A cosa serve la Fosfatidilcolina?

Scritto da POSIZIONAMENTO il . Pubblicato in Salute

La fosfatidilcolina è una sostanza ricavata dalla soia che permette di effettuare un processo di distruzione sulla cellula grassa. Di conseguenza, il grasso adipe eliminato viene trasportato prima al fegato per la metabolizzazione e poi ai reni che lo eliminano con la minzione.

La fosfatidilcolina deve essere iniettata con microaghi in profondità nella pelle, il trattamento non è comunque doloroso anche perché la soluzione di fosfatidilcolina viene spesso associata ad anestetico.
Subito dopo il trattamento la parte trattata tenderà a gonfiarsi leggermente e arrossarsi per alcune ore.

Quando fare la fosfatidilcolina?
Tutte le volte che abbiamo del grasso in eccesso che non è possibile togliere anche con le diete.

Quali zone del corpo possono essere trattate con la fosfatidilcolina?
Nell’uomo: nel doppio mento, braccia, pancia.

Nelle donne: bargigli del volto ( corrispondono alla zona che appare nelle donne dopo gli “anta”) vicino alle labbra, nella parte inferiore del volto, doppio mento pancia, braccia pancia, coulotte di chevalle, zone di accumulo laterale alle cosce e nella parte alta delle stesse.

Quanti trattamenti ?
Chiaramente a secondo della quantità del grasso da eliminare.
I trattamenti non devono mai essere ripetuti prima di 3 o 4 settimane l’una dall’altra.
Quante fiale devono essere iniettate per paziente di fosfatidilcolina?
Da 1 a 4 , l’eccesso potrebbe creare problemi all’ organismo.

Precauzioni
Oggi su internet o tramite personale è facile sottoporsi a trattamenti di fosfatidilcolina: evitatelo!
Il prodotto potrebbe non essere idoneo e la quantità, la profondità delle iniezioni e la ripetizione del trattamento, potrebbero portare a vere e proprie disgrazie se non eseguito nel modo corretto.

Tags: ,