Al Meeting di Rimini 2019, incontro per lo Sviluppo Rurale

Scritto da Fausto Faggioli il . Pubblicato in Agricoltura, Turismo

Al MEETING di RIMINI 2019, venerdì 23 agosto ore 11:30, si terrà l’incontro “Agricoltura e Turismo: binomio vincente per le aree interne” nello Stand Istituzionale della Regione Emilia-Romagna. Si parlerà della nuova filiera agricoltura-turismo-cultura-ambiente che, in Val Bidente, trova terreno fertile per plasmare in chiave eco-sostenibile, l’offerta territoriale delle  “destinazioni rurali” bidentine.

“Oggi – sottolinea Fausto Faggioli, promotore dell’incontro e presidente E.A.R.T.H. Academy, Rete europea per la cooperazione e lo scambio delle buone prassi –  la Ruralità rappresenta un prodotto con molte opportunità di crescita che gli derivano dalla sua capacità di rispondere e premiare le aree meno massificate e più attente ai valori della natura, cultura, enogastronomia, etica e sostenibilità.”

Non è il singolo elemento di richiamo quindi che connota una “destinazione rurale”, ma è l’equilibrio che si crea tra gli elementi fisici ed immateriali, a far nascere una particolare atmosfera. Quell’atmosfera che fa assumere alla “destinazione” connotati molto estesi e arriva a comprendere tutto quello che esiste sul quel territorio, grazie alle persone che ci vivono.

“Sempre più i viaggiatori necessitano di un coinvolgimento emotivo, – rileva Claudio Milandri, sindaco di Civitella di Romagna (FC) – desiderano sentirsi in empatia con chi li ospita e sono propensi soprattutto a conoscere a fondo l’identità di un territorio. Più che vederlo o esserne semplicemente spettatori, vogliono viverlo in modo diretto e trasparente, vogliono assaporarne la genuinità che solo nel nostro territorio è tanto schietta e vera.”

“La chiave del successo per il futuro – conclude Bruno Biserni, presidente GAL L’Altra Romagna – è quella di proporre un Territorio vivo, dinamico, che produce il racconto di se stesso e quindi la propria qualità di vita, partendo da tutti gli elementi che lo compongono. Per realizzare questo è necessario un programma condiviso che abbia l’obiettivo di destagionalizzare l’offerta turistica che stiamo supportando con l’efficienza di un’innovazione tecnologica al passo con i tempi,  ai fini di rendere attrattori per il turista, i centri storici, i borghi, i prodotti tipici. ”

All’incontro parteciperanno:

Luca Maestripieri, direttore Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, Ministero Affari Esteri

Hiroko Kudo, professoressa Faculty of Law, Chuo University Tokyo Japan

Ilia Varo, presidente GAL Valli Marecchia e Conca (RN)

Bruno Biserni, presidente GAL L’Altra Romagna (FC)

Mauro Pazzaglia, direttore GAL L’Altra Romagna (FC)

Tiberio Rabboni, presidente GAL Appennino Bolognese (BO)

Andrea Babbi, presidente Fondazione ITS Turismo e Benessere  Emilia-Romagna

Alberto Casoria, presidente ASSOGAL Puglia e GAL Meridaunia (FG)

Stefano Berlini, progetto “Salute, Bene Comune”

Claudio Milandri, sindaco Civitella di Romagna (FC)

Liviana Zanetti, assessore Turismo Castrocaro Terme e Terra del Sole (FC)

Armando Di Ruzza, direzione Veronafiere (VR)

Atos Mazzoni, consigliere UNPLI Emilia-Romagna

Conclusioni

Simona Caselli, assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca Regione Emilia-Romagna

Coordina

Fausto Faggioli, presidente E.A.R.T.H. Academy (European Academy for Rural Territories Hospitality)

Fausto Faggioli

Nell’Appennino tosco-romagnolo le FATTORIE FAGGIOLI sono un’azienda agrituristica ecosostenibile e multifunzionale, costituita da un insieme di casali rurali in pietra costruiti sulle fondamenta dell’antico “castello Basino”. E’ stata ristrutturata seguendo l'identità territoriale e l'ecocompatibilità energetica con tecnologie che permettono di "utilizzare" le energie rinnovabili e realizzare la "circolarità" dei processi (ciclo dell'acqua, dell'energia e riciclaggio dei materiali) offrendo un modello di assoluto equilibrio ambientale. Accogliente e familiare è l’ambiente ideale per vivere esperienze che riportano al benessere, seguendo corsi di cucina naturale, erbe officinali, bio ginnastica e attività all’aria aperta. L’Unione Europea le definisce “fattorie modello” per la multifunzionalità, per la qualità delle proposte e dei progetti pilota ecosostenibili. Da oltre vent’anni la famiglia Faggioli partecipa in prima persona alla divulgazione della propria esperienza con docenze e testimonianze presso Università, Enti di Formazione, Amministrazioni pubbliche e private, svolgendo Stage in Fattoria e Corsi di Management e Formazione per lo Sviluppo Rurale. Per la creazione di un sistema educativo verde, sostengono azioni in grado di conciliare, per i Territori Rurali, qualità della vita, sviluppo economico, sostenibilità, tradizione e modernità.