Archivio Autore

CERVIA: FAR CONOSCERE I DIRITTI UMANI

Scritto da Valentina Monti il . Pubblicato in Religione

Si continua a parlare di violazioni dei diritti umani; e il dibattito rimane aperto. A parte chi intende strumentalizzare questo tema, rimane pur sempre vero che in certe situazioni, sembra che tutelare i diritti di qualcuno porti alla violazione dei diritti di qualcun altro, e da qui sorgono continue confusioni e conflitti anche in società civili come la nostra.

La soluzione è la conoscenza e l’applicazione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani; la Carta redatta dalle Nazioni Unite nel 1948 a seguito del conflitto drammatico e letale della seconda Guerra Mondiale.

Le persone che si preoccupano degli altri e che lavorano per creare diritti umani per tutti hanno fatto grandi progressi nel persuadere i governi ad adottare i diritti umani in tutto il mondo.

Ci sono molti modi in cui puoi aiutare a far si che i diritti umani elencati nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani siano conosciuti ed usati. Uno può essere quello di scrivere al proprio rappresentante eletto e chiedere che promuova regole e leggi che assicurino che le persone vengano trattate allo stesso modo. In fondo in una nazione democratica, ogni persona ha il diritto di sostenere ciò che può portare ad una maggiore libertà e benessere per tutti.

La cosa più importante, dato che tutto il resto dipende da ciò, è la nostra responsabilità di rendere le altre persone consapevoli dei diritti umani e di assicurarsi che siano usati in ogni comunità.

Fare in modo che i diritti umani siano una realtà è soltanto un illusione? No. Ogni passo avanti dell’umanità è stato conseguito grazie all’avvedutezza e al coraggio di uomini e donne che lavorano verso un obbiettivo specifico.

Proprio con questo messaggio, sabato prossimo i volontari dell’ associazione “ La via della felicità Cervia – Amici di L. Ron Hubbard” saranno presenti in Viale Roma, nel cuore di Cervia, con opuscoli dal titolo La storia dei diritti umani.

I diritti umani non sono una scelta. Sono essenziali per la nostra sopravvivenza!

La dichiarazione è anche disponibile al sito: https://www.unitiperidirittiumani.it/

Informare i giovani per sfatare il “mito” della droga con il messaggio “Dicevano… Mentivano”

Scritto da Valentina Monti il . Pubblicato in Religione

E’ ormai storia di tutti i giorni, e tutti i media ne parlano: lo spaccio raggiunge i giovani, che a loro volta diventano le pedine nelle mani degli spacciatori, e di organizzazioni criminali che senza scrupolo s’arricchiscono sulla “pelle” e sulla vita delle nuove generazioni.

Una soluzione, che si è dimostrata efficace con migliaia di giovani in tutto il mondo, è di fornire loro le corrette informazioni sulle principali droghe in uso, con testimonianze e semplici dati scientifici con gli strumenti multimediali della campagna La verità sulla droga.

Episodi come questi ormai sono abbastanza comuni ovunque; le scuole stanno diventando dei supermercati; delle succursali dello spaccio da parte dei criminali che sfruttano i giovani per fare il “lavoro” sporco e arricchirsi vendendo morte.

E’ evidente il grosso impegno delle forze dell’ordine che si stanno adoperando per arginare il problema di questo “business multimilionario” dello spaccio che impazza tra i giovani.

Il vero problema è che i ragazzi “ragionano” sulla base di “messaggi di marketing” ideati e trasmessi con il passa parola; uno degli strumenti più efficaci nella vendita di prodotti. Sono messaggi semplici e convincenti, come: “con un tiro non ti succede nulla, o diventi più “figo”, ecc….

I guai cominciano dopo. Quando uno subisce le conseguenze di queste sostanze allucinogene, tossiche e velenose. E anche quando “non” succede qualcosa a lui personalmente, molto spesso le fa succedere a chi gli sta vicino, ai suoi amici ai quali spaccia la dose che gli permetterà di ottenere il denaro per farsene una, o magari uccidendo qualcuno guidando sotto effetto di droga e alcol.

L’efficacia degli opuscoli della serie La Verità sulla Droga ha portato alla realizzazione degli annunci di pubblica utilità “Dicevano… Mentivano”. Tramite questi messaggi di grande impatto sugli effetti distruttivi delle droghe più diffuse, i 16 annunci di pubblica utilità si rivolgono direttamente ai giovani con un linguaggio attuale ed efficace.

