A chi conviene l’assicurazione auto a km?

Scritto da carta78 il . Pubblicato in Automobili

L’assicurazione a km è una particolare soluzione di assicurazione offerta dalle compagnie e che introduce la novità del calcolo dei chilometri effettivi percorsi dal conducente come variabile di aumento o diminuzione della spesa mensile. E’ in base a questa variabile che il costo dell’assicurazione viene determinato ed è il neo assicurato ad indicare in quale fascia rientra, secondo le sue previsioni, l’ammontare delle distanze da lui percorse.

Cosa accade se si supera l’ammontare stabilito all’inizio del contratto? Parliamo ovviamente di previsioni e comunque in caso di superamento del limite predeterminato dalla fascia alla firma del contratto, la compagnia va ad addebitare un costo aggiuntivo che l’assicurato dovrà pagare successivamente per ogni km in più.

Ma come può una compagnia mantenere il controllo sui chilometri effettivamente percorsi dall’assicurato? Al momento della firma del contratto la compagnia predispone sul veicolo del nuovo cliente l’installazione di un dispositivo satellitare che avrà il compito di verificare le effettive distanze percorse per avere, quindi, un resoconto finale del chilometraggio mensile o annuo realizzato dal conducente.

A chi, quindi, può convenire una soluzione di assicurazione personalizzata come quella a chilometri? Una simile soluzione conviene per chi fa un uso sporadico della propria vettura e a chi ha già la consapevolezza degli spostamenti che dovrà fare nel periodo soggetto alla copertura assicurativa. Entro un totale di chilometri, infatti, l’assicurazione a km determina numerosi vantaggi economici per l’assicurato, nel momento in cui, però, si tende a superare il limite imposto dal contratto bisogna iniziare a valutare l’effettiva validità dei costi sostenuti.

Tags: