dopo quattordici anni di lunga e coraggiosa lotta contro la malattia.
Musiche, testi, ideazione e produzione tutte a cura di Massimo De Ciechi, arrangiamenti e realizzazione musicale di Valerio Fuiano e Max Paparella. Mixing e mastering sempre di Max Paparella presso Groove Sound Design Studio.

L’album si apre con il brano A volte va così, costruito sull’incontro iniziale di armonica e chitarre acustiche, il cui verso “sai ci sono giorni splendidi di vita e altri bastardi da vivere  a fatica” cerca di mettere subito l’ascoltatore nella giusta prospettiva per affrontare i contenuti a venire. Segue Insegnami a volare, canzone incalzante dove il tema principale è quello dell’autismo. Il terzo brano Si muove racconta di una scelta, quella della vita nonostante il mondo ci lasci da soli di fronte alla realtà. E’ poi la volta di Quale libertà il pezzo più breve, con un testo conciso ma ben mirato a chiedersi il vero senso di questa parola: “libertà”. Ad ogni ora della vita è la ripresa di un singolo pubblicato qualche anno fa e qui riproposto con qualche leggera variazione nell’arrangiamento. Si tratta di una storia d’amore di gente piccola, lontana dalla notorietà e dai sentimenti puliti, a porre l’accento sul rapporto di coppia fatto di continua ricerca dell’altro e di sostegno vicendevole. Tocca quindi a Tra le foglie e la foresta, nato come brano per uno spettacolo scolastico, ma qui trasformato in un vero e proprio manifesto per i dolori dell’Africa, grazie ad un arrangiamento intenso e a un’ambientazione ben costruita. Laura sopra briciole di sole ci riporta alle storie individuali sofferte: la protagonista, donna in carriera, si risveglia con la consapevolezza di una grave malattia fino al giorno prima non conosciuta. Il tutto a porre in evidenza la precarietà della vita contrapposta alle  nostre ambizioni. Quindi è la volta di L’importanza del momento altro brano incalzante con linee di sintetizzatore in evidenza e con lo slogan più volte ripetuto “Muovili muovili ragione e cuore” a sottolineare quanto sia importante l’uso quotidiano e la miscela di questi due elementi per affrontare la vita con passione e la giusta dose di equilibri. In chiusura  Un posto dietro laterale canzone dedicata all’amico scomparso e a un modo di vivere la vita con semplicità, da posto dietro laterale di una sala cinema, guardando lo scorrere del tempo davanti a noi ma non per questo senza godere degli attimi più veri che incontriamo sullo schermo e forse con quella capacità di avere una visibilità più ampia rispetto a quelli che stanno schiacciati sotto lo schermo solo per poter dire di essere stati in prima fila.

Massimo De Ciechi nasce a Cuggiono (MI) nel 1965. Cantautore e poeta per passione,  svolge come attività principale quella di impiegato in una multinazionale.
Fonda nel 1980 insieme ad altri 5 amici il gruppo musicale Aurora con il quale, nel 1986, pubblica Quando la vita è amore, album di Christian Music con 10 brani di sua composizione.
Dopo una parentesi tra chitarra bar, musical amatoriali e spettacoli per scolaresche, nel 2005 pubblica la sua prima silloge poetica Ritratti e tratteggi di improvvisi smarrimenti pendolari, edita dalla Ibiskos Editrice Risolo, che sarà la sua casa editoriale anche per le successive pubblicazioni.
Nel 2007 fonda l’etichetta di autoproduzione indipendente Deasonus®, con la quale pubblica l’album Questo strano viaggio, distribuito anche in digitale da Wondermark.
Nel 2009 pubblica la sua seconda silloge poetica All’angolo nascosto del nostro silenzioso e dedicato incontro , che ottiene 13 riconoscimenti letterari nazionali e internazionali.
A marzo 2010 porta in scena il recital autobiografico Quello che canta canzoni e scrive poesie.
Nel 2011, con i Quadri di Ago, pubblica il singolo E’ un cuore, inno dell’associazione Cuore Fratello.
Nel settembre 2012 distribuisce il nuovo singolo Ad ogni ora della vita e l’anno successivo pubblica la sua terza silloge poetica Lasciando che il pensiero muti il fremito in poesia, che vince il primo premio nella sezione Poesia Edita del Premio Letterario Ibiskos 2014.
Nel mese di giugno 2015 pubblica la raccolta Cinquanta passi o poco più, che contiene il meglio dei componimenti letterari fino ad oggi pubblicati.
Il 29 novembre 2017, dopo un lungo periodo di ideazione, composizione e revisione, protrattosi anche per importanti impegni di lavoro, pubblica e distribuisce il nuovo album Dietro laterale, realizzato insieme ai musicisti ed arrangiatori Valerio Fuiano e Max Paparella.