Questi video si basano su situazioni di vita reale e espongono i miti più comuni sulle droghe. Questa combinazione si è dimostrata un modo efficace per convincere gli studenti ad apprendere la verità sulle droghe e, cosa più importante, fornisce loro le informazioni di cui hanno bisogno per prendere una decisione informata per rimanere senza droga.

Bellaria: scopri quello che gli spacciatori di marijuana non vorrebbero mai che tu sapessi. Scopri la verità.

Scritto da Valentina Monti il . Pubblicato in Religione

Anche in Romagna i quotidiani continuano a parlare del fenomeno droga. Nel comune di Ravenna nei giorni scorsi c’è stato un grave caso di arresto per spaccio e detenzione di droga. Ma il dramma è che lo scenario è una scuola, dove ci sono anche dei minorenni. E, dove le informazioni che magari fanno presa tra di loro, provengono da chi ha tutto l’interesse a venderla.

Ma che si tratti anche “solo” di marijuana, a prescindere, si tratta di un allucinogeno, cioè di una sostanza che altera il modo in cui la mente percepisce il mondo circostante. Cosa che per uno studente è certamente poco indicato, per usare un eufemismo.

Ma lo scopo non è quello di fare moralismo ma di fornire la verità. La campagna anti-droga di Mondo libero dalla droga è tesa a fornire le corrette informazioni con un linguaggio adatto ai ragazzi.

Per questo, l’impegno dei volontari dell’associazione ”La via della felicità – Amici di L. Ron Hubbard” anche questa settimana sarà quello di mettere nelle mani di molti giovani opuscoli dal titolo “La verità sulla marijuana”. L’iniziativa si svolgerà a Bellaria in occasione della festa di S. Apollonia.

Il messaggio sarà forte e chiaro: scopri quello che gli spacciatori di marijuana non vorrebbero mai che tu sapessi. Scopri la verità.

Per maggiori informazioni o per fare il corso online visita il sito: www.drugfreeworld.org

Raccolta di siringhe al parco Serravalle a Cesena

Scritto da Valentina Monti il . Pubblicato in Religione

Martedì 5 febbraio, i volontari dell’ l’associazione ”La via della felicità Cervia – Amici di L. Ron Hubbard” faranno o una raccolta di siringhe al parco Serravalle di Cesena.

Consideriamo che principalmente per il classico buco si usi l’eroina, anche se oggi c’è chi usa cocaina e droghe sintetiche.

La maggior parte dell’eroina viene iniettata, creando, per chi ne fa uso, maggiori rischi di contagiati dall’AIDS o da altre infezioni che vanno a sommarsi alla sofferenza della dipendenza.

L’eroina da strada è a volte “tagliata” con stricnina o altri veleni. I vari additivi non sono completamente solubili, e quando vengono iniettati nel corpo, possono ostruire i vasi sanguigni che portano ai polmoni, ai reni o al cervello. Questo fatto di per sé può portare all’infezione o alla distruzione di organi vitali.

Il consumatore che compra l’eroina per strada, non è mai a conoscenza della reale potenza della droga acquistata. Così, i consumatori sono costantemente a rischio di overdose. La prima volta che viene assunta, la droga crea una sensazione di “sballo”. Una persona può sentirsi estroversa, capace di comunicare facilmente con gli altri e potrebbe sperimentare una sensazione di aumento delle sue prestazioni sessuali, ma non a lungo.

L’eroina dà molta dipendenza ed ha un’astinenza molto dolorosa. La droga distrugge in breve tempo il sistema immunitario, e infine porta una persona ad avere una salute cagionevole, ad essere estremamente magra e dall’aspetto scheletrico e, per ultima, porta alla morte.

Il tipo di vita dell’eroinomane, che condivide spesso la siringa con altri tossicodipendenti, porta all’AIDS e ad altre infezioni contagiose. Si stima che dei 35.000 nuovi casi di infezioni da epatite C (malattia del fegato) che si verificano ogni anno negli Stati Uniti, oltre il 70% è causato da tossicodipendenti che fanno uso di siringhe.

