Agenzia Promoter: Alviero Martini insieme a Salvo Nugnes, come relatore, ospite in conferenza al teatro del carcere di Milano Bollate

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Salute

Alviero Martini stilista di fama internazionale affiancato, in qualità di relatore, dal Manager Salvo Nugnes Direttore di Agenzia Promoter e Promoter Arte sarà in conferenza a tema “Un sogno. Il mondo in valigia” nel contesto della Sala Teatro della II Casa di Reclusione di Milano Bollate, in via Cristina Belgioioso 120 a Milano, in data Venerdì 31 Maggio 2013 alle ore 19.00, invitato dal Direttore Massimo Parisi.

Durante l’incontro Martini si racconterà in chiave autobiografica descrivendo gli anni di prestigiosa carriera che lo hanno reso protagonista indiscusso e promotore dell’eccellenza della moda italiana a livello mondiale. Ideatore del brand “Prima Classe” con la famosa stampa delle carte geografiche, è un vero creativo con talento innato. La sua vita è un’avventura e una sfida continua guidata dalla determinazione e dalla passione inesauribile nell’intento di offrire sempre creazioni speciali e uniche nel loro genere e rendere esclusivo ed inconfondibile lo stile di chi le indossa. La nuova linea “Alv” acronimo di “Andare Lontano Viaggiando” è scaturita dal costante dinamismo evolutivo e riproduce sui prodotti i timbri dei suoi passaporti, come un mosaico immaginario di tasselli simboleggianti nuovi orizzonti e traguardi da scoprire con la voglia di mettersi in gioco.

Molto importante il contributo di Martini in ambito benefico solidale perseguito con accorato e premuroso impegno in qualità di testimonial e socio onorario dell’associazione Onlus “Care & Sare” (prenditi cura e condividi) che si occupa di infanzia abbandonata in India, a Vijayawada, nello stato Andhra Pradesh gestendo adozioni a distanza, raccolta di fondi per la costruzione di scuole, ospedali e istituti di cura, l’acquisto di terreni per la coltivazione del riso elemento fondamentale nell’alimentazione indiana. Martini spiega “Da bambino accompagnavo mia madre a fare le punture, non era infermiera e neanche psicologa, bensì contadina. Quello che faccio e che mi ha insegnato, è quello che viene chiamato supporto, beneficenza, aiutare gli altri. Da sempre ho avuto sensibilità a sufficienza per dedicarmi anche al prossimo senza passare da missionario!”.

Tags: , , , , , , , , , , ,