www.massimodeciechi.it
www.facebook.com/Massimo-De-Ciechi-33463419619/
www.youtube.com/massimodeciechi

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

Francesco Castiglione, Vademecum del Musicista

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Libri, Musica

valori passati che il tempo tende a dimenticare un Vademecum, che affronta diverse tematiche sulle nostre relazioni in ambito musicale
Un Libro che in parte, vuole far riflettere su valori passati che il tempo tende a dimenticare.
I valori passati, da intendere non come ritorno al passato, ma come ricordo di esperienze passate, di valori autentici, sempre utili, recuperando il meglio dalle tradizioni musicali.
Essendo questo libro un Vademecum, si affrontano diverse tematiche riguardanti proprio le nostre relazioni in ambito musicale.

Il titolo è il Vademecum del Musicista di Francesco Castiglione, strutturato in tre parti: la prima rivolta al Benessere in generale dove vengono elaborate due tecniche di musicoterapia: l’ ascolto passivo, cioè il  solo ascolto della musica per il raggiungimento di stati di equilibrio attraverso l’auto-osservazione e la tecnica di musicoterapia attiva basata sulle vocalizzazioni.
La seconda parte del volume tocca una serie di argomentazioni dove la musica agisce per delle specifiche finalità o scopi: Musica e Sensualità, l’Iterazione per raggiungere stati di coscienza, l’essere Professionista, Musica per ridere, Musica da Film per citarne alcune.
La terza parte è, infine, rivolta ad allievi, musicisti, fruitori musicali e a tutte quelle persone che sono strumentisti e praticano lo studio di uno strumento musicale e/o svolgono attività concertistica con Consigli Pratici tesi ad aiutare a sviluppare le proprie tendenze musicali. Inoltre sono presenti delle riflessioni, riguardo alle possibili controindicazioni e deformazioni professionali nella pratica musicale.
Francesco Castiglione insegna da anni pianoforte e musica da camera nei Conservatori italiani ed è stato allievo di pianoforte di Lethea Cifarelli, allieva prediletta di E. Fisher, con il quale, tra l’altro, aveva suonato anche in concerto in duo pianistico.
Questo lavoro è il frutto di esperienze dirette e personali ed esprime valori reali, veri, assolutamente non effimeri.
Un libro indirizzato a tutti coloro che amano la musica ascoltandola oppure suonandola e/o componendola. Un volume per tutte le età.

Nota Dell’Editore
Quando propongo alla platea dei lettori un nuovo libro ho, da sempre, la sensazione che stia per nascere un nuovo “figlio” anche dopo circa mille volumi pubblicati in trenta anni di attività. Vi assicuro che è sempre una sensazione bellissima!
Poi se il volume pubblicato mi ha stimolato, piacevolmente, il gusto della lettura, ciò accresce la mia inquietudine, la mia ansia perchè comincio a riflettere e pensare su come il pubblico valuterà ed accoglierà l’opera. Se sarà di suo gradimento. Se riceverà critica favorevole. Se il mondo dei media lo accoglierà con fervore ed interesse.
Il “Vademecum del musicista”, di un ispirato Francesco Castiglione, è un momento di alta composizione artistica e, avendo i connotati basilari di opera a contenuto scientifico, ho inserito il volume nella prestigiosa collana “Geminga, diretta dal qualificato scrittore Coriolano Martirano. Questo per elevarne maggiormente il contenuto e la scientificità delle argomentazioni trattate.
Il Vademecum è disponibile in doppia veste: nel formato tradizionale cartaceo e nel formato digitale epub.

http://www.nuovasantelli.it/product/francesco-castiglione-vademecum-del-musicista/