Protezione Civile e Competenza

Scritto da Valentina Monti il . Pubblicato in Religione

Bondeno, presso la sede della Protezione Civile, alcuni preparativi di miglioramento per gli addetti ai Lavori.

Nella moderna sede della Protezione Civile dell’Alto Ferrarese si è tenuta, la scorsa domenica un approfondimento sulle norme igieniche in caso di emergenza ed esercizi teorico pratici sulle varie tecniche di nodi.

Presenti membri della protezione civile Radio Club Contea Nord di Bondeno, della Procivicos (Protezione Civile della Comunità di Scientology) di Modena e Padova. 

Una giornata all’insegna di approfondimenti, consigli, prove pratiche, correzioni su correzioni, fino al punto in cui si riesce a fare bene ciò che si deve fare, con soddisfazione e accuratezza. Ore passate tra professionisti ed amici. 

In tempi di tranquillità, ovvero i fiumi sono abbastanza tranquilli e così anche il terreno, i membri della protezione civile incrementano le proprie competenze affinando specifiche abilità in modo da essere sempre pronti ad una qualsiasi eventualità.

Al ritorno nelle proprie città i gruppi hanno condiviso l’esperienza con i colleghi ed alcuni anche con alcuni membri dei VM, i famosi Ministri Volontari dalla maglietta Gialla, che seguono il programma fondato da L. Ron Hubbard nei primi anni ’70, molto conosciuti per la loro competenza e velocità di intervento in tutti e 5 i continenti in casi di calamità.

Bene un gruppo è presente anche a Padova con la dinamicità e la disponibilità della Protezione Civile, così come gruppi di volontariato competenti, che contraddistinguono la sicurezza dei cittadini della zona.

Per informazioni  348.3332499

Una corsa contro il tempo per l’epidemia della droga in Romagna

Scritto da Valentina Monti il . Pubblicato in Religione

I ragazzi di oggi comprano droga su internet. E’ accaduto pochi giorni fa in Romagna, dove un ragazzino è stato arrestato perché aveva della droga da smerciare ai coetanei.

Questo ragazzo aveva creato una chat di gruppo per raccogliere adesioni per poter vendere ai sui “clienti” le dosi.

I ragazzi che fanno uso di droghe sono sempre più giovani, addirittura gli spacciatori si trovano difronte alle scuole elementari. Ma non si parla solo di droghe, c’è anche l’alcol, che questi ragazzi abusano per divertirsi specialmente per lo sballo del fine settimana.

I ragazzi di oggi hanno tutto, non sanno in che altro modo divertirsi; allora provano vari tipi di droga per poter creare nuove sensazioni”, dice Loredana Boschetti responsabile dei volontari “La via della felicità Cervia – Amici di L. Ron Hubbard”, che questo fine settimana saranno in centro a Ravenna per informare i ragazzi del danno che creano queste sostanze. Lo faranno con gli opuscoli dal titolo La verità sulla droga e sensibilizzandoli sulla possibilità di informarsi anche direttamente al sito www.drugfreeworld.org.

Alla pagina online possono trovare testimonianze, video, opuscoli, corsi gratuiti accessibili direttamente dal proprio Smartphone, tablet o computer; ogni tipo di materiale utile per scoprire le verità fondamentali in merito alle sostanze di cui maggiormente abusano con estrema leggerezza. Informiamoli velocemente, prima che lo facciano gli spacciatori!

Dicevano … con la cocaina ti divertirai tutta la notte. Scopri la verità sulla cocaina! Una polvere bianca letale

Scritto da Valentina Monti il . Pubblicato in Religione

Porto Recanati: i volontari di Scientology questo fine settimana sono in azione per informare i giovani sulla verità in merito alla cocaina.

L’Italia è il quarto paese dell’Unione Europea per uso di cocaina: è uno dei dati che emergono nella Relazione europea sulla droga 2018 dell’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (EMCDDA), pubblicata il 7 giugno. I dati raccolti si riferiscono al 2016 o comunque all’ultimo anno per cui sono disponibili.

