ALLA “MILANO ART GALLERY” GRANDI ENCOMI PER LA MOSTRA DI TONI ZARPELLON

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Comunicati Stampa

L’esposizione organizzata dal manager Salvo Nugnes si terrà dal 12 al 27 Aprile 2013

Alla “Milano Art Gallery Spazio Culturale” in via Alessi 11, a Milano ha ottenuto grandi encomi la mostra “I colori della realtà” del maestro Toni Zarpellon, inaugurata Venerdì 12 Aprile, con l’organizzazione del manager Salvo Nugnes, Direttore di Promoter Arte, che durerà fino al 27 Aprile 2013, con ingresso libero al pubblico.

Durante il vernissage, il noto personaggio televisivo, nonché famoso paroliere e musicologo Paolo Limiti, ha tenuto la conferenza “Parole in musica” in stile autobiografico per raccontare e raccontarsi nel suo percorso privato e professionale, scandito da tanti successi e prestigiosi riconoscimenti, coinvolgendo una sala gremita ed entusiasta in un vivace dibattito. Oltre a Limiti, l’evento ha visto la partecipazione straordinaria di Andrea Pinketts. I due grandi ospiti, dopo aver ammirato le opere esposte, hanno espresso un giudizio positivo sulla produzione artistica del Maestro.

L’evoluzione creativa di Zarpellon si può sintetizzare nel simbolico assioma “fare arte e vivere” poiché l’artista dedica intere giornate per ottenere quelle soluzioni, talvolta scontate in apparenza, ma che in realtà sono così sofferte e tormentate da raggiungere che soltanto una ricerca di costante sperimentazione può produrle. Le sue opere individuano un linguaggio essenziale, in una sorta di nuova ontologia. Le tele racchiudono toni e sfumature cromatiche calde e fredde, luminose e smorzate, identiche a quelle colte dall’occhio umano.

Sul concetto e sull’evoluzione dell’arte dichiara “Concepisco l’arte e il mio percorso artistico come un cammino di rinascita, con la scoperta di una centralità spirituale e fisica, per ridare il senso alla realtà circostante. Il senso di vuoto e la mancanza di consapevolezza della realtà sono legati alla struttura e allo spazio mentale, nei quali deve essere ristabilito un equilibrio di armoniosa rinascita, seppur con tutte le inquietudini e i disagi interiori presenti. L’arte deve evolversi verso nuovi mondi. Deve avvenire una rivolta di ribellione e rifiuto contro l’omologazione e l’appiattimento standardizzato dell’arte, in ogni sua forma ed espressione, per generare un nuovo rapporto dialettico con il mondo“.

Tags: , , , , , ,