Eugenio Santelli
Nuova Santelli Edizioni
http://www.nuovasantelli.it

Press Agency
DCOD Communication By GB Play

promostampa@dcodcommunication.it

“Lasci sempre un segno” nuovo singolo di Luca Mancino

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Musica

Un canto corale per i popoli del mondo, in radio il brano del cantautore molisano

Sette mesi dopo l’uscita del primo singolo che fotografa perfettamente la realtà che ci circonda, “Pronti a Vivere” non esce di scena ma resiste facendo così da ponte tra il primo album e il nuovo, in uscita prossimamente nel 2018.
Il nuovo disco, che anticipiamo si caratterizza per la sua eterogeneità in quanto ogni pezzo ha una sua identità e un suo suono ben preciso, preannuncia la sua uscita con un nuovo singolo dal titolo “Lasci sempre un segno” che già dal primo ascolto vuole cambiare le carte in tavola.
Troviamo per la prima volta elementi e sonorità nuove, viene infatti utilizzata una sezione fiati e un gruppo vocale che rendono il brano molto originale e colorano armonicamente il ritornello e la parte special.
Lasci sempre un segno è un canto corale per i popoli del mondo, voluto per parlare di temi attuali ed importanti come l’immigrazione, che va a sottolineare come ognuno di noi può lasciare un segno positivo nel mondo, come tanti l’hanno già fatto e altri lo stanno facendo adesso a loro modo e con le proprie forze.

Luca Mancino, chitarrista, cantautore e musicista, nasce a Campobasso il 12.08.1980.
Inizia all’età di quindici anni a suonare da autodidatta la chitarra e dopo poco tempo fonda la sua prima Band, i “Karma”. Nel ’99 , con una nuova formazione i “Rockera” e un progetto Indie-Rock, partecipa a Cantieri di primavera per l’arte e per i diritti scrivendo in prima persona e arrangiando i brani come chitarrista.
Dopo qualche anno collabora con la “Essential Blues Band” , gruppo affermato sul territorio molisano e non solo. Dall’unione del Blues e della dimensione acustica nasce un Trio: i “Joker Acoustic”, dove ritrova anche il ruolo di cantante.
Nel 2006 trasporta la sua forte passione per la musica anche negli studi, infatti si Laurea in “Economia Aziendale”, discutendo una Tesi sperimentale sull’Industria discografica. Subito dopo partecipa al “Corso in Organizzazione di Eventi Musicali” con uno Stage e Tirocinio all’interno dell’organizzazione di Terni in Jazz fest#6.
Grazie alle varie esperienze e il diverso background, nel 2013 auto-produce  il suo primo disco di inediti dal titolo  “Libera”, con il  “sound-engineer” Domenico Pulsinelli: (Tour, collaborazioni e produzioni: R. Vecchioni, E. Finardi, Piero Cassano, Kelly Joyce ).
Il 12 Ottobre 2014, testimonia con la sua musica, il dissenso alle biomasse nel Matese, sul palco per difendere e tutelare il proprio territorio e l’ambiente in cui si vive; esattamente un anno dopo vincerà il “NO” alle Biomasse.
Il 2015 si caratterizza per essere un anno più maturo, sempre ricco di live, ma soprattutto creativo per la sperimentazione di un nuovo sound, testi e canzoni per un nuovo progetto futuro. Infatti nell’immediato inverno si riaccendono i motori e riparte la progettazione in studio del nuovo disco di inediti affiancata sempre dalla direzione di D. Pulsinelli.
Si intitola “Pronti a Vivere” (esclusiva Loudvision – 26 maggio 2017) il primo singolo estratto dal secondo album.
Dicembre 2017, sette mesi e “Pronti a Vivere” gira ancora inesorabile nel circuito indipendente. Nel frattempo per dare visibilità al nuovo disco (oramai pronto) si sceglie la strada di anticipare la sua uscita con un nuovo singolo (Lasci sempre un segno).

https://www.facebook.com/LucaMancinoOfficialPage/

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play

promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcocommunication.it

Sfida, il nuovo singolo dei Desma

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Musica

il brano, nuovo inno della squadra di Pallanuoto An Brescia, in radio e sui principali digital stores