La parola cocaina si riferisce alla droga sotto forma di polvere (cocaina) o di cristalli (crack). La polvere è generalmente miscelata con sostanze come amido di mais, talco e/o zuccheri o altri farmaci come procaina (un anestetico locale) o anfetamine. Estratta dalle foglie di coca, la cocaina veniva originariamente prodotta come antidolorifico. Il più delle volte viene sniffata, facendo penetrare la polvere nel flusso sanguigno attraverso i tessuti nasali. Può anche essere ingerita o sfregata sulle gengive.
Per assorbirla più velocemente i tossicomani se la iniettano, il che aumenta sostanzialmente il rischio di overdose. L’assorbimento si velocizza anche inalandola come fumo o vapori, senza i rischi dell’iniezione.
I nomi gergali comuni includono Coca, Neve, Bianca, Bamba, Biancaneve, Bernice, Sniff, Charlie, Svelta, Nose candy, Paradise, Toot e Polvere Bianca.

La Cocaina è una delle droghe più pericolose che l’uomo conosca. Una volta che si incomincia ad assumere droga, si è rivelato quasi impossibile liberarsi dalla sua presa, sia fisicamente che mentalmente. Fisicamente stimola i recettori chiave (terminazioni nervose che cambiano quell’organo sensitivo del corpo) all’interno del cervello che, a loro volta, creano un’ euforia a cui le persone che ne fanno uso sviluppano rapidamente una tolleranza. Solo dosaggi più elevati e di uso più frequente possono determinare lo stesso effetto.
Oggi, la cocaina è un affare di miliardi di dollari in tutto il mondo. Coloro che ne fanno uso sono persone di ogni età, professione e livello economico, perfino scolari di otto anni.
Il consumo di cocaina può portare alla morte per collasso delle vie respiratorie, ictus, emorragia cerebrale (perdita di sangue nel cervello) o infarto. I figli delle madri che sono dipendenti dalla cocaina vengono al mondo già tossicodipendenti. Molti soffrono di difetti dalla nascita e di molti altri problemi.
Nonostante i suoi pericoli, il consumo di cocaina continua ad aumentare, probabilmente perché chi ne fa uso trova difficile sfuggire ai primi passi lungo quell’interminabile strada buia che porta alla dipendenza.
Scopri perché la cocaina crea una delle dipendenze psicologiche peggiori fra le droghe da strada. Scopri la verità.
Richiedi la tua copia omaggio dell’opuscolo, La Verità sulla Cocaina.
http://diconoalladroga.it/
Video https://youtu.be/QJJtJeji6MQ

Corso gratuito online per conoscere i diritti umani

Scritto da Valentina Monti il . Pubblicato in Comunicati Stampa

Conosci i tuoi diritti umani? Il fatto è che la maggior parte delle persone non è in grado di dire più di una manciata dei 30 diritti umani che tutti noi condividiamo. Nondimeno, questi stessi diritti umani garantiscono la nostra sicurezza e la nostra stessa vita.
Questo corso interattivo offre un’introduzione ai diritti umani e illustra il loro sviluppo attraverso la storia fino ai giorni nostri. Ti fa conoscere il documento più importante al mondo sui diritti umani e comprende ogni articolo della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.
Personaggi come Mahatma Gandhi, Eleonor Roosewelt, Cèsar Chàves, Nelson Mandela, Martin Luther King Jr., il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard, … solo per menzionarne alcuni, son stati  dei grandi sostenitori dei  Diritti Umani, ma ancora oggi, viste le terribili situazioni e i disagi sociali dovuti alla violazione di tali diritti, possiamo dire che serve una maggior conoscenza sul tema della Dichiarazione Universale dei diritti umani.
I 30 articoli non sono ancora familiari alle persone, ma sono risapute le violazioni e violenze, che ogni giorno avvengono nella nostra società, dalla violenza sulle donne, bambini per arrivare al traffico di esseri umani e repressioni di ogni genere.
Inizia subito, perché quando conosci i tuoi diritti umani, non ti potranno mai essere portati via.
Conoscere i diritti umani è una necessità di tutti noi: metterli in pratica è dovere al fine di vivere in armonia in una società migliore.
Il corso è disponibile al  sito: www.unitiperidirittiumani.it/course/  per dare la possibilità a tutti di conoscere e informarsi on line comodamente da casa.