Presentato ufficialmente a Mompiano mercoledì 20 dicembre in occasione dell’incontro  di Champions tra An Brescia e Jug, Sfida è il nuovo singolo che i Desma hanno composto e che la squadra ha adottato come inno ufficiale.
Il progetto di crescita di una società, passa anche attraverso elementi che possano sembrare complementari ma che in realtà contribuiscono a creare ambiente intorno alla squadra”, dice il Presidente dell’An Brescia Andrea Malchiodi.
Se il respiro a volte mancherà e ti sembrerà di affogare, ricorda che ti sostiene una città che saprai  onorare” sono le parole del ritornello di Sfida.
Il brano ha lo scopo di incitare gli atleti in vista dello scontro sportivo, durante il quale, come sempre, lotteranno fino all’ultimo respiro per conquistare la vittoria .
In un’ottica più ampia, invece, ognuno di noi può interpretare il brano come una vera e propria esortazione a sfidare se stessi, con l’obiettivo di oltrepassare i propri limiti.

Desma è una  band di rock elettronico italiano , nati nella provincia di Brescia ed attivi dal 2009.
Oltre ad una intensa attività live, partecipano a vari concorsi ottenendo risultati di grande interesse, tra cui spicca la vittoria nella prima edizione del contest nazionale “Battle of the Bands” organizzato da Virgin Radio e Hard Rock Cafè, dove conquistano il parere positivo della giuria (tra cui figuravano, tra gli altri, Piero Pelù e Ghigo Renzulli dei Litfiba) e la possibilità di esibirsi come opening act per “Iggy and the Stooges”, in piazza della repubblica a Firenze, nell’ambito della manifestazione “Hard Rock Cafè Rocks The Square 2012”, davanti ad un pubblico di 10.000 persone.
In seguito a questa importante esperienza, la band si concentra sulla realizzazione del primo album, dal titolo “Identità anonime” pubblicato nel novembre 2014 che viene accolto con recensioni molto positive dalla stampa di settore.
Dopo un cambio di formazione, che porta all’ingresso di un nuovo frontman, la band si dedica alla stesura di nuovi brani, tra cui il singolo “Sangue digitale”, in rotazione radiofonica dal  14 ottobre 2016 il cui video è stato presentato  in anteprima esclusiva su Loudvision.
Sfida è il nuovo lavoro, inno ufficiale della squadra di pallanuoto An Brescia e brano che sarà inserito nel nuovo album della band, in lavorazione e di prevista pubblicazione nei primi mesi del 2018.

https://www.facebook.com/desmarock
http://www.desma.it

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcocommunication.it

Père Lachaise è il singolo dei Light Sounds

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Musica

in radio e sui principali digital  stores il brano dell’alternative rock band

Père Lachaise, è un brano e un videoclip che prende il nome dal noto cimitero monumentale di Parigi nel quale sono sepolti molti personaggi storici tra cui Oscar Wilde e Jim Morrison.
Contenuto nell’Ep Asha dove tutti i brani rappresentano un tentativo di legare elementi tradizionali della musica italiana con sonorità tipiche del Brit-Pop e del Rock britannico. Fonde inoltre lingue e culture diverse e le canzoni si alternano in italiano, in inglese e francese.

I Light Sounds (Giuseppe D’Angelo, Giovanni Pulente e Mario Terracciano) sono una band nata nel 2008 in grado di spaziare tra generi musicali differenti, partendo dal cantautorato classico italiano per arrivare al rock internazionale. Nel 2010 partecipano al contest “Quando canterai la tua canzone… sul palco del Liga”. L’anno successivo il loro brano “Future” entra nella top list delle 50 hit emergenti di RadioFree.it e nel 2016 vincono il ‘’Disco Mia Martini’’ col brano ‘’Vivo e Muoio’’.
Il loro primo lavoro discografico risale al 2013 quando esordiscono con l’EP Asha, pubblicato da Nuova Santelli Music. Nello stesso anno il videoclip di Future viene premiato con un certificato da parte del Plural + Youth Video Festival di New York. Lo stesso, successivamente, arriva ad essere presentato alla Città della Scienza di Napoli durante il convegno organizzato dall’Italian Insitute for the Future.
Formazione in continua evoluzione professionale, i Light Sounds rappresentano una miscela di entusiasmo, musicalità e preparazione artistica capace di affascinare e coinvolgere tantissimi giovani, e non solo, ad ogni loro concerto o esibizione.
Si esibiscono in ,eventi, live show, concorsi e nell’ambito di iniziative scolastiche sul territorio.