Diritti Umani: i volontari di Scientology fanno informazione a Corinaldo

Scritto da Valentina Monti il . Pubblicato in Religione

Attivi costantemente per far conoscere i diritti umani, in questi giorni, i volontari della Chiesa di Scientology delle Marche sono a Corinaldo con la distribuzione di opuscoli dal titolo Che cosa sono i Diritti Umani?
I media in questi giorni non fanno altro che parlare di violazioni di diritti umani, e il dibattito verte sui comportamenti giusti o sbagliati relativi ai diritti e ai doveri. Si parla di vita e di morte, e di tutte le sfumature di violazioni e crimini che vengono perpetrate su donne, uomini e bambini che vivono tali violazioni.
I volontari vogliono fare informazione su questi diritti tratti dalla Dichiarazione Universale creata nel lontano 1948 dalle Nazioni Unite.
La dichiarazione Universale è da far conoscere ed attuare a tutti i popoli e tutte le nazioni, al fine che ogni individuo ed ogni organo sociale, avendo costantemente presente questa Dichiarazione, si sforzi di promuovere leggi basate su di essa, e insistano sull’insegnamento, l’educazione, e il rispetto di questi Diritti e di queste libertà e di garantirne, mediante misure progressive di carattere nazionale e internazionale, l’universale ed effettivo riconoscimento e rispetto tanto fra i popoli degli stessi stati associati quanto fra quelli dei territori sottoposti alla loro giurisdizione.
Come cita il filosofo umanitario L. Ron Hubbard “I diritti umani devono essere resi una realtà, non un sogno idealistico”.
Qualcosa da usare  nella vita di tutti i giorni, con i vicini di casa, colleghi di lavoro ma anche in famiglia.
Consulta il  sito www.youthforhumanrights.org si trovano tutte le informazioni riguardo al  documento sancito dall’ONU dal 1948.

Giorno della Memoria: giornata a porte aperte sul tema “Psichiatria, eugenetica e Shoah”

Scritto da Valentina Monti il . Pubblicato in Religione

Il 25 gennaio prossimo, viene commemorata a Padova, presso Villa Francesconi Lanza, nella sala della Comunità, la giornata della Memoria ad opera del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus. Un momento speciale per ricordare e riprendere in considerazione i grossi errori del passato, che per il bene di tutti, è giusto ricordare.

Spesso su certi argomenti il nostro parlare è assai distaccato dal sentimento intenso di chi ne è sopravvissuto. Le interpretazioni che si possono dare a certi fatti, sono spesso, assai lontane dalla realtà. Ma con il passare degli anni gli equilibri si ridistribuiscono e le attenzioni del presente ci distolgono da quel passato, per certi, non così lontano come per altri… . Anche se non si nota che con l’evoluzione della tecnologia e delle “conoscenze” siamo capaci di rifare in forma più subdola cose simili.

Una nota evidente che emerge dalle storie dell’olocausto, è l’incredibile crudeltà e la mancanza di rispetto dell’essere umano, indipendentemente dal suo credo, cultura o etnia….

La parola RISPETTO è la parola chiave. Ma ancora oggi è molto difficile da ottenere ed attuare. Se prendiamo ad esempio gli stessi bambini che in questi giorni, con tanta facilità vengono portati via dai genitori per un “verdetto” troppo spesso asserito con frettolosa “Moderna Professionalità”, senza considerare il rispetto dovuto a quel bambino o famiglia, che per ragioni difficilmente comprensibili a volte subiscono trattamenti pesantemente inumani.

“Persino il sommo comandamento di Cristo “Ama il tuo prossimo” sembra aver meno forza oggigiorno in un mondo di tasse sul reddito, inflazione ed eccidi di popolazioni civili nel nome della pace.” Scrisse L. Ron Hubbard, il fondatore di Scientology

In occasione della giornata della Memoria verrà tenuto un’Open House dove sarà possibile avere accesso a numerosi punti di interesse, a difesa di quei ricordi che riecheggiano e verranno ricordati anche con riferimenti attuali.

L’appuntamento è per venerdì 25 gennaio dalle 10.00 alle 21.00 con la mostra multimediale “Psichiatria, eugenetica e Shoah”, alle ore 19.30 incontro con alcuni ospiti a testimonianza degli orrori psichiatrici di allora e di oggi.

Villa Francesconi Lanza, Chiesa di Scientology via Pontevigodarzere, 10 Padova.

Per informazioni 049.8756317 o 348 3332499.