Formazione: Giuseppe D’Angelo Voce e chitarra,
Giovanni Pulente – Piano & Synth,
Mario Terracciano – Batteria.

https://www.facebook.com/lightsoundsband/ 

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play

promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcocommunication.it

MaveRik, Per non essere da meno

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Musica

in radio il singolo apripista dell’Ep Petali

“Per non essere da meno”, atmosfere acustiche e melodie dolci, vanno pian piano a fondersi con un sound sempre più marcato e corposo, arricchito da un tappeto sonoro ricco e mai banale che avvolge l’ascoltatore fin dalle prime note…buon viaggio!
Estratto dall’Ep “Petali” che nasce come naturale prosecuzione del progetto MaveRik cominciato nel 2014. E’una prima raccolta di inediti che descrive il suo modo di scrivere nelle sue varie sfaccettature.
Non è casuale  la scelta del nome, l’EP nel complesso ha un suo stile omogeneo, ma se si guarda o meglio se si ascolta più da vicino si possono notare ed apprezzare varie sonorità ed atmosfere che vibrano forti nei 5 Petali di questo primo fiore musicale…
Il progetto MaveRik prende vita  nel 2014 da una chitarra e qualche idea. Dopo una  lunga militanza in gruppi rock e due album autoprodotti alle spalle, decide  di mettersi alla prova come solista;“con diverso materiale pronto ma nulla di “registrato” mi sono detto: perché no…”
Scrive canzoni da sempre e questa volta i brani nascono principalmente in forma acustica. Nel settembre del 2014 esce il primo singolo dal titolo “Senza più alibi”, disponibile su Youtube e sulle principali piattaforme online (iTunes, Amazon, Spotify, etc.).
Il 2015 vede la pubblicazione (sempre tramite social) di altri  due brani acustici: “Io non so e “Aspetta immobile.
Nell’ottobre 2016 esce il singolo “La parte migliore” (già presentato in acustico al “Tica Tica” di Perugia) interamente autoprodotto e registrato “Al Fondino” di Gubbio, masterizzato allo studio “Maestà” di Giovanni Versari e accompagnato dal videoclip realizzato da Francesco Biccheri.
Visto l’ottimo riscontro del pezzo prosegue a scrivere e registrare, ed ecco che  nel dicembre 2017 vede la luce l’ EP “Petali”, contenente 5 brani (4 inediti più “La parte migliore”), prodotto e registrato con gli stessi musicisti, fonici e registi de “La parte migliore” e   presentato dal vivo al festival Rock for Life di Ponticelli (PG). Il singolo/video apripista è “Per non essere da meno”.

 https://www.facebook.com/MaveRik-322494451240990/?fref=ts

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it 

Vorrei è il singolo di Eleonora Cicco

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Musica

 fresco e spumeggiante il brano in promozione radiofonica e sui principali digital stores della giovanissima cantante

In Radio e sulle principali piattaforme digitali il primo singolo di Eleonora, “Vorrei” che nasce da una collaborazione con Fabio Serri, già producer dei primi successi di Lodovica Comello. Un brano firmato dallo stesso Fabio, Tony Cicco ed Eleonora e per il testo da Gianni Mauro che descrive le prime sensazioni di un grande amore. Un brano fresco e affascinante che si veste di colori dove Eleonora  dimostra tutta la sua preparazione vocale ed artistica. L’approccio discografico ed il test radiofonico sono un passaggio obbligato per valutare ed impostare i futuri sviluppi professionali.
Eleonora sta lavorando alla realizzazione del suo primo album di cui farà parte anche il singolo Vorrei che lo anticipa .

Eleonora Cicco è nata a Roma il 18 Ottobre 1998, ha 19 anni ed è appassionata delle arti dello spettacolo e delle lingue da sempre, d’altra parte è inevitabile la sua passione per la prima, essendo figlia del batterista e voce leader del famoso gruppo musicale Formula 3, Tony Cicco e dell’attrice Carla Salerno. Pian piano sta spopolando sulla piattaforma Youtube, superando le cinquemila iscrizioni ed oltre un milione di visualizzazioni sul suo canale. Fin da piccola si è appassionata ed ha cominciato anche lei a cantare, ad imparare a suonare ed esibirsi.
Su Youtube spazia dalla musica ai video con personaggi famosi, realizzando cover di canzoni e la sua rubrica dedicata agli incontri con i vip della musica e del cinema è per lei fonte di ispirazione ed un modo per scoprire i segreti del backstage, spesso in collaborazione col fratello Manuel. Una delle cover che ha messo tutti d’accordo sul suo canale è senz’altro “Desde Cuando”, brano del cantante spagnolo Alejandro Sanz. Il suo sogno è poter conciliare musica, recitazione e sperimentare sempre nuove forme di spettacolo in un progetto di grande successo.

https://www.facebook.com/EleonoraCiccoPage
https://www.youtube.com/user/divinaele
https://www.instagram.com/eleonoracicco/
https://twitter.com/EleonoraCicco

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play

promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcocommunication.it

Pago Io, Tommaso Venturelli

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Musica

Dopo il successo di Margherita Tommaso Venturelli torna in radio con il suo secondo singolo che vede  la partecipazione del rapper torinese Lortex 

“Pago Io” è il secondo singolo che anticipa l’uscita dell’EP di debutto di Tommaso Venturelli. E’ un brano pop immediato e di facile ascolto, che ci trascina inevitabilmente dalle parti di Jovanotti e delle sue ballad più scanzonate. Il brano vede la partecipazione di Lortex, giovane promessa del rap torinese.

Tommaso Venturelli nasce a Forlì nel 1997. Da giovanissimo si avvicina al mondo della musica imparando a suonare la chitarra, alla quale affianca lo studio della voce. Tommaso è un osservatore e riporta nella sua scrittura musicale le esperienze che vive tutti i giorni: i suoi testi sono sinceri, diretti e raccontano le sue esperienze di vita. Nel 2014 Tommaso crea la sua prima band, i JAM, con i quali comincia un percorso musicale che lo porta a suonare neI principali palchi della sua regione. Con i JAM registra un brano prodotto da Luca “Tornado” Testori (Skiantos). Nel 2017 Tommaso inizia una collaborazione con il Deposito Zero Studios di Forlì e il suo team di produttori, con i quali lavora al suo primo EP. In giugno 2017 esce il primo singolo di Tommaso, intitolato Margherita. A novembre 2017 Tommaso si conferma con il secondo singolo “Pago Io”.

https://www.facebook.com/tommasoventurellimusic/

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it 

Daniele Barsotti Chiara

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Musica

In radio il singolo del  cantante lucchese  

In promozione radiofonica il singolo Chiara con cui Daniele Barsotti esprime tutta la sua voglia di cantare e di trasmettere emozioni. Un brano che scorre, arriva e crea emozioni, pronto per il pubblico radiofonico italiano alla ricerca di fresche novità.

Il brano è stato presentato in anteprima nel prestigioso salotto del caffè Versilia,di Pietrasanta (Lu), dove tra l’altro Daniele e stato l’unico cantautore ad esibirsi in 37 anni di gestione, in occasione di un incontro sul tema di come impostare un percorso professionale nel campo della musica, indipendentemente o parallelamente a talent e social . Sul palco il produttore Giovanni Balduini, il discografico e talent scout David Marchetti che ha lanciato tra le altre Anna Tatangelo, Leopoldo Lombardi , tra i principali esperti in Italia e nel mondo di diritti d’autore e Maurizio Bolognesi di Radio Bruno.

Quella di Daniele Barsotti per il canto è una passione iniziata a sei anni e trasformata poi crescendo anche in amore per la musica, con l’obiettivo di raggiungere l’anima del suo pubblico in una continua ed attente ricerca vocale, portata avanti grazie all’incontro con numerosi professionisti del settore. La finale di AreaSanremo, la semifinale di Castrocaro a Napoli, le tappe di X Factor sono solo alcune delle esperienze del giovane Daniele Barsotti. La svolta arriva però nel 2016 grazie a Giovanni Balduini, produttore del disco “Dimenticherò”. La comune passione per la musica si trasforma da parte di Balduini in una vera e propria scommessa su Barsotti e sulle sue potenzialità. I primi risultati di questi mesi danno ragione a Balduini: ultimo dell’anno a Milano con Giovanna, numerose apparizioni su TV2000, ospite d’onore del Carnevale di Viareggio, live in tutta Italia.

Ora, si continua con “Chiara”, una produzione Ghiro Records di David Marchetti e Leopoldo Lombardi, per una nuovo ed affascinante percorso alla ricerca di consensi, e nuove esperienze.

http://www.danielebarsotti.it
https://www.facebook.com/DanieleBarsottiOfficial/
https://itunes.apple.com/it/album/chiara-single/id1279229442

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

Eleuteria “Brucerei il mare”

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Musica

(Cramps Music S.r.l.- ThisPlay Music)

Il ritorno alle origini della cantautrice bresciana, in radio il singolo che anticipa l’uscita dell’omonimo album 

In promozione radiofonica dal 29 settembre, Brucerei il mare, il singolo della cantautrice, violoncellista e polistrumentista Eleuteria Arena. Il brano anticipa l’uscita dell’album omonimo, interamente scritto ed arrangiato da Eleuteria, prevista per venerdì 27 ottobre.
Brucerei il mare è l’apripista di un album costruito da tanti tasselli, mondi a sé stanti appartenenti però al medesimo mosaico di otto canzoni più due Interludi ed un Postludio, nelle quali il pop d’autore sposa l’eleganza della musica classica.
Il singolo è un brano intenso e diretto nel quale la sovrapposizione di violoncelli, filtrati da effetti che richiamano atmosfere introspettive e nordiche, accompagna la voce espressiva della cantautrice, che canta l’esplosiva irrazionalità dei sentimenti.
«Mentre componevo questa canzone e canticchiavo sul ritornello – racconta Eleuteria – sentivo il bisogno di immaginare qualcosa di emotivamente forte… Pensare di bruciare il mare era un gesto così carico di dolore e follia allo stesso tempo, che subito mi ha dato una grande soddisfazione cantarlo!»

L’album è costituito da un insieme di canzoni acustiche, intime ed affascinanti, suonate quasi esclusivamente con il violoncello. L’artista spinge al limite le “prospettive” del proprio strumento usandolo in modo non convenzionale e trasformandone il suono con l’apporto di selezionati e particolari effetti. Tocchi di colore sono stati aggiunti con il pianoforte, violino, chitarre elettriche distorte, sonorità noise e ambientazioni elettroniche.
Con questo progetto Eleuteria ritorna alle origini riscoprendo se stessa attraverso l’esplorazione delle potenzialità del violoncello, lo strumento da lei più amato. La raffinata ricerca artistica portata avanti dalla cantautrice fa acquistare al suono dello strumento una tavolozza di nuove sfumature e suggestioni timbriche.

Eleuteria Arena, diplomata in violoncello al Conservatorio di Verona e perfezionatasi al Royal Welsh College of Music and  Drama di Cardiff, ha trovato il binomio perfetto nell’unione tra questo strumento ad arco e la sua voce.
Il talento dell’artista le ha permesso di ottenere i consensi di critica e pubblico al Festival della canzone d’autore Musicultura 2016 e di vincere, con il singolo “A metà”, il premio della critica al concorso “CapiTalent” indetto da Radio Capital e consegnatole al museo MAXXI di Roma dal cantautore Max Gazzè, giudice della competizione.
Nel marzo del 2017 Eleuteria ha avuto l’onore di esibirsi con il supergruppo O.R.k. (formato da musicisti appartenenti a King Crimson, Porcupine Tree, Marta sui Tubi e Obake), in veste di violoncellista e cantante nel corso del tour dell’album “Soul of an Octopus”.
La cantautrice è influenzata da artisti quali Tori Amos, Kate Bush, Bjork, Jeff Buckley, ma anche dal pianista contemporaneo Tigran Hamasyan e da gruppi progressive come i King Crimson e molti altri.
Eleuteria è un nome di origine greca che significa “libertà”, sostantivo che esprime l’essenza di un‘artista come Eleuteria Arena che trova nella musica il modo di esprimere ciò che prova con la straordinaria capacità di uscire dalla gabbia del quotidiano e del già sentito.

Il progetto è stato realizzato con il supporto del MiBACT e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”

https://it-it.facebook.com./artist.eleuteria/
https://www.youtube.com/user/EleuteriaEle
https://eleuteria.bandcamp.com/

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it
Tel. 347 64 68 861

Ufficio Stampa
Elena Lucerna – ThisPlay Music
ufficiostampa@protocollozero.com
Tel. 0444 297373